Luci d’ombra, viaggio nei luoghi manicomiali, la mostra fotografica di Giovanni Nardini

Luci d’ombra, viaggio nei luoghi manicomiali, la mostra fotografica di Giovanni Nardini

Luci d’ombra, viaggio nei luoghi manicomiali, la mostra fotografica di Giovanni Nardini -Sono passati oltre trenta anni da quando venne approvata in Parlamento la legge 180 sul disagio psichico.

Il provvedimento giungeva a conclusione di un movimento per la liberazione dei degenti costretti alla vita manicomiale.

Un movimento al quale parteciparono utenti, medici, operatori e familiari e che portò alla chiusura pressochè totale delle strutture segreganti nel nostro Paese.

L’artefice principale di quelle battaglie, Franco Basaglia, intraprese insieme a molti colleghi e collaboratori un lungo viaggio che pose la psichiatria italiana alla testa delle sperimentazioni innovative in Europa e nel mondo.

Il lavoro svolto in questi decenni si è rivelato difficile e a volte contraddittorio ma ha avuto il pregio di riportare alla vita civile migliaia di persone, spesso con risultati sorprendenti dal punto di vista del reinserimento sociale.

E’ per riflettere su questi temi e per fare il punto sulla situazione attuale che realizziamo alla Sala Santa Rita una mostra dal titolo “Luci d’Ombra, viaggio nei luoghi manicomiali” .

Una carrellata di foto di Giovanni Nardini, scattate nel manicomio di Maggiano, che ispirò gli scritti di Mario Tobino. Queste immagini, pur prive di degenti, ci restituiscono l’oscura violenza di quei luoghi oggi parzialmente riutilizzati ed in via di ristrutturazione.

L’esposizione sarà accompagnata da letture poetiche tratte dalle opere di Alda Merini, documentari e dalla presentazione del libro di Carlo Gnetti “Il bambino dalle braccia larghe” edito dalla Ediesse.”

 

Inaugurazione  martedi’ 11 ottobre ore 18.30

 

11/27 Ottobre 2011 Sala Santa Rita, Via Montanara 8 – Roma

 

Ingresso Libero – Orari dal lunedi’ al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 18.00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi