Sciapò, gli ebrei sono matti, il nuovo appuntamento con la stagione Teatro Libera tutti al Teatro Bertolt Brecht di Formia

Sciapò, gli ebrei sono matti, il nuovo appuntamento con la stagione Teatro Libera tutti al Teatro Bertolt Brecht di Formia

Nuovo appuntamento con la stagione “Teatro Libera Tutti” e la rassegna Sciapò del teatro a cappello promossa dal Teatro Bertolt Brecht all’interno del progetto Officine Culturali della Regione Lazio, del circuito dei Teatri Riuniti del golfo in collaborazione con l’Ipab SS. Annunziata a la Fondazione Alzaia.

 

In scena domani alle 21:00 al Teatro Bertolt Brecht “Gli ebrei sono matti” della compagnia “Teatro Forsennato”, ideato e diretto da Dario Aggioli in scena con Guglielmo Favilla.

 

Durante il ventennio fascista, Enrico viene ricoverato in un manicomio vicino al confine, lontano dai suoi cari, dalla sua città e dai discorsi del Duce, da lui tanto amati. Ferruccio, ebreo romano costretto a fuggire per l’ennesima volta, viene ricoverato nello stesso manicomio, sotto un altro nome: Angelo. Il professore che dirige la casa di cura, per insegnargli a comportarsi come un malato di mente, lo mette in stanza con Enrico, uno dei più innocui tra i degenti. Ferruccio, per imparare ad essere un altro, si confronta con Enrico che non riesce più ad essere sé stesso da tempo.

 

“Gli ebrei sono matti” è il racconto della tragedia delle leggi razziali attraverso un matto vero (e fascista) e un matto falso (e ebreo).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi