Prove Generali. Il teatro va in montagna?

Prove Generali. Il teatro va in montagna?

Prove Generali. Il teatro va in montagna? – PROVE GENERALI è una rassegna di drammaturgia contemporanea, che ha avuto la sua edizione pilota nel 2017 e che si propone di creare uno spazio di programmazione teatrale indipendente in Valle d’Aosta, rispondendo a una necessità diventata impellente.

Si svolge dal 27 marzo al 24 aprile 2019 a Morgex, un comune montano tra Aosta e Courmayeur. La rassegna è organizzata dalla compagnia teatrale Palinodie che affianca alla creazione dei propri spettacoli il lavoro di divulgazione e diffusione teatrale.

PROVE GENERALI – Presentazione

Noi. Gli altri. La natura. Il mondo.

Viviamo in un’epoca difficile, dove tutto è possibile ma le relazioni faticano a instaurarsi e a rimanere al centro delle nostre vite. Il programma di Prove Generali – Il teatro va in montagna? 2019 prende spunto da questa riflessione ed è un manifesto contro la solitudine e l’isolamento.

Gli spettacoli che vi proponiamo, gustati pagina dopo pagina, affondano le mani nelle fragilità di ogni individuo e mostrano personaggi che sempre di più sanno essere persone. Sulla scena ci pongono un’infinità di domande e si lasciano trasformare dal loro desiderio di felicità.

Felicità che forse non si compirà davanti ai nostri occhi di spettatori, ma di cui intravediamo la luce, la possibilità. Tra le parole e gli sguardi di chi ha scelto di raccontarci la sua storia, ci si può dimenticare se sia vera o inventata.

Osservare qualcuno che cambia può accendere in noi lo stesso slancio, può nutrire la speranza di un cambiamento possibile: per questo il teatro ha un forte potere trasformativo. E ha, da sempre, una imprescindibile valenza politica, anche quando affronta la dimensione privata dei sentimenti.

Realizzare questa rassegna è per Palinodie una forma di resistenza culturale. Una resistenza contro l’intrattenimento e la distrazione che ci rendono sempre più tristi e inconsapevoli. Una resistenza a favore della centralità del pensiero critico.

Il gesto stesso di andare a teatro è un moto di uscita dall’isolamento: ci obbliga a lasciare casa, ad andare verso qualcosa che non sappiamo se ci piacerà, a incontrare qualcuno che non conosciamo, a rompere un’abitudine e in un luogo così inusuale poi, la montagna.

Vi lanciamo questa sfida. Venite a teatro. Sarà un bel viaggio. Le poltroncine sono comode. Rideremo. Piangeremo. Forse penseremo.

Venite a teatro: non siamo soli.

Stefania Tagliaferri

direttrice artistica Palinodie compagnia teatrale

PROVE GENERALI – Il cartellone 2019

Mercoledì 27 marzo 2019, ore 20:15

Ommioddio

Francesca Franzè, Brescia

drammaturgia Luca Serafini

con Francesca Franzè e Luca Serafini

regia e spazio Franzè, Serafini

Cosa faresti se ti dicessero che il mondo finirà tra 11 giorni e che è in atto un’invasione aliena? Iole reagisce senza modificare la sua routine di donna anziana. Dorme, si sveglia, prende le medicine e parla con un marito che non c’è più. A sovvertire l’ordine ci pensa Mario, un alieno arrivato da Marte con un bagaglio di citazioni cinematografiche e la convinzione che arriverà Bruce Willis per il colpo di scena finale.

Selezionato al Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro ed. 2015, finalista di Intransito 2015 e di Strabismi Festival 2016.

Durata 60 minuti

Il 27 marzo è la giornata internazionale del Teatro. Palinodie aderisce a questo network mondiale organizzando un aperitivo per festeggiare insieme l’arte della rappresentazione, i suoi limiti e le sue bellezze. L’appuntamento è alle 19:30 nel foyer dell’Auditorium comunale di Morgex.

Sabato 30 marzo 2019, ore 21:15 // Domenica 31 marzo 2019, ore 18:00

Intimità

Amor Vacui, Padova

scrittura condivisa Lorenzo Maragoni, Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo, Andrea Tonin, Michele Ruol

regia Lorenzo Maragoni

con Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo, Lorenzo Maragoni

produzione Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale / La Piccionaia – Centro di Produzione Teatrale in collaborazione con Armunia Centro Residenze Artistiche Castiglioncello – Festival Inequilibrio

Perché le mie relazioni non riescono a durare? Perché in una coppia mi sembra di annullare me stesso? Perché sono sei mesi che non facciamo sesso, amore mio? Intimità è uno spettacolo intorno alla nostra tendenza a ripetere, nelle relazioni, gli stessi schemi. E intorno al casino che ne consegue.

Menzione speciale della giuria al Premio Scenario 2017.

Durata 60 minuti

Sabato 6 aprile 2019, ore 21:15 // Domenica 7 aprile 2019, ore 18:00

Almost, Maine

Compagnia Indipendente dei Giovani Umbri, Perugia

di John Cariani, traduzione di Jacopo Costantini

regia Samuele Chiovoloni

con Giulia Trippetta, Silvia Zora, Ludovico Rohl, Jacopo Costantini

È amore, ma non abbastanza. In un freddo venerdì sera nel Maine, spaccati di vita in bilico fra ordinario e straordinario. Un gigantesco dono da restituire, un’aurora boreale da aspettare in un campo di patate. E un cuore spezzato, come sempre, da riparare. Il tuo?

Almost, Maine di John Cariani è un vero e proprio bestseller del teatro americano contemporaneo che non ha smesso di essere rappresentato dall’anno della sua uscita, il 2004. In questa sede, grazie all’intuizione della Compagnia Indipendente dei Giovani Umbri, abbiamo la possibilità di vederlo per la prima volta in una versione italiana.

ll progetto ha vinto la borsa di produzione Anna Pancirolli e contestualmente anche la menzione assegnata dagli allievi delle scuole di Milano come miglior spettacolo. Finalista a Giovani Realtà del Teatro presso l’Accademia Nico Pepe di Udine.

Durata 60 minuti

Sabato 13 aprile 2019, ore 21:15 // Domenica 14 aprile 2019, ore 18:00

Apnea. La più giovane delle Parche

Palinodie, Aosta

drammaturgia Verdiana Vono

regia Stefania Tagliaferri

musiche dal vivo David Cerquetti

con Maria Chiara Caneparo, Alice Corni, Elisa Zanotto

Sei felice? E perché no? Tre coinquiline condividono la casa e il non sapere cosa le abbia portate a questo punto della loro vita. Parlano ed esplodono, ma sanno rinascere. Tutto in una vasca da bagno. Fucsia. Un racconto mitico per i nostri giorni.

Prima assoluta della versione musicata! I temi per pianoforte composti da David Cerquetti e interpretati dal vivo alla tastiera abbracciano la dimensione onirica dello spettacolo e diventano una chiave per lasciarsi andare alla forza dell’aria, nella battaglia delle protagoniste contro l’apnea.

Spettacolo finalista al Premio Incroci Teatrali 2016, Selezionato dall’Ordine degli Psicologi della Valle d’Aosta nel 2017 (Periferie Esistenziali) e di Trento nel 2018  (Ascolto).  Selezionato al Roma Fringe Festival 2019.

Durata 60 minuti

Martedì 16 aprile 2019, ore 20:15

Ci ho le sillabe girate

Teatro Officina, Milano

drammaturgia Alberto Cavalleri

regia Enzo Biscardi

con Francesco Arioli, Stefano Grignani, Sebastian Luque Herrera, Pietro Versari

voce Elisa Canfora

Sai che alle volte anche a me sembra di essere dislessico? Un appartamento e quattro universitari innamorati delle vicine di pianerottolo, tre ragazze indiane. Il piano è conquistarle cucinando polpette. Partendo dalla loro esperienza personale, gli attori riescono a raccontare la dislessia con naturalezza e ironia.

Spettacolo patrocinato dall’Associazione Italiana Dislessia (AID) e programmato grazie al gentile sostegno della Fondazione Centro di studi storico-letterari Natalino Sapegno – ONLUS. Dopo la rappresentazione è previsto un momento di dialogo per confrontarsi con gli artisti e conoscere le attività della sezione aostana dell’AID.

Durata 60 minuti

Mercoledì 24 aprile 2019, ore 18:00

Nome di battaglia Lia

Teatro della Cooperativa, Milano

testo e regia Renato Sarti

musiche Carlo Boccadoro

con Marta Marangoni, Rossana Mola, Renato Sarti

Milano. Quartiere di Niguarda. La partigiana Lia e le sue compagne sono protagoniste di eroismi quotidiani, gesti di solidarietà, battaglie per un’Italia senza più il fascismo. Una storia che parla della forza della vita. Un ritratto tragico e vivace della Milano resistente, dedicato al coraggio di chi non si volta dall’altra parte.

Lo spettacolo nasce nel 2003 e, dopo sedici anni di circuitazione, è ormai un classico del teatro civile italiano. Per questo spettacolo la Presidenza della Repubblica ha conferito una medaglia commemorativa al Teatro della Cooperativa. Replica organizzata con il patrocinio della sezione A.N.P.I. Aosta – Alta Valle.

Durata 75 minuti

PROVE GENERALI – Biglietteria

Biglietti e abbonamenti

Biglietti: intero 10 €, ridotto* 8 € Abbonamento: intero 40 €, ridotto* 35 €

Per agevolare l’ingresso a teatro, invitiamo il gentile pubblico a prenotare i biglietti e gli abbonamenti tramite email all’indirizzo di posta elettronica: info@palinodie.it o al numero di telefono: 349 092 3053. Sarà possibile acquistare i biglietti a teatro nei giorni di recita. Prove Generali aderisce a 18app.

Perché abbonarsi?

Perché vedere tutti gli spettacoli permette di avere uno sguardo di insieme che è come una storia in più, che le comprende tutte. Per non farsi prendere dalla pigrizia dell’ultimo minuto. Perché è più conveniente. Perché avrete in regalo una borraccia di Prove Generali da sostituire alle bottiglie di plastica usa e getta!

*Riduzioni: under 29, dipendenti Unicredit, iscritti al CRIDIP BCC valdostana, mobilità sostenibile.

L’auditorium di Morgex è accessibile a spettatori con disabilità motoria.

PROVE GENERALI – Crediti

Direzione artistica Stefania Tagliaferri

Direzione esecutiva Verdiana Vono
Segreteria organizzativa Luisa Zanin
Supporto logistico Mariarosa Rosso
Immagine coordinata Valentina Nota

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi