Minacciava di morte e picchiava la ex compagna. Romano arrestato per stalking

Minacciava di morte e picchiava la ex compagna. Romano arrestato per stalking

Stalking – Minacciava di morte e picchiava l’ex compagna da 6 mesi. 45enne romano arrestato per stalking dai carabinieri.

 

Roma – Lo hanno colto sul fatto mentre si trovava sotto l’abitazione dell’ex compagna. Un 45enne romano, disoccupato e già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Alessandrina per “Stalking”, ai danni della sua ex compagna, una 50enne di origine francese, ma da anni residente a Roma. L’uomo non aveva accettato l’interruzione della loro relazione sentimentale e da circa sei mesi la minacciava continuamente di morte e in diverse occasioni l’ha aggredita colpendola con calci e pugni, cagionandole un perdurante e grave stato di ansia, tale che l’ha indotta a modificare le sue abitudini di vita. Ieri sera la donna,  quando si è accorta della presenza sotto casa dell’uomo ha avvisato il 112. I Carabinieri sono intervenuti immediatamente e lo hanno bloccato ed arrestato. Dopo l’arresto è stato portato in caserma dove è stato trattenuto, a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria, in attesa di essere giudicato lunedì mattina presso le aule di piazzale Clodio.

 

Castelli Romani –  Controlli dei carabinieri agli esercizi commerciali con la collaborazione del Nas. Elevate sanzioni amministrative per oltre 4.000 mila euro.

 

Frascati (Rm) – I Carabinieri delle Stazioni di Colonna e Rocca Priora, coadiuvati dai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Roma, hanno eseguito dei controlli mirati, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in materia igienico – alimentare, presso alcuni esercizi commerciali, elevando diverse sanzioni amministrative. A Colonna i controlli hanno riguardato una frutteria dove sono state riscontrate varie carenze igienico-sanitarie ed il proprietario è stato anche denunciato per aver tenuto in cattivo stato di conservazione dei prodotti caseari. All’uomo sono state contestate anche sanzioni amministrative per un importo pari a 2.000 Euro. A Rocca Priora i controlli, invece, sono stati orientati su un ristorante-pizzeria dove sono state contestate al gestore violazioni amministrative per carenze igienico-sanitarie e mancanza di etichettatura dei prodotti per un importo totale di oltre 2.000 euro. Ulteriori controlli verranno eseguiti dai militari presso altri esercizi commerciali nei prossimi giorni sempre per prevenire i reati specifici che riguardano la materia alimentare.

 

Roma – Raddoppiati i controlli su tutta la periferia sud-est  di Roma. Nella notte i carabinieri arrestano 10 cittadini romeni sorpresi a compiere furti in varie località.

 

Da ieri sera e per tutta la notte i Carabinieri del Gruppo di Frascati, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, hanno arrestato complessivamente dieci persone, tutti cittadini romeni, sorpresi a compiere reati contro il patrimonio. In particolare in via Gibellina, in località Tor Vergata, i Carabinieri della Stazione di Tor Vergata hanno arrestato con l’accusa di ricettazione, due romeni sorpresi a bordo di un motociclo, risultato rubato il 20 maggio scorso in zona Porta Pia. A Morena i Carabinieri dell’aliquota  radiomobile della Compagnia di Castel Gandolfo hanno bloccato 5 Romeni (3 uomini e 2 donne) che utilizzavano due passeggini (con all’interno due neonati) per nascondere e trafugare la merce asportata dagli scafali di un supermercato. In località Santa Palomba i Carabinieri della Stazione del Divino Amore  hanno arrestato per rissa altri 3 cittadini romeni, i quali, per futili motivi si stavano azzuffando tra di loro, e hanno dovuto ricorrere alle cure mediche presso l’ospedale di Pomezia per le lesioni riportate. Al fine di prevenire e reprimere il fenomeno dei reati contro il patrimonio, soprattutto nelle ore notturne e nei fine settimana, i Carabinieri del Gruppo di Frascati, proseguiranno senza sosta nei servizi di prevenzione, in modo da scoraggiare e cercare di porre un freno a questa tipologia di reati.

 

Roma – Lotta allo spaccio dello stupefacente. E’ di 13 pusher arrestati il bilancio dell’attività antidroga condotta dai carabinieri nelle ultime 48 ore. Sequestrate centinaia di dosi di stupefacente già pronte alla vendita.

 

Un’intensa attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti è stata condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, nelle ultime 48 ore, che ha interessato diversi quartieri noti della Capitale, maggiormente frequentati dai giovani. I militari hanno controllato i quartieri di Trastevere, San Lorenzo, Pigneto, arrestando complessivamente 13 spacciatori, tutti sorpresi nel pieno del loro business. A finire in manette questa volta sono stati 3 romani, di cui 2 studenti minorenni, di 17 anni, e un 26enne, e 9 cittadini stranieri, di cui 2 cittadini marocchini, di 24 e 26 anni, di 4 tunisini, di 20, 24, 25 e 47 anni, un cittadino del Gambia, di 30 anni, uno della Nigeria di 32 anni, ed in fine un cittadino egiziano di 55 anni, tutti senza fissa dimora e pregiudicati. I pusher, tutti vecchie conoscenze delle Forze dell’ordine, sono stati trovati in possesso di centinaia di dosi di marijuana, hashish, cocaina, eroina, marijuana, pronte per essere immesse nel mercato della droga. Nel corso delle successive perquisizioni domiciliari sono stati rinvenuti anche bilancini di precisione, materiale vario per confezionare la droga e circa 2 mila euro in contanti, rinvenuti nella disponibilità degli spacciatori, che sono stati sequestrati dai militari, poiché ritenuti provento della loro attività illecita. Sono stati anche identificati alcuni clienti, i quali, sono stati e segnalati al Prefetto di Roma come assuntori. Per tutti gli arrestati l’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arrestati saranno condotti presso le aule del Tribunale di piazzale Clodio per essere giudicati con il rito direttissimo.

 

Movida a Trastevere – Controlli dei carabinieri nella notte. In manette pusher nord-africano. Controlli dei Nas a bar e locali pubblici.

 

Roma – Anche questo week end, i Carabinieri della Compagnia di Roma Trastevere, hanno effettuato una raffica di controlli nelle zone maggiormente frequentate dalla movida trasteverina, come piazza di Santa Maria in Trastevere, Piazza Trilussa, Via della Scala e Via del Moro, con la collaborazione dei Carabinieri del NAS e dell’8° Reggimento Lazio. Nell’operazione sono stati impiegati una trentina di militari che hanno effettuato pattuglie e controlli al fine di garantire la sicurezza nei vicoli di Trastevere. In totale i militari hanno identificato e sottoposto a controllo un centinaio di persone. In manette è finito un pusher tunisino, di 48 anni, pluripregiudicato, senza fissa dimora, che in piazza di San Callisto, a seguito di perquisizione personale è stato sorpreso con addosso 9 involucri contenenti alcuni grammi di eroina. I militari hanno anche effettuato con i Carabinieri del NAS, controlli ai bar e locali pubblici della zona ed hanno contestato al titolare di un bar, di Vicolo del Cinque, di non aver rispettato i requisiti generali in materia di igiene previsti dalla normativa in vigore, in quanto è stato rinvenuto all’interno del locale un deposito di bevande e alcoolici in pessime condizioni igienico-sanitarie. A seguito dell’accertamento è stato elevato un verbale di 1000 euro.

 

Ostia – Due cileni arrestati dai carabinieri per furto aggravato su camper e resistenza a pubblici ufficiali

 

Nel corso dell’ultimo week- end si sono intensificati i controlli effettuati dai Carabinieri di Ostia, soprattutto sul lungomare, a seguito dell’apertura delle prime discoteche. Numerosi i militari impiegati nei servizi coordinati organizzati dalla Compagnia di Ostia, alcuni dei quali impegnati anche presso lo stand della manifestazione non solo motori, organizzata in piazza Sirio; questi ultimi, effettivi sia alla Compagnia di Ostia che alla Compagnia Aeroporti di Fiumicino, nella serata di ieri, sono stati protagonisti dell’arresto di due cileni, E.C.M.J. 30 enne e R.A.J.O., 21 enne, entrambi pregiudicati ed in Italia senza una fissa dimora. Erano circa le 21.00 quando una signora residente in zona li ha avvisati di aver da poco notato tre ragazzi infrangere il vetro di un camper parcheggiato in via della Stella Polare ed introdursi al suo interno. I Carabinieri si sono subito diretti sul luogo indicato, sorprendendo un soggetto che stava facendo da palo all’esterno dal camper ed altri due che uscivano velocemente dal veicolo, dandosi a precipitosa fuga a piedi, gettando a terra alcuni gli arnesi atti allo scasso, tra cui un grosso piccone. Dopo un breve inseguimento due di loro venivano bloccati, mentre il terzo riusciva a dileguarsi. I due fermati finivano pertanto in manette e saranno giudicati lunedì mattina, presso le aule direttissime del Tribunale di Roma, con l’accusa di furto aggravato in concorso, resistenza a Pubblici Ufficiali e possesso ingiustificato di arnesi atto allo scasso.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi