Nuova presentazione del romanzo “I ditteri” di Marco Visentin il 15 dicembre alla Biblioteca Enzo Tortora di Testaccio a Roma

Nuova presentazione del romanzo “I ditteri” di Marco Visentin il 15 dicembre alla Biblioteca Enzo Tortora di Testaccio a Roma

Nuova presentazione del romanzo “I ditteri” di Marco Visentin il 15 dicembre alla Biblioteca Enzo Tortora di Testaccio a Roma

Tra Testaccio, il Monte dei Cocci e la Piramide Cestia. È qui che si svolge la nuova presentazione del romanzo di Marco Visentin dal titolo “I ditteri” (Licosia editore), venerdì 15 dicembre alle ore 17,30, alla Biblioteca Comunale Enzo Tortora di Via Nicola Zabaglia, 27/b a Roma, in quello che si prospetta come un vero e proprio tour delle biblioteche da parte del libro.
“I ditteri” parla di una studiosa di insetti, che scopre una qualità straordinaria delle mosche che potrebbe cambiare in meglio il genere umano. È dunque una storia del genere umano, all’interno di una società totalitaria e alienante, ma anche e soprattutto l’eterna storia della differenza tra essere e apparire, tra ciò che siamo e ciò che siamo diventati, in un futuro che è davvero troppo simile al nostro presente.
Il precedente incontro era stato alla Biblioteca di Valle Aurelia, e la scelta di presentare il romanzo nelle biblioteche del Comune di Roma è fortemente voluta. La genesi del libro risale a circa quindici anni fa, quando l’idea narrativa e il primo capitolo della storia furono selezionati nella rassegna di arte giovanile del Comune Enzimi, ideata dall’attuale vicesindaco e assessore alla crescita culturale della capitale, Luca Bergamo. Oggi non esiste sede più adatta per presentare il romanzo finito che nella rete delle biblioteche del Comune di Roma.
Sulla qualità del libro non è l’autore che deve esprimersi. Per questo si lascia la parola a chi ha finora recensito il libro:
– “Ne I Ditteri sono cuciti insieme elementi, pensieri, possibilità ed evocazioni future che difficilmente sarebbero potute esser accostate in uno stile più ordinato”. (Flavia Vittorini, Media & sipario)
– “Un libro adatto ad una lettura pensata, ragionata, riflessa”. (Chiara Pompeo, Isola dei Libri)
– “Stile lineare, senza troppi fronzoli, ma dove trovano posto fantasia e sarcasmo, bilanciati finemente tra loro”. (Francesca Buffo, Periodico italiano magazine)
– “La scrittura è curata nei minimi dettagli, si riesce ad entrare nel libro con i pensieri” (Sara Cacciarini, Culturamente)
– “Una scrittura efficace e ritmata che attraversa diverse modalità di espressione in un racconto estremamente eclettico” (Riccardo Muzi, EcoDelCinema)
– “Sullo sfondo di teorie e filosofie, i personaggi vivono l’alienazione dell’attuale società.” (Manlio Triggiani, Gazzetta del Mezzogiorno)
– “Prosa ricercata, scabra, dura, feroce e ammaliante” (Gabriele Ottaviani, Convenzionali blog)
Pagina Facebook dell’evento I ditteri di Marco Visentin alla Biblioteca Enzo Tortora

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi