Ladri di grondaie in manette

Ladri di grondaie in manette

Ladri di grondaie in manette – Trionfale – Tenta di eludere il controllo dei carabinieri e li aggredisce. In manette un 50enne romano.

 

Roma – I Carabinieri della Stazione di Roma Trionfale hanno arrestato un 50enne romano, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento. I militari dell’Arma, durante un servizio di controllo del territorio, in viale Angelico, nei pressi di un bar hanno notato un gruppetto di persone e hanno deciso di controllarli. A questo punto, il 50ennne, in preda ai fumi dell’alcool, nel tentativo di eludere il controllo dei militari ha preso a calci l’autoradio dei Carabinieri, aggredendo anche loro. Dopo una breve colluttazione l’uomo è stato bloccato ed arrestato. Ora è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

 

Via del Corso – Arrestati dai carabinieri due cittadini polacchi, trovati in possesso di carte d’identità false.

 

 

Roma – Proseguono i controlli dei Carabinieri di Roma per contrastare ogni forma di illegalità e di degrado, in special modo nelle zone del centro storico. Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina, hanno arrestato due cittadini polacchi, rispettivamente di 35 e 37 anni, trovati in possesso di documenti contraffatti. I due stranieri, entrambi nella Capitale senza fissa dimora, in via del Corso sono stati fermati da una pattuglia dei Carabinieri per un normale controllo. A seguito degli accertamenti è emerso che i documenti esibiti dai due erano stati contraffatti. Arrestati dai militari, i due cittadini polacchi sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

 

 

Carabinieri arrestano di ladri di grondaie. 

 

 

La scorsa notte, i Carabinieri della Stazione Roma Appia, con la collaborazione dei Carabinieri dell’8° Battaglione Lazio,  hanno arrestato due cittadini romeni di 36 e 40 anni, sorpresi a rubare delle grondaie in rame da un’abitazione di Via Mario Broglio. I militari sono intervenuti verso le due di notte a seguito di una segnalazione, pervenuta al 112.  Quando i Carabinieri sono intervenuti hanno sorpreso la coppia di ladri in azione: uno per strada che faceva da palo  ed un altro che tagliava le grondaie con una tenaglia. I due accortisi dell’arrivo dei militari hanno tentato la fuga lasciando a terra la refurtiva ma sono stati bloccati alla fine di un breve inseguimento. Il 36enne, vedendosi circondato dai militari, ha opposto resistenza aggredendoli con calci e pugni ma subito dopo è stato ammanettato, insieme al complice. La refurtiva, quasi 4 metri di grondaie di rame, è stata restituita al legittimo proprietario. Gli arrestati, accusati di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale, sono stati tradotti presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

30enne ruba un i-phone ma viene localizzato e arrestato

 

 

Roma – Telecamere, GPS, immagini “street view”, telefonini di ultima generazione, sono ormai diventati i primi nemici dei ladri. Grazie all’aiuto di uno di questi sistemi evoluti, in questo caso il GPS, i Carabinieri della Stazione Roma La Storta hanno arrestato un cittadino dell’Ecuador di 30 anni, responsabile di aver rubato un i-phone di ultima generazione, ad un cliente di una palestra che lo aveva lasciato incustodito nello spogliatoio. I militari, a seguito della denuncia di furto sporta dalla vittima, si sono immediatamente attivati. Il “melafonino” era dotato di un’applicazione che lo rende localizzabile da un altro i-phone e, pertanto, risultava trovarsi in Via Giannino Antona Traversi nr.27. I militari dell’Arma, dopo aver effettuato una ricerca incrociata tra gli abitanti di quell’indirizzo ed i clienti della palestra, hanno bussato alla porta dell’appartamento abitato dal 30enne e lo hanno trovato in casa. Perquisendo l’abitazione, i Carabinieri hanno trovato il prezioso cellulare. Il ladro è stato così arrestato, portato in caserma, e  trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. Il telefonino è stato restituito al legittimo proprietario.

 

 

Carabinieri individuano e denunciano l’autore del ferimento di un cane a Villa Ada

 

 

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma Viale Eritrea, a conclusione di un’ attività di indagine, hanno individuato e denunciato in stato di libertà il 32enne romano che il 29 febbraio scorso ridusse in fin di vita un cane razza Labrador a Villa Ada. L’uomo si trovava a spasso con il proprio cagnolino all’interno del parco, quando intervenne per sedare una piccola zuffa tra il suo cane “volpino” e il “labrador” di proprietà di un 26enne. Dopo averli separati il 32enne, per motivi che non sono ancora stati da chiariti, estrasse un coltello  e sferrò tre fendenti al cane “avversario” procurandogli gravi ferite, per poi dileguarsi. A seguito della denuncia sporta dal proprietario del Labrador, i Carabinieri della Stazione di Roma Viale Eritrea hanno avviato le indagini. Ieri i militari, dopo aver raccolto numerose testimonianze, riscontrate poi da diversi servizi di osservazione all’interno del parco di villa Ada, sono arrivati al 32enne.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi