Il jazz nordico di Tord Gustavsen conquista la Sila

Il jazz nordico di Tord Gustavsen conquista la Sila

Il jazz nordico di Tord Gustavsen conquista la Sila. Si è conclusa ieri (domenica 27 luglio) in grande stile, con il meraviglioso Piano Solo dell’indiscussa stella della musica d’improvvisazione norvegese Tord Gustavsen, la “tre giorni” silana del Peperoncino Jazz Festival ispirata alle sonorità nordiche (per questo intitolata “Facing North”) realizzata con il contributo dell’Ente Parco Nazionale della Sila e con l’Alto Patrocinio della Reale Ambasciata di Norvegia.

 

Nonostante il difficile e lungo periodo di transizione amministrativa che sta vivendo l’ente, il direttore del Parco Nazionale della Sila, Michele Laudati, non ha voluto rinunciare all’ormai tradizionale appuntamento con il Peperoncino Jazz Festival (che anche quest’anno, tappa dopo tappa, si sta confermando come uno dei più importanti eventi culturali e turistici dell’estate calabrese – nonché come uno dei festival jazz migliori d’Italia), che da cinque anni a questa parte alla fine di luglio porta i migliori musicisti della scena jazzistica norvegese, in esclusiva nazionale, nei luoghi più rappresentativi del Parco.

 

E così, anche quest’anno, l’importante gemellaggio musicale, culturale e territoriale tra la Calabria e la Norvegia si è concretizzato nel territorio della Sila.

 

Dopo l’esibizione della carismatica Kristin Asbjørnsen nella Segheria che sorge all’interno del Centro Visite Cupone e la produzione originale commissionata dal direttore artistico Sergio Gimigliano al “vichingo” Trygve Seim (che ha duettato, in sax solo, con la natura incontaminata della Riserva Naturale dei Giganti di Fallistro), ieri è stata la volta di un altro simbolo della musica scandinava: Tord Gustavsen, pianista di eccelsa bravura sia come strumentista che come compositore, che dopo la presentazione del libro  “Il Suono del Nord – La Norvegia protagonista della scena jazz Europea” a firma del giornalista emiliano LUCA VITALI, il maggior esperto italiano di musica scandinava, per quasi un’ora e mezza ha rapito i tanti appassionati accorsi per l’occasione presso la sede del Parco a Lorica di San Giovanni in Fiore, sul lago Arvo (meta turistica fra le più frequentate della Calabria).

Gustavsen, che ha all’attivo ben sei dischi licenziati dalla ECM (prestigiosa casa discografica tedesca fondata a Monaco da Manfred Eicher nel 1969 divenuta simbolo, negli anni, di indiscussa qualità musicale) puntualmente osannati dalla critica internazionale, ha letteralmente lasciato il segno, emozionando l’attenta platea con il suo tocco elegante e geniale e con il suo inconfondibile suono che, in quanto frutto della sua personalissima filosofia secondo cui esiste un parallelismo tra l’erotismo e l’improvvisazione musicale, si è rivelato un perfetto mix del jazz delle origini con la musica afro-caraibica e il latin jazz, ma anche con il blues nordico e il folk.

Luce contro buio, silenzio contro musica, improvvisazione contro partitura.

In questo gioco di dicotomie si può sintetizzare il concerto di ieri, con la musica di Gustavsen, che anche nella sua timidezza ha saputo tirar fuori dal piano delle dinamiche e delle melodie senza pari, che si è fatta ascoltare come una musica che parte dalla testa, dalla pancia e arriva ai tasti del pianoforte in modo etereo, leggero, sognante.

In repertorio, l’uno dopo l’altro, una rosa di brani originali del poliedrico pianista, che si sono dimostrati la sintesi perfetta di quello che è il pensiero nel comporre del musicista norvegese, la cui maestria sul piano è senza pari, degna di chi sa domare il piano, ma anche ascoltarlo e farlo suonare.

Alla fine del concerto Gustavsen è stato richiamato per ben due volte sul palco, dopo un concerto da brividi dalla prima all’ultima nota, con una vera e propria standing ovation.

Dopo la parentesi silana, il lungo viaggio musicale del Peperoncino Jazz Festival – rassegna itinerante organizzata dall’Associazione culturale Picanto con il contributo della Regione Calabria (Fondi Europei POR CALABRIA FESR 2007/2013 Asse V Linea di intervento 5.2.3.1.), degli Enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di numerose amministrazioni comunali (ben 28 i comuni coinvolti), di C.C.I.A.A. e Confindustria Cosenza, AGIS e ANEC Calabria –  nelle più belle località calabresi riprenderà il suo corso e andrà avanti, senza soluzione di continuità, fino a metà settembre, proponendo in cartellone, tra gli altri, star del calibro di ROB MAZUREK, RALPH ALESSI, DANILO REA TRIO feat. DAVID KING, FABRIZIO BOSSO & JULIAN MAZZARIELLO, MICHAEL ROSEN, WALTER RICCI & stjEpKo gut, DANIELE SCANNAPIECO, GEGE’ TELESFORO e tanti altri.

 

 

Informazioni:

ASSOCIAZIONE CULTURALE PICANTO

Mobile: 340/5966160

E-mail: info@peperoncinojazzfestival.com

Web: www.peperoncinojazzfestival.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi