Giovane ucciso a Roma, il cordoglio della Croce Rossa Italiana

Giovane ucciso a Roma, il cordoglio della Croce Rossa Italiana

“Esprimiamo dolore e sgomento per la notizia dell’uccisione a Roma del giovane volontario CRI Edoardo Sforna. Auspichiamo che vengano presto individuati i responsabili di questo brutale omicidio e che venga fatta piena luce sulla verità”.

 

Il Commissario Straordinario della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca, con queste parole ha  espresso cordoglio a nome di tutta l’Associazione per la scomparsa del diciottenne Edoardo Sforna, appartenente al Gruppo Giovani della Croce Rossa Italiana di Ciampino, ucciso ieri sera in un agguato mentre si trovava in una pizzeria alle porte della Capitale presso la quale lavorava saltuariamente.

 

“L’inspiegabile tragedia che lo ha colpito è per noi motivo di profondo dolore. Edoardo Sforna ha frequentato il 2° Corso Base di accesso alla CRI. Ha svolto regolare tirocinio ed era inserito nel gruppo di Protezione Civile dei Pionieri della Croce Rossa di Ciampino. Oltre ad essere impegnato la mattina con l’attività scolastica, svolgeva per la Croce Rossa il ‘Servizio Assistenza Senza Fissa Dimora’, SASFID, che viene effettuato durante la settimana con turni serali. Era un volontario che si era bene inserito nel contesto del Gruppo Giovani e che aveva sempre offerto la sua completa disponibilità alle richieste della componente stessa. Era infatti capace di grandi slanci e capacità collaborative”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi