Raffaele Casarano, The Other Trio plays The Other Trane al Bar Italia Jazz Club di Cassino

Raffaele Casarano, The Other Trio plays The Other Trane al Bar Italia Jazz Club di Cassino

Domenica 27 Gennaio 2013 ore 22:00. “Il sound del trio si caratterizza per una grande energia musicale e per un fortissimo interplay lì dove ogni strumento diventa perno di una nuova cellula musicale che, subito ripresa dagli altri strumenti, viene ampliata e sviluppata.”

 

Raffaele Casarano sax, Marco Bardoscia double bass, Marcello Nisi drums.

 

Il trio nasce dalla volontà dei tre musicisti di realizzare un progetto musicale imperniato, prevalentemente, intorno a standards di Coltrane, in occasione del suo 40° anniversario dalla scomparsa del genio del sax. Il progetto, inoltre, prevede anche l’esecuzione di brani originali. Di fondo, il sound del trio si caratterizza per una grande energia musicale e per un fortissimo interplay lì dove ogni strumento diventa perno di una nuova cellula musicale che, subito ripresa dagli altri strumenti, viene ampliata e sviluppata. La forte personalità musicale dei tre musicisti, associata ad un grande feeling da vita ad un progetto particolarmente stimolante e intriso di momenti emotivamente intensi. Un progetto che basa il suo “essere” sull’improvvisazione totale ma, non da intendersi come freejazz. Un suono, un viaggio attraverso i colori musicali di un trio che ormai da anni è sulla scena nazionale e internazionale. I tre musicisti hanno collaborato con Fabrizio Bosso, Gianluca Petrella, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Buena Vista Social Club, Negramaro, e tantissimi altri ancora.

 

RAFFAELE CASARANO (alto, soprano sax, electronics effects)

Nato il 07/05/1981; si avvicina allo studio del saxofono all’età di sette anni con una forte passione per la musica, in particolare il jazz, intraprende gli studi con il M° Fabio Sammarco docente presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari. Diplomatosi in saxofono nel luglio 2004 presso il Conservatorio di musica “T. Schipa” di Lecce con eccellenti voti. Studia jazz con Roberto Ottaviano. Frequenta successivamente master classes con artisti come Dave Liebman, Emiliano Rodriguez, Maurizio Giammarco.. Nel Luglio 2001 si esibisce in occasione della rassegna “ARTISTIKA” a Lecce. Luglio 2002: “L’amore scritto sui muri” (video colonna sonora) di M. Madaro. Nel settembre 2004 partecipa con la band Carla ensemble, a Deçane (Kosovo) per un concerto in occasione dell’Italian Day, organizzato dall’esercito militare italiano.

Ha collaborato ed inciso con: Paolo Fresu, Philip Catherine, Buena Vista Social Club, Javier Girotto, Massimo Manzi, Andrea Braido, Giovanni Imparato, Lincoln Goines, Mark Soskin, Benjamin Henocq, Nguyen Le, Daniele Di Bonaventura, Mimi Verderame, Yuri Goulbev, Tino Tracanna, Maurizio Giammarco, Roberto Ottaviano, Eddy Palermo, Meridiana multi jazz orchestra, Andrea Pozza, Gianluca Petrella, Patrizia Conte, Ensemble Notte Della Taranta, Franco Califano, Omar Pedrini, Giuliano Sangiorgi, Negramaro, Mario Rosini, Moni Ovadia, Anonima folk, Riccardo Pittau, Opa Cupa, Manigold, Vertere String 4tet, Marian Serban, Après La Classe, Bachire Gareche, Dario Muci, Dudu Manhenga, Paolino Dalla Porta, Mascarimirì, Gian Maria Testa, Bebo Ferra, Stefano Bagnoli, Armando Bruno (attore), Don Pasta (attore) Carlo Nannicola (regista), Carlantonio Cavazzocca Mozzanti (regista), Livio Romano (scrittore), Marco Baliani (attore).

Nel settembre 2004 è fondatore del progetto Locomotive, che, lo vedrà esibirsi in diversi club italiani ma in particolare nel gennaio 2005 al Sounds Jazz Club di Bruxelles.

Alcuni dei Festival ai quali ha partecipato: Antiphonae Jazz Festival, Maruggio Jazz Festival, Brussels Jazz Marathon, Karibù Jazz, Jazz in Veglie, Festival Jazz & Vento (Cortale -CZ-), Caprarica in Jazz, La Notte Della Taranta Festival, Jazz e Arte Festival (BN), Valsugana Jazz (Trento), Paesaggi Sonori Fest (RN), Brianza Open Jazz (MI), Bari Jazz, Catania Fest, Festival Jazz La Spezia (40° anniversario), S. Arcangelo in Jazz (RN), Ocktober Jazz (BN), Bergamo Jazz Festival, Young Jazz Festival (Foligno), Time in Jazz (OT), Time in Sassari, Blue Note (Milano), Auditorium Parco Della Musica (Roma), Non Sole Jazz (Cles), Bari in Jazz, Villa Pamphilj (Roma) e altri…

Trasmissioni televisive e radiofoniche: Radio Rai 1, Radio Rai 2, Radio Rai 3,“Il Caffè” Rai International, Caterpillar, Metrò, “Raitunes”con Alessio Bertallot, Radio Popolare “Jalla Jalla”(Milano) Telenorba, Rai Uno e altre emittenti locali.

 

Aprile 2010: partecipa come sax solista all’interno delle musiche composte dal cantante dei Negramaro G. Sangiorgi per lo spettacolo in tour in Italia dell’ attore Claudio Santamaria “Koltès”. Incide nel Novembre 2005 il suo primo disco LEGEND per dodicilune records, che vede partecipare l’ intera Orchestra Del Conservatorio T. Schipa , e nel 2008 incide il secondo disco del progetto “R. Casarano & Locomotive -Replay- per Emarcy-Universal, entrambi con Paolo Fresu ospite.

 

R. Casarano è direttore artistico, e ideatore insieme all’associazione MusicAltra, del “Locomotive Jazz Festival” giunto alla VI edizione (2011) nel suo paese natale Sogliano Cavour (Le). Il Festival ha ospitato numerosi ospiti di fama internazionale insieme a jazzisti salentini, riscuotendo ampio consenso di pubblico: (www.locomotivejazzfestival.it)

 

Alcuni tour internazionali: Belgio, Kosovo, Zimbabwe, Mozambico, Francia, Londra.

 

I premi: Premio Zinzulusa d’ argento (Castro Marina-LE) 2006; Riconoscimento del Comune di Sogliano Cavour, per la direzione artistica del LOCOMOTIVE JAZZ FESTIVAL 2006; Riconoscimento al disco LEGEND (Pupi AVATI 2006); Riconoscimento premio “CHE cà canta” per progettualità e contaminazione (Tuglie -LE- 2009)

 

Libri e DVD: 2009 : Libro “il ritmo nel tacco” (Sud Sound System, Après La Classe, Cesare Dell’Anna, Raffaele Casarano raccontano la musica del Salento); 2010 : DVD “Andare alla scoperta”(Università Del Salento)

 

DISCOGRAFIA: 2002: Manigold -tracce di sud-(FinisTerre record), 2003: Free-core (11-8 record), > 2005: Zina – (11- 8 record), 2005: Raffaele Casarano & Locomotive feat. Paolo Fresu with Orchestra Del Conservatorio T.Schipa – Legend- (dodicilune records), 2006: Ettore Carucci quartet -the quiet release- (naturalnote), 2007: Marco Bardoscia quartet feat. Gianluca Petrella “Opening” Luglio-Agosto 2007 – > 2007: Dario Muci “Mandatari” Anima Mundi, 2007: Andrea BRAIDO – “braidus in funk” (con ospite Raffaele Casarano) – RAI TRADE / Video Radio, 2007: Alberto Parmegiani Quintetto (C. Filippini, D. Congedo, G. Partipilo, M. Bardoscia, A.Parmegiani, R.Casarano), 2009: Raffaele Casarano & Locomotive – Replay- with P. Fresu (Emarcy-Universal), 2009: Fabrizio Savino feat. Raffaele Casarano e Luca Aquino (Alfa Music), 2010: Raffaele Casarano “ARGENTO” in uscita a Luglio 2010 (TukMusic-EMI), 2010 :“Strike” Aquino-Casarano in uscita a Settembre 2011(Blue Serge- Egea), 2010 “The Dreamer” Marco Bardoscia – (My favorite records – EMI)

 

COLLABORAZIONI: 2002 : Yari Carrisi-eye sea u-(Primato record), 2003: NEGRAMARO- in “gomma piuma”-(Sugar), 2004: Compilation S. Arcangelo Dei Teatri “Scatolophon”, 2005: V.De Lorenzi-Nuove ronde-(gas-tone record), 2006: 2005: V.De Lorenzi -Nuove ronde-(gas-tone record), 2007 : My Miles 11/8 records, 2007: Ninfa Giannuzzi “Tis Klèi”(Anima Mundi), 2008: Après La Classe –nuovo disco- in: “Gli Angeli” e “Simu li Pacci”, 2008: Alessandro Napolitano project / w M. Soskin (in uscita il disco), 2008: Francesco Del Prete “Corpi d’Arco” (Italymusic), 2009: Luca Aquino –Lunaria- (Emarcy-Universal), 2010: Après La Classe “Mammalitaliani” (Universal), 2010: Qui salento “Complilescion” ospite di Menamenamò, 2010: Afro Mediterranean Orchestra “serial thriller”(CNI), 2010: Puglia Sounds compilation – “Argento”(da Argento – Tuk Music – EMI), 2010: “Jazz Al Dente” (Bonsai Music – France)

MARCO BARDOSCIA (double bass)

Marco Bardoscia è nato il 18 Dicembre 1982.

All’età di dieci anni intraprende lo studio della chitarra ma dopo pochi mesi scopre il basso elettrico e si dedica allo studio di quest’ultimo prima prendendo lezioni da un musicista del proprio paese e poi autonomamente, successivamente studierà per un periodo con Massimo Moriconi. A quindici anni si iscrive alla classe di Contrabbasso del conservatorio Tito Schipa di Lecce dove conseguirà il diploma nel 2005 sotto la guida del  M° Leonardo Presicci. Durante gli anni del conservatorio va maturando una forte passione per la musica Afroamericana, comincia a trascrivere i grandi maestri del jazz e studia gli standards, pane quotidiano di ogni jazzista, colleziona tra l’altro esperienze musicali di vario tipo spaziando dal Rock al Pop alla World Music sino alla musica classica e al Jazz suonando in molti festival in Italia, Belgio, Germania, Kosovo, Marocco, Olanda, Grecia, Turchia, Irlanda e Francia.

Nel 2002 frequenta le clinics di Umbria Jazz e vince il premio al talento emesso dal BERKLEE COLLEGE OF MUSIC di Boston (USA) e viene inoltre invitato come artista nell’ambito della rassegna Umbria Jazz Winter dello stesso anno. Nel 2005 è finalista con il Nicola Andrioli quartet nel concorso internazionale Ethno- Jazz svoltosi a Milano vincendo il secondo premio e la pubblicazione dei due brani eseguiti nella finale.

Nel 2006 vince il premio Jimmy Woode come miglior contrabbassista (premiato da una giuria composta tra gli altri da Buster Williams e Giorgio Rosciglione) nel concorso Ronciglione jazz festival nel quale si classifica terzo con il Francesco Saguto Quintet.

Nel 2007 pubblica il suo primo disco da leader dal titolo “Opening” con ospite Gianluca Petrella, e ad Aprile 2011 il secondo: “The Dreamer”, prodotto dalla My favorite Records.

Vanta collaborazioni di rilievo nel panorama jazzistico europeo, Paolo Fresu, Gianluca Petrella, Ernst Reijseger, Perico Sambeat, Raffaele Casarano, Luca Aquino, Banda municipal de santiago de Cuba sono alcuni dei nomi con cui ha collaborato.

 

MARCELLO NISI (drums)

Figlio d’arte (padre pianista e compositore classico e jazz), comincia i suoi studi musicali in tenera età diplomandosi, all’età di 21 anni, in violoncello.

Ha svolto intensa attività concertistica in ambito classico (in formazioni cameristiche ed orchestrali), diretto da prestigiosi direttori d’orchestra e suonando con solisti classici di livello internazionale.

Contemporaneamente agli studi classici coltiva la passione per il jazz e la batteria studiando privatamente.

Ha partecipato a seminari con Elvin Jones, Gene Jackson, Dave Weckl, Dom Famularo, Kim Planfield, Marcus Minnemann, Dejan Terzic, Israel Varela, Tony Arco, Massimo Manzi, Phil Maturano, Enzo Zirilli, Ettore Fioravanti, Enzo Lanzo, Ron Petrides ed altri.

Batterista dal sound prettamente afro-americano, ha improntato il suo drumming, dopo anni di studio, su batteristi quali: Art Blakey, Max Roach, Philly Joe Jones, Elvin Jones, Roy Haynes, Tony Williams, Jack DeJohnette, Al Foster, Jeff “Tain” Watts, Brian Blade, Bill Stewart. In modo particolare, lo studio di Elvin Jones, Roy Haynes, Tony Williams, Jack DeJohnette ne caratterizzano lo stile.

Musicista attivo nel panorama jazzistico ha suonato con musicisti quali Antonio Faraò, Benny Golson, Sonny Fortune, Chico Freeman, “Ku-Umba” Franck Lacy, Philip Catherine, Miroslav Vitous, Bob Franceschini, Jed Levy, Joony Booth, Paolo Fresu, Dado Moroni, Marco Tamburini, Carlo Atti, Robert Bonisolo, Martin Gjakonovski, Andrea Beneventano, Ron Seguin, Hadrien Feraud, Andy Gravish, Greg Burk, Michael Rosen, Nico Morelli, Fabio Morgera, Henry Cook, Ben Charest, Mark Inouye, Francesco Bearzatti, Adam Rapa, Daniele Scannapieco, Marcello Rosa, Marco Vaggi, Max Ionata, Barend Middelhoff, Beppe Caruso, Tino Tracanna, Eddie Palermo, Alessio Menconi, Ana Flora, Rosa Emilia Diaz, Antonio Tosques, Tiziana Ghiglioni, Maria Pia De Vito, Joyce Yuille, Joy Garrison, Stefania Antonini, Luca Aquino, Martin Jacobsen, Mathias Duplessy, Marco Ricci, Piero Orsini, Roberto Ottaviano, Aldo Vigorito, Dino Plasmati, Raffaele Casarano, Marco Bardoscia, Mauro Campobasso, Paolo Di Sabatino, Elisabetta Guido, Gianni Lenoci, Giuseppe Bassi, Gaetano Partipilo, Mirko Signorile, Giorgio Vendola, Luca Pasqua, Antonio Nisi, Marco Di Battista, Giulio Martino,  Aldo Bucci, Gabriele Pesaresi, Alberto Parmegiani, Ettore Carucci,  Pierluigi Balducci, Antonio Nisi, Paola Arnesano, Patrizia Conte, Tom Kirkpatrick,  Nuccy Guerra, Daniella Firpo, Daniela D’Ercole, Larry Ray,  Tia Architto, Sakis Papadimitriou, Georgia Sylleou, in the Santiago de Cuba Municipal Band (Alberto Parmegiani quintet), etc…

E’ recente la collaborazione, nel Quartetto “Locomotive”, con Eugenio Finardi e Giuliano Sangiorgi.

Ha suonato in importanti rassegne nazionali ed internazionali quali: “Jazz in Palmengarten” (festival di Francoforte – Germania), “Jazz’n mehr” (Glarus – Svizzera), “Jazz World Music” (Essen – Germania), “Widder Jazz Festival” (Zurigo – Svizzera), “Festival delle Crete Senesi”, “Taranto e il mare”, “Jazz, Soul & Blues”, “Le pietre che cantano”, “Festival Internazionale della chitarra”, “Festival del Blues”, “Festival dell’EnoJazz” di Acaja, “Take five spaghetti”, “Echi Nell’isola”, “3° Festival Jazz & Blues” di Rivoli (To), “Gezziamoci 2003” (Onyx Matera), “Profumi di musica 2004”, “Torre Coccaro Jazz Festival”, Jazz Festival di Otranto ’04, Barga Jazz 2003, “September Jazz”, al Blue Note di Milano (Luglio ’05 nel Sonny Fortune Quartet), BeatOnto Jazz Festival 2007, Festival di Monopoli 2007, Serravalle Outlet Jazz Festival 2009, Peperoncino Jazz Festival (2007, 2008, 2009) Lokomotive Jazz Festival di Sogliano (2007, 2008, 2012), Summer Jazz 2007 “Città di Ascoli”, il Barocco Festival 2008, a Mosca (Russia) nel “Moscow International Performing Arts Centre” (Dicembre ’11), etc…

Ha collaborato in diverse produzioni artistiche con l’Orchesta Internazionale I.C.O. della Magna Grecia.

Nel tempo, oltre che esibirsi nei più prestigiosi jazz club italiani, ha avuto modo, di esibirsi in importanti Jazz club in Svizzera, Germania, Belgio, Galles, Russia, Albania etc…

 

Attualmente è impegnato in molteplici progetti musicali: Quartetto “Locomotive”; il “The Other Trio” plays “The Other Trane”; Open Jazz Trio; Ope n Jazz Quartet;  Marco Di Battista “Four”; Italian Jazz Quartet; in Trio, Quartetto e Quintetto con (Henry Cook, Greg Burk, Ron Seguin e la partecipazione straordinaria di Franck Lacy); spesso suona nel trio italiano di Antonio Faraò. E’ collaboratore M.C. Drums.

 

Tra i nomi annunciati nel Mese di Gennaio figurano: Pasquale Mirra, Domenico Caliri, Raffaele Casarano, Marco Bardoscia, Marcello Nisi e numerose altre formazioni. Il programma completo è visibile sulla pagina facebook dell’Associazione “Jazz e Libertà”.

La programmazione prevede concerti ogni Sabato con inizio alle ore 22:00 e ad INGRESSO LIBERO!!!

 

INGRESSO LIBERO – Gradita la PRENOTAZIONE.

                                                                                                                                                                    

Bar Italia Jazz Club

Corso Della Repubblica 106, Cassino (FR), uscita autostrada A1: Cassino

Tel.: 3898817023 e-mail: jazzeliberta@gmail.com

Associazione culturale ” Jazz e Libertà” e-mail: jazzeliberta@gmail.com

Twitter: www.twitter.com/JazzeLiberta

Per seguirci su Facebook:  www.facebook.com/jazze.liberta

Direttore artistico: Roberto Reale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi