Rassegna Teatro Vero VI edizione – ultimi appuntamenti di Maggio

Rassegna Teatro Vero VI edizione – ultimi appuntamenti di Maggio

Rassegna Teatro Vero VI edizione – ultimi appuntamenti di Maggio – Ecco gli ultimi appuntamenti di Maggio della VI edizione della Rassegna Teatro Vero che porta in scena gli allievi dei laboratori del Teatro delle Condizioni Avverse.

 La Rassegna è realizzata in collaborazione con i comuni di Casperia, Colle di Tora, Montopoli di Sabina, Poggio Mirteto e Stimigliano; l’Associazione Culturale La Casa della Locusta, l’Associazione Giovanile di Montopoli di Sabina Youngs at Work, l’Associazione Hic&Tunc l’università Agraria; l’Istituto Comprensivo I.I.S. Statista Aldo Moro di Fara Sabina, l’Istituto Comprensivo di Torri in Sabina e la Commissione Cultura del Comune di Paganico.

Le attività didattiche sono in parte realizzate all’interno della Residenza Multidisciplinare della Bassa Sabina in attuazione dell’art. 45 del Decreto del MiBACT del 1° luglio 2014, che prevede interventi per progetti relativi all’insediamento, alla promozione e allo sviluppo del sistema delle residenze artistiche quali esperienze di rinnovamento di processi creativi, della mobilità, del confronto artistico nazionale e internazionale, di incremento dell’accesso e di qualificazione della domanda. Un progetto finanziato e promosso dal MiBACT (Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo) e Regione Lazio, Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili.

Il prossimo appuntamento è con lo spettacolo “Era una casa molto carina. [Fuga dalla casa dei supereroi]”, il 29 Maggio alle ore 17.00, presso la Biblioteca Comunale Angelo Vassallo di Montopoli Sabina, in scena i bambini del laboratorio stabile di teatro e danza di Poggio Mirteto, diretti da Lidia Di Girolamo.

Lo spettacolo tratta della fuga di sette bambini dalla “Casa Matta” che credono di avere dei super poteri per  poter salvare il mondo e desiderano vivere liberi e poter aiutarsi e aiutare il mondo. Ogni personaggio ha delle sue particolarità: chi ha 3.700 anni, chi viene dal mondo degli unicorni, chi dal cappello riesce a far uscire qualsiasi cosa gli serva, chi ha una forza incredibile, chi e’ goloso di criptonite, chi ha sempre con se dei pokemon da allenare e chi vuole salvare tutti i pinguini in pericolo. Per fuggire dalla terribile casa matta, i piccoli e bizzarri supereroi affronteranno avventure e disavventure che alla fine li porteranno ad aiutarsi a vicenda e a capire il vero senso dell’amicizia.

L’amicizia come “famiglia”che si sceglie nel corso della vita e che ci accetta per i nostri difetti, qualità e aspetti che forse agli altri apparirebbero bizzarri.

Ancora il 30 Maggio ore 18.00, presso Sala della Cultura di Casperia, i bambini del laboratorio di teatro di Casperia presenteranno lo spettacolo: “Killer o non killer. [Come voglio essere lo scelgo da sola]”, diretti da Jessica Leti.

Un’avventura tra passato, presente e sogno, un paese segreto delle meraviglie  alla ricerca della propria identità. Cinque sorelle devono scegliere il loro destino: diventare killer come lo sono i loro genitori, oppure intraprendere una strada diversa? Un viaggio fuori dall’ordinario tra porte magiche, ragni, giganti, scarpe che fanno saltare e strane amiche fate.

L’ultimo appuntamento di Maggio è previsto per il 31 Maggio alle ore 11.00, presso l’anfiteatro del Comune di Stimigliano. Questa volta a salire sul palco saranno bambini della scuola dell’Infanzia di Stimigliano con il loro spettacolo: Cappuccetto Puzzo, diretto da Manuela Rossetti.

C’era una volta una bambina di nome Cappuccetto Puzzo che viveva in una grande città. Cappuccetto Puzzo non amava la Natura, sprecava l’energia e l’acqua, non faceva la differenziata e gettava rifiuti a terra. Un giorno i suoi nonnini la chiamarono e le chiesero di andarla a trovare nella loro casa in campagna. Cappuccetto Puzzo allora si incamminò, la strada era lunga da fare e tanto trafficata con auto e moto che correvano da tutte le parti. Ad un certo punto arrivò il buon Lupo che chiese a Cappuccetto Puzzo se gli potesse indicare la strada per il bosco, perché si era perso. Insieme andarono nel bosco, li videro tutti gli animali rintanati e spaventati perché lo Stregone Fumone aveva inquinato le loro case. Il Lupo, Cappuccetto Puzzo e i nonni chiamarono Elfi e Fate che con la loro magia aiutarono gli animali del bosco e Cappuccetto Puzzo imparò ad amare la Natura.

I laboratori per bambini, ragazzi e adulti sono iniziati tra Ottobre e Gennaio, ora tutti gli allievi sono pronti a raccontare la loro storia. I laboratori del Teatro delle Condizioni Avverse, dopo la pausa estiva, apriranno nuovamente le porte il prossimo Ottobre, agli allievi che vorranno divertirsi, scoprire, scoprirsi ed esprimersi.

Per seguire tutte le nostre attività è possibile collegarsi al sito www.condizioniavverse.org

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi