La fiaba di Giovanna figlia di strega apre il Festival di teatro per ragazzi palcoscenici  di sabbia

La fiaba di Giovanna figlia di strega apre il Festival di teatro per ragazzi palcoscenici di sabbia

La fiaba di Giovanna figlia di strega apre il Festival di teatro per ragazzi palcoscenici  di sabbia – Da sabato 13 luglio cinque appuntamenti a Gaeta con il Teatro Bertolt Brecht

Dopo il brillante esordio nel corso della stagione invernale, la nuova produzione del teatro Bertolt Brecht rivolta al pubblico dei bambini “La fiaba di Giovanna figlia di strega” apre la I Edizione del festival di teatro per ragazzi “Palconescini di sabbia” inserito ne “I giardini di Pazzielle” e nel programma estivo del Comune di Gaeta che ha patrocinato e voluto fortemente questo evento.

Cinque gli appuntamenti a partire da sabato 13 Luglio alle ore 21:00 presso la pinetina sul lungomare di Serapo, a cui ovviamente si rifà il titolo del festival. “E’ la dimostrazione di una continuità del rapporto tra il Teatro Bertolt Brecht e il Comune di Gaeta rivolto ai più piccoli e alle famiglie. Da anni curiamo i laboratori nelle scuole, una rassegna teatrale presso l’Ariston e di recente una serie di iniziative realizzate grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale”, afferma Maurizio Stammati.  

Lo spettacolo “La fiaba di Giovanna figlia di strega” è ispirato ad una antica leggenda che si tramanda di generazione in generazione e racconta di una piccola valle incastonata tra i monti Aurunci, la fossa di Johanna,  dove   da tempi immemorabili pare  avvenga ogni anno , la notte del 24 giugno ,il sabba, il raduno  di tutte le streghe.

Da questa leggenda ne è nato un racconto ed uno spettacolo che attraverso l’uso di diverse tecniche di animazione, ombre animate, sagome, teatro d’attore, compie un divertente e delicato viaggio nell’immaginario infantile , dove le paure dei bambini prendono corpo e vengono affrontate da Giovanna, strega per discendenza ma che non riesce ad essere cattiva. La protagonista interpretata da Dilva Foddai con la regia di Maurizio Stammati sarà portata a misurarsi con il mondo delle streghe  e della magia, ma non solo , anche al confronto con le aspettative degli adulti che spesso non corrispondono alle vere aspirazioni dei bambini.

Le scenografie, le ombre, le sagome parlanti ed oggetti di scena sono stati realizzati dall’artista visivo Carlo De Meo, animate in scena dalla scenografa Giorgia Magliocco. Le voci registrate sono dell’attrice Margherita Vicario, il disegno luci è a cura di Peppe ed Antonio Palmiero, le registrazioni sono state realizzate da Alessandro Izzi.

Si ringrazia Anna Rita Persechino per il lavoro di ricerca sulle fiabe popolari Aurunche.

Il Programma:

27 Luglio

Amore e magia nella casa di Pulcinella

Teatro Bertolt Brecht, Formia

10 Agosto

Gedione cuor di leone

Compagnia La Mansarda

17 Agosto

I racconti di Fernando

Teatro Bertolt Brecht, Formia

24 agosto

Zeza e pulcinella

Teatro Bertolt Brecht, Formia

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi