Le scarpe di “Camminamente” arrivano in Val di Non

Le scarpe di “Camminamente” arrivano in Val di Non

Le scarpe di “Camminamente” arrivano in Val di Non – Arriva a Fondo in Val di Non l’originale mostra che dal 2016 sta “camminando” per l’Italia. Scarpe che parlano di cammini. Cammini che raccontano storie. Scarpe vissute che spiegano il senso di chi intraprende un’avventura, un pellegrinaggio o scappa da una tragedia. “Camminamente” è ideata dal giornalista e artista vicentino Antonio Gregolin, e promossa in Valle dall’associazione Anaune, Amici del Cammino di Santiago, sorta un decennio fa, e dall’amministrazione comunale di Fondo. L’inaugurazione ufficiale si terrà il prossimo 13 luglio alle 16.00, presso lo storico palazzo comunale di Fondo con la presenza dell’ospite d’onore, il camminatore a piedi nudi, il vicentino Tom Perry, conosciuto per le sue discese dai vulcani senza scarpe.
Durante tutto il periodo di apertura, gratuita, della mostra, da luglio ad ottobre, ci saranno anche incontri culturali con grandi camminatori.

“Camminamente” si dividerà su due ambienti: la prima parte nelle sale espositive del Municipio, con le sezioni dedicate ai “camminatori sportivi”, e la sezione delle “Scarpe della storia”, dove si riassumono le vicende storiche del ‘900 viste dalle scarpe. La sezione distaccata a pochi metri dal palazzo municipale invece, sarà quella sulle “Scarpe della fede” del variegato mondo pellegrino. Oltre sessanta scarpe che rappresentano altrettante storie, già esposte nei luoghi più significativi d’Italia: la Basilica di S.Francesco di Assisi, San’Antonio di Padova e la chiesa-museo di S.Maria della Vita a Bologna.

La mostra è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa da Remo Bonadiman (presidente Associazione Anaune Amici del Cammino di Santiago), Daniele Graziadei (sindaco di Fondo), Fabrizio Borzaga (assessore alla cultura della Comunità Val di Non), Lorenzo Paoli (presidente APT Val di Non), Lucia Donà (vice presidente della Cassa Rurale Novella e Alta Val di Non), Padre Giorgio (priore del Santuario di San Romedio), Chiara Endrizzi (assessore alla cultura del Comune di Fondo), Antonio Gregolin (ideatore della mostra).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi