Polizia di Stato di Foggia, nuove misure cautelari

Polizia di Stato di Foggia, nuove misure cautelari

Polizia di Stato di Foggia, nuove misure cautelari – La Polizia di Stato di Foggia sta eseguendo numerose misure cautelari, nei confronti di altrettante persone ritenute responsabili di estorsione, detenzione abusiva di armi e traffico di sostanze stupefacenti.

Le indagini hanno permesso di ricostruire la struttura criminale dei potenti sodalizi ROMITO e NOTARANGELO, operativi nell’entroterra foggiano e con proiezioni criminali in tutta l’area del Gargano.

I provvedimenti, 25 al momento quelli eseguiti, rappresentano il frutto di complesse indagini – condotte da un gruppo investigativo, coordinato dal Servizio Centrale Operativo e composto da investigatori delle Squadre Mobili di Foggia e di Bari – che colpiscono un sodalizio criminale e la sua penetrazione nel tessuto economico dell’area, attuata attraverso una forte pressione estorsiva nei confronti di diversi imprenditori edili e commercianti di Manfredonia e Vieste.

L’odierna operazione consente alla Polizia di Stato di colpire le attività illecite del clan ROMITO protagonista di una sanguinosa e cruenta “guerra di mafia” con il contrapposto clan LI BERGOLIS-PACILLI che fece registrare, tra l’aprile 2009 e il giugno 2010, 7 omicidi nei confronti di esponenti di vertice dei contrapposti sodalizi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi