Salone del Mobile di Milano, Euroluce. Un fuorisalone diverso, che parte dalla periferia e arriva al centro

Salone del Mobile di Milano, Euroluce. Un fuorisalone diverso, che parte dalla periferia e arriva al centro

Salone del Mobile di Milano, Euroluce. Un fuorisalone diverso, che parte dalla periferia e arriva al centro – Installazioni, laboratori, mostre, performance nella zona 5 dal 9 al 14 aprile 2019

Il Municipio 5 di Milano anche quest’anno è presente nel circuito del Fuorisalone con una proposta innovativa ed etica, Design+Sensibile. L’iniziativa coinvolgerà i visitatori in un percorso dedicato alla possibile integrazione tra l’uomo e l’ambiente urbano per rendere più piacevoli le azioni e le relazioni quotidiane. Design+Sensibile insiste sulla necessità di umanizzare il design per creare contesti sereni e vivibili da tutti, nel pieno rispetto del benessere e della dignità della persona e di tutta la comunità. Design+Sensibile considera l’estetica una diretta conseguenza dell’etica, perché a parlare non è soltanto l’oggetto, il prodotto, ma tutta la storia che lo accompagna e il suo valore sociale e ambientale è l’esito di un ciclo sostenibile che nasce dal lavoro e genera dignità. Design+Sensibile è una comunità fondata sulla valorizzazione dei luoghi e delle risorse umane che interagisce con la collettività proponendo progetti sociali improntati al dialogo multiculturale, per offrire momenti di aggregazione che arricchiscano i singoli e la collettività. Design+Sensibile persegue scopi di pubblico interesse e si impegna a sviluppare iniziative in cooperazione con cittadini, associazioni, istituzioni e realtà imprenditoriali, poiché le relazioni costituiscono il primo passo verso un nuovo scenario del fare.

Il tema del 2019 è ILLUMINAZIONI

La luce penetra nella materia e illumina l’intelletto, la coscienza. L’illuminazione è la fonte d’ispirazione, il pensiero che vibra in accordo con l’Universo. Partendo da queste riflessioni, il percorso tematico della mostra è un’esperienza che va oltre la fenomenologia sensoriale della luce, alla scoperta di una dimensione suggestiva e spirituale. Le illuminazioni, sono le azioni che illuminano.

ILLUMINAZIONI è un progetto di Massimo Caiazzo, Johnny Dell’Orto, Lilli Bacci, Alessandra Zucchi, Sandro Guerriero, Fulvio Michelazzi, Annig Raimondi, con l‘aiuto di Giulia Magarotto, Pietro Cristini e Frà Beppe. INAUGURAZIONE: Mercoledì 10 aprile ore 19.30, Chiesa di Santa Maria alla Fonte

Design+Sensibile si compone di molti appuntamenti, mostre, installazioni, visite guidate. Qui una selezione.

DREAMS

Inaugurazione nella hall dell’Auditorium di Milano, corso San Gottardo 51 – Martedì 9 aprile alle 18.00. Esposizione a Officine Milano, Via De Sanctis 30 – Dal 10 al 14 aprile dalle 10.00 alle 18.00 – Venerdì 12 aprile aperitivo e musica dalle 19.00

Mostra fotografica di Elena Givone DREAMS a cura di Denis Curti. Tra sogno e realtà: fotografare la fragilità. La fotografia come testimone di storie e di sogni che possono nascere attraverso la consapevolezza a cui “costringe” l’obiettivo.

NELLA NEBBIA CON LEONARDO

Chiesa di Santa Maria alla Fonte – Dal 9 al 13 aprile dalle 10.00 alle 18.00, domenica 14 aprile dalle 14.00 alle 18.00

Installazione dedicata a Leonardo da Vinci in occasione dei cinquecento anni dalla morte a cura di Massimo Caiazzo, in collaborazione con IACC Italia e Aura Light Italia, Fulvio Michelazzi, Diletta Evangelisti. L’installazione segue un ideale viaggio tra ragione, corpo e spirito caratterizzato dal graduale passaggio verso la luce. Il percorso comincia dall’illuminazione come attributo dell’intelligenza umana e conduce all’illuminazione come essenza dello spirito.

LA VISIONE DEI NON VEDENTI

Casa di Pastorale, Chiesa di Santa Maria alla Fonte – Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 19.00

Esposizione delle opere realizzate da non vedenti durante il percorso “Il Colore all’improvviso” a cura di Valentina Fabbri, in collaborazione con Ospedale Fatebenefratelli, Istituto dei ciechi di Milano e Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.

L’obiettivo di questa esperienza è di andare oltre la superficie luminosa e cromatica degli oggetti, dando spazio alle sensazioni che attraversano tutti i nostri sensi nel momento in cui si tocca, odora, ascolta la materia. Le opere esposte sono parte del risultato di laboratori condotti utilizzando diversi materiali, durante i quali i soggetti coinvolti, tutti non vedenti dalla nascita hanno potuto esprimere il loro personale concetto di “luce” e interiorizzare una prima e ben definita idea dei colori Rosso, Giallo, Blu, Nero.

DIRITTI ALLA LUCE – TAMassociati

Casa di Pastorale, Chiesa di Santa Maria alla Fonte – Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 19.00

Progetti realizzati da TAMassociati: il ruolo del colore negli ospedali di Emergency, in 7 Paesi segnati da malattia, guerra e povertà.

TAMassociati è uno studio di architettura e comunicazione per il sociale. Al servizio di istituzioni, mondo non profit e realtà attente ai valori di equità, sostenibilità e sviluppo dei beni comuni, fa della eco-semplicità e del ‘low cost/high value’ il cuore del proprio pensiero progettuale nel mondo.

ILLUMINARE IL FANTASTICO

Casa di Pastorale, Chiesa di Santa Maria alla Fonte – Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 19.00

Lampade realizzate dal laboratorio “Ri-Costruzione la casa del lavoro possibile”, un progetto dell’Unità Operativa Complessa di Psichiatria, Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze dell’ASST Lodi a cura del Mosaico Servizi di Lodi.

Non c’è buio che non si possa illuminare. Gli apparecchi illuminanti ideati durante il percorso riabilitativo raccontano le diverse fasi di realizzazione dei progetti: prima l’ideazione, la progettazione e la creazione di prototipi usando materiali di recupero, infine la produzione degli oggetti in scala reale attraverso l’uso di tecniche artigianali.

IL DESIGN E GLI ULTIMI

Casa di Pastorale, Chiesa di Santa Maria alla Fonte – Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 19.00

Una piccola rassegna di oggetti ricavati da riutilizzi di cose destinate alla discarica, con modifiche o semplici implementazioni a cura di Maurizio Splendore e Johnny Dell’Orto.

Esiste un design che si rivolge agli ultimi, persone e comunità che vivono ai margini del nostro concetto di benessere tanto che spesso il loro è determinato solo da piccole cose: un po’ di luce in più, un modo più comodo di trasportare l’acqua, conservare il cibo un po’ più a lungo, difendersi dalle mine sparse loro intorno. Oggetti funzionali che ripescano tecniche e tecnologie tradizionali, anche rivisitandole e migliorandole. Quando poi questi progetti si traducono in progetti di sviluppo di microimprese, si restituisce loro una meritata dignità.

PORTARE ALLA LUCE

Casa di Pastorale, Chiesa di Santa Maria alla Fonte – Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 19.00

L’arte invisibile, perché non vista, messa in luce attraverso la fotografia di Enrico De Santis.

Le città Italiane nascondono, un tesoro invisibile, un patrimonio culturale e artistico che è nascosto agli sguardi. La fotografia usa la luce in un duplice significato, quello fisico di energia che scrive e disegna, e quello metaforico del conoscere, di rendere visibile ciò che non lo è, di portare alla luce ciò che non si può vedere.

BROKEN SCREEN

Lapsus, via Giuseppe Meda 38 – Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 20.00

Mostra fotografica di Gaia Squarci a cura di Still Love.

Un’inedita immersione all’interno della vita quotidiana di persone non vedenti e ipovedenti, un’indagine visiva sulla diversa percezione della realtà che contraddistingue ciascun individuo.

GLI EFFETTI BIOLOGICI DELLA LUCE

Biblioteca Chiesa Rossa – Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 19.00

Installazione dedicata agli effetti fisiologici e psicologici della luce, a cura di Massimo Caiazzo, IACC Italia e Aura Light Italia, Valentina Marvulli, Roberta D’Amico.

Mettendo a confronto due ambienti di lavoro, l’installazione vuole essere la dimostrazione del fatto che la luce artificiale ha su noi tutti effetti fisiologici e psicologici. Il primo ambiente riproduce le condizioni che possiamo riscontrare nella maggior parte degli uffici, ospedali, scuole dove il clima cromatico e luminoso errato determina problematiche “metameriche” che contribuiscono alla dispersione delle nostre forze vitali. Il secondo è invece un ambiente equilibrato, formulato in base ai principi dell’ergonomia visiva che genera un clima cromatico confortevole e continuamente cangiante.

SPECIE PROTETTE

Pane Quotidiano Onlus, viale Toscana 28 – Dal 9 al 14 aprile dalle 14.00 alle 17.00

Mostra a cura di Nicoletta Veronesi e Alessandra Zucchi con Pane Quotidiano Onlus.

In un fantastico “Giardino delle Meraviglie” saranno in mostra gli uccellini-scultura creati dai bambini degli utenti di Pane Quotidiano Onlus e dagli alunni di alcune scuole elementari di vicinato. Allestimento a cura di FiordiTortona e Fioraio Bollettini.

GARDENS MEMOS

Zeus design store, corso San Gottardo 21/9 – Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 20.00

Mostra fotografica a cura di Alizia Lottero a cura di Still Love.

Nel buio, la percezione immaginaria del paesaggio. Lo sguardo di Alizia Lottero penetra l’intimità di paesaggi misteriosi, nascosti e poi ritrovati. Con fugace intensità attraversa luoghi naturali come se fossero interiori, dove le tonalità di verde e i disegni di luce sulle siepi definiscono una particolare percezione del mondo. Ciò che colpisce, nelle fotografie di Alizia Lottero, è il doppio registro espressivo che, se da un lato, conferisce al tema del giardino una connotazione antropica e culturale, dall’altro riporta l’attenzione sull’elemento empatico e interattivo della visione.

CHIARALUCE

Porticato Micrò della Chiesa Rossa – Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 19.00

Mostra fotografica a cura della cooperativa il Minotauro.

I ragazzi del progetto IN CAMPO della Cooperativa Minotauro, che hanno lavorato sulla zona 5 di Milano, partendo dal concetto di “Chiara luce” come principio intuitivo, esporranno le fotografie realizzate nel corso del laboratorio.

Eventi, installazioni

THE BRIGHT LIGHT

Biblioteca Chiesa Rossa – Giovedì 11 aprile alle 17.30

Premiazione del concorso dedicato ai giovani progettisti, indetto da Aura Light Italia in collaborazione con IACC Italia finalizzato alla progettazione di una lampada per studi e uffici, attenta al benessere dell’individuo nei luoghi di lavoro.

The Bright Light si rivolge ai designer di domani di età compresa tra i 18 e 30 anni per promuovere un approccio più sensibile alla luce e al colore nell’ambiente di lavoro che tutelando la salute dei lavoratori e incrementandone l’efficienza, sappia esprimere un più esteso concetto di benessere.

PROGETTARE LA LUCE

IACC Italia, alzaia Naviglio Pavese 274 – Venerdì 12 aprile alle 18.00

Conversazione con Roberta D’Amico. In un mondo fatto di norme e regole progettuali, di tecnica, di innovazione tecnologica, di sostenibilità ed efficienza energetica parleremo della forza della luce che rende piacevole, accogliente ed energetico un luogo di lavoro.

+SEnSIBILe

PACTA Salone, via Ulisse Dini 7 – Domenica 14 aprile alle 20.30

Installazione a cura di Fulvio Michelazzi e Maurizio Pisati.

Viaggio verso il buio e il silenzio. Frequenze acute e gravi, non udibili dall’orecchio umano fanno vibrare il nostro corpo. Frequenze ai limiti dello spettro, invisibili all’occhio restano impresse nella memoria.

DAN FLAVIN

Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa, Via Neera 24

Visite guidate e commentate all’opera Untitled con

Johnny Dell’Orto

Mercoledì 10 aprile alle 19.30

Eleonora Fiorani

Domenica 14 aprile alle 19.30

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi