Ravello Festival, proseguono gli appuntamenti dove musica, teatro, danza, arti visive, letteratura e molto altro sono protagonisti

Ravello Festival, proseguono gli appuntamenti dove musica, teatro, danza, arti visive, letteratura e molto altro sono protagonisti

Ravello Festival, proseguono gli appuntamenti dove musica, teatro, danza, arti visive, letteratura e molto altro sono protagonisti. Continuano gli eventi e le emozioni nella splendida cornice del Ravello Festival, dove musica, teatro, danza, arti visive, letteratura e tanto altro saranno protagonisti fino al 20 settembre con oltre sessanta appuntamenti capaci, come ogni anno, di richiamare appassionati da tutto il mondo nel cuore della Costiera Amalfitana:

GIOVEDÌ 3 LUGLIO la SCUOLA DI BALLO DELL’ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA sarà a Ravello per proporre un programma raffinato ed originale, con coreografie di Petit e Balanchine e un omaggio finale al Sud con “Napoli” di Bournonville. Con i suoi duecento anni di storia, la Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala è la punta di diamante nel panorama della formazione tersicorea italiana. Guidata da Frédéric Olivieri, oggi conta più di duecento allievi che si esibiscono ogni anno negli spettacoli del Teatro milanese e sono spesso invitati a far parte delle più celebri e apprezzate compagnie italiane ed internazionali.

SABATO 5 LUGLIO il Ravello Festival apre il ricco capitolo sinfonico con l’ORCHESTRA SINFONICA DI LUCERNA, diretta dal suo direttore principale James Gaffigan: nella sua unica data italiana, e per la prima volta al Festival, l’ensemble svizzero svelerà il talento della straordinaria violinista VIVIANE HAGNER, già partner privilegiata di Abbado e Barenboim, qui alle prese con il temibile e affascinante Concerto in Re Maggiore di Brahms. Fondata nel 1805, la Sinfonica di Lucerna (città wagneriana per eccellenza, e dunque idealmente vicina a Ravello) è l’orchestra più antica della Svizzera. Musiche di Weber, Schumann, Brahms. Gaffigan, la Hagner, la LSO ed il Ravello Festival dedicano a Claudio Abbado l’esecuzione del Concerto di Brahms, dando il via ad un progetto affettuoso che, in questa edizione, coinvolgerà anche Harding, Noseda e Gatti.

DOMENICA 6 LUGLIO la musica made in sud arriva sul palco del Ravello Festival, con Acustico di PINO DANIELE, un concerto in cui l’artista, da sempre interprete sublime ed originale dello spirito partenopeo proporrà alcuni dei suoi più grandi successi in chiave intimistica e confidenziale, con una formazione acustica, mostrando al pubblico la propria classe e la passione per lo strumento, fondendo sonorità blues e mediterranee secondo la propria inconfondibile cifra di artista.

I biglietti per gli eventi del Ravello Festival sono disponibili in prevendita (www.ravellofestival.com – 089 858422; www.bookingshow.it ). Il boxoffice del Ravello Festival di Piazza Duomo a Ravello (Salerno) è aperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 14.30 e dalle 15.30 alle 19.30 (ad eccezione del lunedì dalle 15.30 alle 19.30). Nei giorni degli spettacoli, invece, gli sportelli saranno aperti fino all’orario di inizio dell’ultima rappresentazione. L’organizzazione ricorda che l’orario indicato coincide con quello di chiusura dei cancelli. Oltre tale limite, in nessun caso sarà consentito l’ingresso al pubblico, se non durante l’intervallo dello spettacolo (laddove previsto).

Questi gli eventi che tra giugno e luglio vedranno alternarsi sul Belvedere di Villa Rufolo le grandi voci di Chrysta Bell (23 luglio) e Mayra Andrade (29 luglio); l’energia della danza con la Scuola di Ballo dell’accademia Teatro alla Scala (3 luglio); grandi star del mondo del jazz come Chick Corea & Stanley Clarke Duet (10 luglio), Burt Bacharach (16 luglio), Regina Carter (17 luglio), Alexandre Desplat con il Traffic Quintet (31 luglio); appuntamenti sinfonici di prestigio con l’Orchestra Sinfonica di Lucerna (5 luglio) la London Symphony Orchestra (18 luglio – diretta, per l’unica volta nel 2014, da Daniel Harding) e l’Orchestra Filarmonica di Qingdao dalla Cina (25 luglio); la magia del teatro con Michele Placido e Luis Bacalov in “Con el respiro del Tango” (20 luglio).

Inoltre al Ravello Festival sono in esposizione in esclusiva fino al 31 ottobre la mostra del grande scultore inglese TONY CRAGG e la mostra “Viaggio in Italia” del celebre pittore, scultore, performer e autore di installazioni cinese WANG GUANGYI. Suggestiva ed elegante anche la mostra dedicata ai marchi di eccellenza campana (fino al 31 ottobre a Villa Rufolo), dal titolo “Lo Stile del Sud”. Tutte le mostre sono allestite in collaborazione con Fondazione Tramontano Arte, Napoli.

L’elegante Belvedere di Villa Rufolo farà da cornice esclusiva alla manifestazione, punto di riferimento privilegiato del Ravello Festival, che si avvarrà anche dell’affascinante Sala dei Cavalieri, nei giardini della Villa amati da Wagner, per gli spettacoli più raccolti e i concerti cameristici, dell’Auditorium Oscar Niemeyer, per poche occasioni di spicco oltre che eccezionalmente delle strade e delle piazze di Ravello.
A questo link il video che presenta le location del Festival http://vimeo.com/88980339

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi