Mel Trio ovvero Lutte Berg, protagonisti alla Casa del Jazz

Mel Trio ovvero Lutte Berg, protagonisti alla Casa del Jazz

Domenica 26 giugno la Casa del Jazz Festival presenta:MelTrio ovvero Lutte Berg, chitarre, Marco Siniscalco, basso, Emanuele Smimmo, batteria Dalle lande ampie e solitarie della Svezia al sole bruciante dell’Italia, in cui si è trasferito da quasi vent’ anni. Dal tempo largo scandinavo alla frenesia dell’Urbe in cui oggi vive.

Lutte Berg è un chitarrista svedese. Ma anche italiano, grazie al padre calabrese. Ma soprattutto Berg è un chitarrista del mondo, la sua musica è un atlante geografico, una galleria fotografica dei Paesi che ha visitato, o anche solo immaginato, e delle persone a cui ha stretto la mano.

Il collante di materie così eterogenee è il jazz, la lingua musicale più diffusa al mondo, almeno quello dell’ultimo secolo. Etno-jazz. Impressionista e colorista. Il timbro assume valore oggettivo e dominante, lo spinge a studiare ed elaborare uno stile personale sulla sua chitarra, rincorrendo l’espressività di uno strumento a fiato e della voce umana. L’uso del pedale del volume, della whammy bar e della tecnica del legato vanno in questa direzione.

Fra i migliori esponenti della chitarra fretless, didatta e amatore delle musiche popolari, ha collaborato con importanti musicisti come Pino Daniele (in veste di produttore del suo primo album, “Mountains Breath”, 1990), Paul McCandless (fiatista degli Oregon) e Antonello Salis, con i quali ha inciso “Santa Sofia” nel 1993, Javier Girotto e Alessandro Gwis per “Mascarò” (1998), il griot maliano Baba Sissoko (“Djana”, 1999). Nel 1990 fa uscire la sua prima colonna sonora per il film Linnea prodotto dal Svenska Filminstitutet.

Nello stesso anno esce il suo primo album, Mountains Breath prodotto da Pino Daniele. Nel 1993 esce il suo secondo disco, Santa Sofia con la partecipazione di Paul McCandless e Antonello Salis. Dall’incontro con Alessandro Gwis e Javier Girotto nasce il suo terzo lavoro, Mascarò. Nel 2004 esce Ensemble, con la partecipazione sempre al pianoforte di Alessandro Gwis, Luca Pirozzi al basso elettrico e al contrabasso, e Massimo Manzi alla batteria. Nel 2009 esce il suo ultimo album, Landskap sempre con la formazione di Ensemble.

Casa del Jazz: viale di Porta Ardeatina, 55

Info: 06/704731

www.casajazz.it

ingresso:10 euro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi