Intervista a Mario Di Loreto ideatore di “Te lo Regalo a Ostia la Crisi si Combatte Così”

Intervista a Mario Di Loreto ideatore di “Te lo Regalo a Ostia la Crisi si Combatte Così”

Intervista a Mario Di Loreto ideatore di “Te lo Regalo a Ostia la Crisi si Combatte Così”

Oggi dedichiamo molta attenzione alle nuove tecnologie grazie alle quali molto spesso riusciamo a migliorare e a facilitare, nella maggior parte dei casi, il nostro stile di vita.

Senza essere esperti in tecnologia sappiamo destreggiarci con i cellulari in maniera impossibile da immaginare fino a pochi anni fa. Senza distinzione di età utilizziamo il cellulare per una moltitudine di cose una di queste è sicuramente quella di frequentare i social network per i motivi più svariati. Dagli hobby alla solidarietà per le minoranze alle tematiche politiche a quelle territoriali, da qualsiasi settore professionale alle tematiche scolastiche. Negli anni i social network sono di fatto diventati dei contenitori delle attività con tutti i pregi e i difetti del caso.

In questo mare di informazioni abbiamo conosciuto un cittadino romano che, utilizzando Facebook, ha creato un gruppo, Te lo regalo a Ostia la crisi si combatte così”, che ormai molti identificano come comunità che tutto è meno che virtuale.

Diamo il benvenuto a Mario Di Loreto al quale chiediamo “come mai è venuta l’idea di creare questo gruppo?”.

L’idea di base è quella di venire incontro a tutti quelli che prima o poi hanno degli oggetti funzionanti e in buone condizioni ma che non utilizzano più e devono disfarsene. Lo scopo del gruppo social sta nell’intercettare queste persone e mettere a disposizione questi oggetti a chi ne avesse bisogno. Per quanto mi riguarda l’idea è nata nel 2012 quando questo tipo di gruppi “Te lo regalo a …” sui social era appena nata e stava iniziando a diffondersi. Secondo me l’idea era ottima ma qualcosa non quadrava e andava corretta. In questi gruppi dal titolo “Te lo regalo a …” solo in una piccola parte dei post si regalava realmente, negli altri post si cercava o si faceva pubblicità. Addirittura in alcuni si vendeva.

Allora dopo essermi scontrato verbalmente con vari admin di questi gruppi ai quali contestavo questa cosa ho dato retta al consiglio “Se ti credi così bravo apriti il tuo gruppo e vediamo cosa sai fare”, e così ho fatto.
Ho iniziato mettendo in risalto lo scopo del gruppo e soprattutto la regola principale ovvero che nel gruppo si regala solamente e dopo 7 anni c’è stata una crescita esponenziale anche perché le regole dovevano essere rispettate pena l’esclusione.

Lo scopo del gruppo quindi qual’è?

Gli scopi sono due e molto importanti: uno è l’ambiente perché ogni giorno vanno nelle isole ecologiche tonnellate di materiale perfettamente riutilizzabile. Qualcuno potrebbe dire che fa bene all’economia perché si vende sempre di più ma questa abitudine innaturale non è sostenibile in questo modo danneggiamo il pianeta in modo irrimediabile. Grazie al nostro gruppo abbiamo sostenuto l’economia circolare che rimette in circolazione migliaia di oggetti salvandoli dalle discariche.

Il secondo scopo del gruppo è quello economico: sono centinaia le famiglie in difficoltà economiche che negli anni ci hanno ringraziato perché il trio della Chicco che era destinato alla discarica lo abbiamo fatto donare a famiglie che non potevano permetterselo e così migliaia di altri oggetti vestiti. Ecco perché il nostro gruppo si chiama “Te lo regalo a Ostia la crisi si combatte così”.

Interessante ma in questo gruppo esattamente cosa si può regalare?

Di tutto, dall’arredamento come interi salotti, cucine, camere da letto oppure elettrodomestici come lavatrici frigoriferi forni a microonde, giocattoli, abbigliamento, nursery come passeggini, seggioloni, lettini. Ma non solo anche servizi e attività come corsi di yoga, ripetizioni di matematica, corsi di pittura, corsi di chitarra, dog sitter e anche cibo.

Ho notato che ti esprimi parlando sempre al plurale, perché?

Perché il lavoro dietro le quinte per gestire migliaia di membri al giorno e, vi posso assicurare che è davvero impegnativo, non si può immaginare finché non lo si fa. Ho due ragazze che mi danno una mano ad approvare i post e i nuovi membri che crescono di giorno in giorno. Per molti anni, a ricoprire questo ruolo, sono state Claudia e Agnieszka che si sono dedicate anima e corpo per il successo del gruppo e alle quali sarò sempre grato. Poi queste due amiche si sono aperte un loro gruppo simile a questo e ne sono felice perché così possiamo coprire un’area maggiore almeno nel nostro Municipio, il decimo. Attualmente, le nuove admin, sono Anna e Leila anche loro molto sveglie e professionali nella gestione delle mille questioni da risolvere giornalmente.

Si potrebbe quasi dire che le prime admin sono entrate in competizione con gli altri due gruppi già esistenti sullo stesso territorio

Nient’affatto. E’ proprio l’opposto. Questo è un progetto importante senza scopo di lucro con finalità nobili sia per il lato umano che ecologico. E’ del tutto gratuito compreso l’operato degli admin. Se gli scopi e le finalità del gruppo si allargano per me non può essere che un onore. Se siamo di più faremo felici sempre più famiglie e l’ambiente sarà sempre più pulito.

So che fate anche altro all’interno del gruppo. Ce ne puoi parlare?

Certamente. Oltre a cercare di far ritrovare il sorriso a chi è in difficoltà regalando oggetti siamo impegnati anche nel campo della solidarietà. Mi spiego meglio. Un Natale abbiamo lanciato un appello al gruppo per raccogliere abbigliamento, giocattoli, nursery, alimenti per i bambini ricoverati nel reparto oncologico del reparto Bambino Gesù a Palidoro. La risposta è stata inaspettata. In pochi giorni sono arrivati 40 tra pacchi e bustoni pieni di cibo, giocattoli ancora imballati, tanto abbigliamento tutto di ottima qualità spesso ancora con il cartellino, passeggini e addirittura anche qualche soldo. Ho caricato tutto in macchina e portato a destinazione con l’aiuto di una ragazza, membro del gruppo, che veniva addirittura da Pomezia. La gioia che abbiamo provato vedendo i volti dei bambini ricoverati e dei loro genitori alla vista dei doni inaspettati non ha prezzo, credetemi.

Quindi non possiamo che ringraziarvi per tutto quello che fate e sperare che la vostra idea si espanda ancora e venga notata da chi di dovere e vi venga riconosciuta la valenza sociale e magari potreste anche vincere un premio per l’impegno e l’umanità che mettete. Ve lo meritereste veramente.

Grazie, speriamo che il gruppo continui a crescere e … che dire? Vi lascio il link per tutti coloro che vorranno unirsi a noi: www.facebook.com/groups/teloregaloaostia2/

Te lo Regalo a Ostia la Crisi si Combatte Così

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi