Pasqua, intensificati i controlli dei carabinieri

Pasqua, intensificati i controlli dei carabinieri

Guidonia Montecelio – Controlli straordinari dei carabinieri per le festività pasquali: anche 3 persone arrestate e oltre 5 chilogrammi di stupefacente sequestrato.

 

I Carabinieri della Compagnia di Tivoli, in linea con le indicazioni del Comando Provinciale di Roma, hanno intensificato, soprattutto nell’arco orario notturno, i servizi di prevenzione ai reati predatori nelle zone maggiormente colpite da questo fenomeno, in occasione delle festività pasquali. Il comune di Guidonia Montecelio rimane “sorvegliato speciale”; le autoradio dei Carabinieri hanno percorso le vie dei quartieri Marco Simone, Setteville e Setteville Nord e Colleverde, dove i furti in villa hanno creato preoccupazione tra i residenti. E’ iniziato un attento monitoraggio delle persone che gravitano in quelle zone e in orari inconsueti, soprattutto durante la notte: nella sola serata di ieri sono stati effettuati 12 posti di controllo, sono stati controllati circa 80 veicoli ed identificate più di 90 persone, di cui 30 risultate positive al controllo in Banca Dati. Un montenegrino è stato arrestato per evasione, poiché trovato a diporto per le strade del Comune di Guidonia benchè fosse sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso uno dei campi nomadi della Capitale. Quattro uomini, tra i 21 ed i 48 anni, sono stati denunciati per aver guidato le proprie autovetture sotto l’effetto di sostanze alcoliche, raggiungendo un tasso alcolemico fino a 1,2 g/l. Un italiano ed un romeno, rispettivamente di 50 e 22 anni, sono stati deferiti in stato di libertà poiché trovati in possesso di arnesi atti allo scasso come piedi di porco e simili. Hanno agito in contemporanea alle gazzelle dell’Arma, i militari dell’Aliquota operativa della Compagnia di Tivoli che, dopo giorni di pedinamenti, sono riusciti ad individuare l’appartamento dove una giovane coppia deteneva hashish e cocaina per poi tagliarla e rivenderla. Così un 34enne ed una 27enne romani ma domiciliati a Guidonia sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti poiché sono stati trovati in possesso di oltre  5 chilogrammi di hashish e circa 50 grammi di cocaina, nonché di tutto l’occorrente per il taglio ed il confezionamento della sostanza. Dal quantitativo si sarebbero potute ricavare oltre 17mila dosi. Infine sotto il coordinamento del Comando Gruppo Carabinieri di Frascati, i Carabinieri della Compagnia di Tivoli hanno messo in gioco tutte le proprie forze: ogni notte circolano 4 pattuglie nella giurisdizione di Guidonia, coordinate dalla locale Tenenza. Rimane l’auspicio dei Carabinieri affinchè la preziosa collaborazione che i cittadini ed i comitati di quartiere stanno fornendo, anche con la semplice segnalazione al 112 di automobili sospette, possa rimanere continua e costante.

 

 

Antiabusivismo: I carabinieri denunciano 3 cittadini bengalesi che vendevano prodotti d’alta moda con marchi falsi. Sequestrate anche etichette fasulle che incollavano sulla merce.

 

ROMA – Nell’ambito del dispositivo di controllo disposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma per l’operazione “Pasqua Sicura”, l’attenzione dei militari viene rivolta anche alle situazioni di degrado e abusivismo che ledono l’immagine della Capitale, in particolar modo nell’affollatissimo centro storico. Nella giornata di ieri, infatti, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno denunciato a piede libero tre cittadini del Bangladesh con l’accusa di vendita di prodotti con marchi contraffatti. I tre stranieri, di 30, 31 e 36 anni, tutti nella Capitale senza fissa dimora, sono stati scoperti dai militari in Via delle Muratte, a due passi dalla Fontana di Trevi, mentre vendevano portafogli, cinture, orologi, borse ed altri oggetti delle migliori griffe, con marchi contraffatti. I militari dell’Arma li hanno subito bloccati ed accompagnati in caserma. I tre avevano in loro possesso anche delle etichette di famose marche che opportunamente attaccavano con della colla sugli articoli che mettevano in vendita.

 

Ricercato europeo arrestato dai carabinieri.

 

Roma – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, hanno arrestato, un cittadino romeno, di 46 anni, ricercato in ambito Europeo per i reati di minaccia ad agente e violazione delle norme a tutela dell’ordine pubblico e della moralità. I militari, ieri sera, in piazza San Giovanni Di Dio nel corso di un posto di controllo hanno fermato un auto, con targa straniera, a bordo della quale viaggiava l’arrestato. I militari hanno effettuato dei controlli al guidatore e poi anche al 46enne, che al momento era privo di documenti di identità. Una volta identificato compiutamente nell’effettuare l’accertamento alla banca dati delle forze d’ordine è emerso che a suo carico vi era un mandato d’arresto Europeo, emesso dalle autorità Rumene. Dopo l’arresto lo straniero è stato associato alla casa circondariale di Rebibbia in attesa che vengano avviate le procedure per l’espatrio in Romania dove dovrà scontare 2 anni di reclusione.

 

“Scafista” egiziano arrestato dai carabinieri. Era ricercato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

 

Civitavecchia (Rm) – Nella serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, hanno arrestato M.A.H 20enne egiziano, poiché colpito da un ordine di carcerazione. In particolare il giovane egiziano, in concorso con altri “scafisti”, una notte di settembre dello scorso anno, a bordo di una carretta del mare, dopo una lunga traversata partita dalle coste egiziane, ha tentato di traghettare sulle coste siracusane 82 cittadini extracomunitari a fronte del pagamento pro capite di 40.000 Ghinee Egiziane (circa 6000 euro), favorendone l’ingresso illegale nel territorio dello Stato. L’arrestato è stato associato al carcere di Borgata Aurelia, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Rubano 800 euro di profumi da un negozio di via del Corso, tre taccheggiatori arrestati dai carabinieri 

 

ROMA – Il piano straordinario per il controllo del territorio predisposto in occasione delle festività Pasquali dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma continua a dare i suoi frutti. Nelle ultime tre i taccheggiatori che cercavano di ripulire negozi e centri commerciali, approfittando della ressa, sono finiti in manette.  I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina, hanno arrestato tre cittadini romeni, due uomini di 34 e 37 anni ed una donna di 25 anni, con l’accusa di furto aggravato. I tre stranieri, tutti nella capitale senza fissa dimora, sono entrati in una profumeria di via del Corso, e una volta rimosse le placche antitaccheggio, hanno rubato 10 profumi per un valore complessivo di circa 800 euro. Un addetto alle vendite notata la scena ha immediatamente chiamato il 112. I militari dell’Arma di pattuglia nella zona hanno fermato i tre ladri nei pressi del negozio mentre stavano tentando di far perdere le proprie tracce con ancora indosso la refurtiva, che è stata recuperata e restituita al responsabile del negozio. Arrestati, i tre sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

 

 

Termini – Due cittadini romeni arrestati dai carabinieri, sorpresi mentre tentano di rubare un’auto in sosta.

 

Roma – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Piazza Dante, di pattuglia nell’ambito del piano straordinario di controllo per garantire una Pasqua sicura ai cittadini romani e ai turisti in visita nella Capitale, hanno arrestato due cittadini romeni, di 26 e 27 anni, con l’accusa di tentato furto aggravato. I due stranieri, in via Giolitti, hanno forzato lo sportello di un’auto in sosta nel tentativo di rubarla. Sfortunatamente per loro, una pattuglia di militari dell’Arma in transito, è intervenuta e li ha immediatamente bloccati. Arrestati, i due ladri sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

 

Operazione antidroga dei carabinieri in vari quartieri della Capitale. Nove persone arrestate, sequestrate centinaia di dosi di hashish, cocaina e marijuana.

 

I Carabinieri di Roma hanno eseguito un’operazione antidroga in vari quartieri della Capitale. L’attività è inquadrata nel piano straordinario di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma per le festività pasquali. Il bilancio è di 9 pusher arrestati e oltre una decina di persone segnalate all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntori di droghe. Durante le verifiche sono state sequestrate centinaia di dosi di hashish, cocaina e marijuana pronte per essere vendute. In particolare, in via sante Bargellini e via Salaria, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro hanno arrestato un romano di 29 anni, incensurato, sorpreso mentre cedeva un panetto di hashish da 50 grammi ad un cliente 32enne, appositamente venuto a Roma da Bolsena (VT) per fare affari. Le successive perquisizioni scattate nelle rispettive abitazioni hanno portato al sequestro di altri 20 grammi di hashish e alcune dosi di cocaina. In via Rattazzi, invece, i Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia hanno arrestato un cittadino del Ghana di 26 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine. Anche in questo caso i militari sono intervenuti bloccando la trattativa tra il pusher ed un cliente sull’acquisto di 20 grammi di marijuana. I Carabinieri della Stazione Roma Villa Bonelli hanno arrestato un pregiudicato romano di 28 anni e una ragazza incensurata di 19 anni, entrambi domiciliati in via Marebbe, dove sono stati trovati in possesso di dosi di cocaina, hashish e circa 1.000 euro in contanti ritenuti provento della loro illecita attività. Un cittadino egiziano di 24 anni è stato “pizzicato” in piazza Re di Roma dai Carabinieri della Stazione Roma San Giovanni: stava tentando di piazzare alcune dosi di hashish. Sul Lungotevere dei Tebaldi, i Carabinieri hanno arrestato un cittadino palestinese trovato in possesso di alcune dosi di hashish pronte per essere vendute. In via Macerata, infine, i Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone hanno arrestato due cittadini del Bangladesh di 29 e 38 anni che a seguito di un controllo sono stati pizzicati con dosi di eroina e marijuana.

 

Improvvisa spogliarello nel treno per far colpo su una ragazza. Cittadino romeno denunciato dai carabinieri per atti osceni.

 

Roma – Ha iniziato a denudarsi nella carrozza del treno proveniente da Cesano, diretto alla Stazione Ostiense, approfittando di essere rimasto solo nel vagone con una bella ragazza 22enne originaria dell’Ecuador. Protagonista dell’improvvisato spettacolo di Burlesque è stato un ragazzo romeno di 22 anni domiciliato nella Capitale. Quel tipo di approccio, però, non è stato per nulla gradito e la ragazza ha iniziato ad urlare, fuggendo nelle altre carrozze per chiedere aiuto. Un Carabiniere della Stazione Roma Aventino, in quel momento libero dal servizio che si trovava nel vicino scomparto, udite le urla della giovane si è qualificato ed ha prestato aiuto alla ragazza, fortemente agitata e spaventata. A quel punto il treno è giunto alla stazione F.S. Ostiense e il militare ha avvisato di quanto stava accadendo sul treno i suoi colleghi della Stazione. Subito dopo, il militare ha sorpreso il giovane romeno mentre stava tentando di ricomporsi. Nei suoi confronti è scattata la denuncia a piede libero per atti osceni.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi