Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa, il bando scade il 24 aprile 2015

Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa, il bando scade il 24 aprile 2015

 

BIANCA D’APONTE INTERNATIONALE: DOPO LA SERATA DI BARCELLONA, UN ALBUM E UN NUOVO PREMIO

UN CD CON LE CANZONI DELLA CANTAUTRICE CAMPANA IN 15 LINGUE E UN RICONOSCIMENTO AD UNA ARTISTA STRANIERA NELL’UNDICESIMO PREMIO BIANCA D’APONTE IL 16 E 17 OTTOBRE AD AVERSA

 

É stato il talento di Bianca d’Aponte a portare la canzone d’autore italiana al femminile a Barcellona l’8 marzo ed ora, da quell’esperienza, prendono il via due nuovi progetti: un premio e un cd internazionale.

Nel giorno della donna, nella città catalana una serie di artiste internazionali hanno interpretato in varie lingue diversi brani di Bianca, la cantautrice campana scomparsa a soli 23 anni mentre lavorava al suo primo disco. Ma le loro voci arriveranno anche in Italia attraverso un cd, ideato da Cose di Amilcare, la costola catalana del Club Tenco che ha organizzato la serata di Barcellona. L’album conterrà quelle ed altre canzoni della cantautrice eseguite in almeno quindici lingue: dall’italiano all’inglese, dallo spagnolo al tedesco, dal francese al catalano e al maltese ma anche il catalano algherese, il russo, il ceco, il maori, il basco, il portoghese, l’alsaziano, il greco e altri idiomi. Il cd sarà presentato durante l’undicesimo Premio Bianca d’Aponte, l’unico concorso italiano per cantautrici, che si terrà ad Aversa il 16 e il 17 ottobre, durante il quale verrà anche attribuito per la prima volta il “Premio Bianca d’Aponte Internazionale” ad una artista straniera scelta da Fausto Mesolella, direttore artistico del d’Aponte, e da Cose di Amilcare.

La collaborazione fra il Premio d’Aponte e Cose di Amilcare quindi si rafforza e mira a creare sempre nuove occasioni per la valorizzazione della canzone artistica femminile. Così com’è stato per l’evento spagnolo che, oltre a portare in scena interpretazioni di grande qualità, non ha lesinato emozioni reali che hanno valicato ogni barriera linguistica. “In quella serata – racconta Gaetano d’Aponte, padre di Bianca e patron del Premio a lei dedicato – tutto poteva apparire normale, eppure l’attesa e l’emozione che sentivo normali non erano, come non lo era la presenza di tanti amici venuti apposta dall’Italia a testimoniare il loro amore per Bianca, la mia Bianca, protagonista della serata. Il pensiero che a portarci fin là fosse stata Lei, col Suo talento e la Sua capacità di farsi amare anche da chi non ha avuto modo di conoscerla, come Sergio Secondiano Sacchi, promotore dell’evento, mi frastornava, rendendomi al tempo stesso orgoglioso e malinconico ma anche cosciente che Bianca c’è!”.

Intanto è disponibile il bando della nuova edizione del “Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa”, la cui scadenza è fissata per il 24 aprile 2015. Le dieci finaliste saranno selezionate da un Comitato di garanzia composto, come per le passate edizioni, da cantanti, autori e compositori di notevole spessore artistico nonché da operatori del settore e critici musicali. La partecipazione è gratuita. Alla vincitrice sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000,00; per la vincitrice del Premio della Critica la borsa di studio sarà di € 800,00. Riconoscimenti speciali andranno alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore composizione musicale.

Per il bando completo e la scheda di partecipazione: www.premiobiancadaponte.it o www.sonounisola.it

Per ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937 info@biancadaponte.it o info@sonounisola.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi