Musica internazionale per raccontare l’Italia. Numeri e impressioni della Notte della Musica Emergente – Finalissima Tour Music Fest 2013

Musica internazionale per raccontare l’Italia. Numeri e impressioni della Notte della Musica Emergente – Finalissima Tour Music Fest 2013

Musica internazionale per raccontare l’Italia. Numeri e impressioni della Notte della Musica Emergente – Finalissima Tour Music Fest 2013  – In un periodo in cui i giovani vengono spesso accusati di “immobilismo” artistico o fuga verso nuovi lidi, la Notte della Musica Emergente – Finalissima Tour Music Fest svoltasi ieri 14 novembre al Piper Club di Roma, ha dimostrato che, al contrario, le nuove generazioni hanno molto da dire, da suonare, da cantare e da comunicare…attraverso la musica.

La serata ha visto alternarsi sul palco artisti provenienti da tutta Italia che esibendosi di fronte a una giuria capitanata da MOGOL e una folta platea di pubblico e addetti ai lavori, hanno convinto etichette e stampa, restituendo l’immagine di uno schieramento di giovani vivi, attivi e pronti a rimettersi in gioco, facendosi conoscere e apprezzare.

Musica impegnata, demenziale, pop, rock e d’autore per raccontare attraverso le migliori proposte della musica emergente come vive l’Italia in un decennio che ha visto sacrificati e messi da parte proprio i giovani.

“Non solo musicalmente” ha spiegato il Project Manager Gianluca Musso, giovane imprenditore che solo nel 2007 diede vita al festival “Ogni anno, e nel 2013 più che mai, girando la penisola durante le selezioni del Tour Music Fest, abbiamo riscontrato una voglia di riscatto, unita alla necessità di avvicinarsi al contesto internazionale senza perdere di vista la propria cultura. Una spinta importante di rinnovamento che – in questo caso – si fa forza e si rende visibile attraverso una musica di qualità, come sottolineato dallo stesso MOGOL, da sette anni presidente di giuria e sempre attento alle nuove generazioni di musicisti”

“La serata ha dimostrato anche in questo difficile 2013” ha proseguito il Dir. Artistico Alessandro Grande “che esiste una scuola artistica italiana degna della migliore scena europea, screvra da provincialismi, scuole di pensiero predefinite e talent…in una parola: Libera”.

Ed è stata proprio questa libertà artistica la protagonista di una serata fitta di ospiti, tra cui Renzo Rubino, apprezzatissimo Premio della Critica a Sanremo 2013, Veronica De Simone, già vincitrice Tour Music Fest nel 2010 e oggi terza classificata alla prima edizione di The Voice, gli Entropia, vincitori TMF 2012 e band del mese MTV New Generation, i Kismet, reduci dal tour europeo che li ha visti protagonisti in tutto il vecchio continente e Andrea di Giovanni da Amici 12 accompagnati sul palco dai VJ Marco Maccarini e Micaela Foti.

Quattro ore di musica live, con la TMF Band diretta dal Maestro Valter Sacripanti, e la giuria di qualità diretta da Mogol che, a notte inoltrata, ha decretato le migliori proposte 2013.

Premio Universal Tour Music Fest 2013: Superio
Premio Mogol Tour Music Fest 2013:
Capobanna
Premio Discografia CNI Music:
Capobanna
Premio Discografia  Alfa Music:
Giuliette
Premio Discografia  Rusty Records:
Cecilia Del Bono
Premio Usong.it:
Federica Abbate
Miglior Original Band Tour Music Fest 2013:
Superio
Miglior Cantautore Tour Music Fest 2013:
Il Duo
Miglior Interprete Tour Music Fest 2013:
Marco Costa
Miglior Batterista Tour Music Fest 2013:
Lorenzo Marinelli
Miglior Bassista Tour Music Fest 2013:
Federico Morra
Miglior Tastierista Tour Music Fest 2013:
Paolo Bornasier
Miglior Chitarrista Tour Music Fest 2013:
Alessandro Santacaterina

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi