Michel Godard e Massimo Pirone Quartet

Michel Godard e Massimo Pirone Quartet

La Casa del Jazz presenta giovedì 19 maggio, Michel Godard & Masiimo Pirone Quartet. Il progetto nasce da un’ intento comune a Godard ed a Pirone cioè l’amore per la musica ma sopratutto per la Tuba strumento particolare e sopratutto sottovalutato nelle sue possibilità espressive. Il repertorio spazia tra composizioni di Godard e di Pirone appunto nell’intento di sviscerare al meglio le possibilità espressive di questo strumento ma sopratutto mettendo in primo piano la musica.

Michel Godard, è uno dei pochissimi solisti di tuba e probabilmente l’unico solista di serpentone. Questo strumento, che nasce come il basso della famiglia dei cornetti, non aveva mai goduto di un repertorio solistico. Godard, sviluppando su questo strumento dimenticato il suo enorme talento tecnico, vi esegue un repertorio che va dalla musica del XVI secolo al jazz ed alla musica improvvisata.Come solista di musica classica, ha suonato e registrato con l’ ‘Orchestre Philarmonique de Radio France, con l’ Orchestre National de France, con l’ensemble Musique Vivante, con l’Ensemble La Fenice di Parigi, con XVIII-21 Musique des lumières, con l’Ensemble Jacques Moderne. Nell’ambito del jazz, ha suonato, con Rabih Abou-Khalil, Christof Lauer, Luciano Biondini, Linda Bsiri, Michel Portal, Louis Sclavis, Henry Texier, Enrico Rava, Michael Riessler, Kenny Wheeler, Ray Anderson, Sylvie Courvoisier, Klaus Konig, Simon Nabatov, Wolfgang Puschnig, Linda Sharrock, Misha Mengelberg, Maria Pia De Vito, Willem Breuker, Herbert Joos, Dave Bargeron.

Michel Godard in concerto con Luciano Biondini ed Ernst Reijseger a Innsbruch nel 2009.Inoltre, ha collaborato con la Bagad bro Kemperle, orchestra bretone di bombarde, cornamuse e percussioni di Quimperle, assai nota soprattutto in Francia, con la star reggae Alpha Blondy, con la compagnia di danza contemporanea “Taffantel”, con i musicisti rock John Greaves e Pip Pyle, tra i protagonisti della Scena di Canterbury, con la scrittrice Nancy Huston.Il primo progetto a suo nome è stato Le Chant du Serpent, del 1989, nel quale lo affiancano chitarra Philippe Deschepper alla chitarra, Jean-Francois Canape alla tromba e al flicorno, Jacques Mahieux alla batteria e la cantante Linda Bsiri.

 

Tra i successivi progetti a suo nome, sono soprattutto da ricordare “Archangelica”, in cui è accompagnato dall’Atelier des musiciens du Louvre, un gruppo di straordinari musicisti specializzati nella musica barocca e classica su strumenti originali; Castel del Monte, registrato nel 1998 appunto a Castel del Monte, l’imponente monumento costruito da Federico II presso Ruvo di Puglia, dove è affiancato tra gli altri dal clarinettista Gianluigi Trovesi, dal percussionista Pierre Favre, dal trombettista Pino Minafra e dalla cantante umbra di musica popolare Lucilla Galeazzi; e ancora Castel del Monte II: Pietre di Luce, nel quale i suoni del quintetto jazz, composto dalla Bsiri, dal clarinetto di Gabriele Mirabassi, dal violoncello di Vincent Courtois e dalla percussionista Marie-Ange Petit, molto nota in ambito classico, si mescolano a quelli delle voci e degli strumenti antichi del gruppo di musica medievale Ensemble Calixtinus. Come compositore, ha scritto brani per Radio France, per la Sudwestrundfunk e per il Ministero della Cultura francese.

Massimo Pirone,suona trombone, bass trombone e tuba. Inizia la sua attività musicale suonando in televisione per numerose trasmissioni. In campo teatrale lavora da più di 10 anni con Gigi Proietti. In studio registra dal 1987 per quasi tutti i film di Ennio Morricone, Luis Bacalov, Nicola Piovani e molti altri. Lavora con molti cantanti tra cui: Renato Zero, Ornella Vanoni, Umberto Bindi, Giorgio Gaber. In campo jazzistico collabora con musicisti italiani e americani. Ha inciso un cd a suo nome intitolato “Portrait of trombone” dedicato alle composizioni di trombonisti ed è in uscita l’altro inciso con Bill Watrous ed il suo “Trombone Sound”. Attualmente è alla guida del suo quartetto e del suo gruppo di tromboni.

Casa del Jazz:

viale di Porta Ardeatina, 55

Info: 06/704731 www.casajazz.it

Ingresso : 10 euro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi