Fuochi D’Artificio, il libro di Andrea Bouchard

Fuochi D’Artificio, il libro di Andrea Bouchard

Nei romanzi di Andrea Bouchard l’immaginazione dei

 ragazzi invade e trasforma il mondo adulto,

mostrando quali sono davvero le cose importanti”.

Andersen

In occasione del

70° anniversario della liberazione

arriva nelle librerie il romanzo Fuochi D’Artificio (Salani, 2015) di Andrea Bouchard

Una grande avventura partigiana e una straordinaria storia d’amore e amicizia raccontata da uno degli autori italiani più amati dai ragazzi.

Con questo nuovo romanzo, Andrea Bouchard, non solo affronta un tema difficile – quello della Resistenza – ma va a “riempire un vuoto nella narrativa contemporanea per ragazzi degli ultimi decenni” (dall’intervista di Fahrenheit a Radio 3).

 

 

Per un’epica della Resistenza

 

L’autore si è chiesto: perchè pirati, cow boys, cavalieri, greci e romani vanno bene e i partigiani no? Ci sono forse meno eroismi, ideali, intrighi, tradimenti, tragedie e lieti fini nella nostra Resistenza? Perchè non offrire all’immaginario dei ragazzi un altro scenario in cui situare la loro voglia di avventura e di scoperta?

Con questo intento nasce Fuochi d’artificio (di Andrea Bouchard ed. Salani), certo, anche per far conoscere ai più giovani fatti storici fondanti della nostra democrazia, anche per far confrontare chi cresce nel disorientamento etico e politico con chi, alla stessa età, è stato disposto a morire per difendere quello in cui credeva.

Ma l’obiettivo educativo è fra le righe di Fuochi d’artificio,  che è innazitutto un’avvincente avventura di coraggio, paura, amore, odio, amicizia, vendetta, morte e vita; senza miti, però, ma coi giovanissi protagonisti e i partigiani presentati anche nelle loro incertezze e meschinità, uomini insomma, come nella realtà.

 

Marta ha 13 anni ma non li dimostra, tant’è che tutti la chiamano ancora bambina. Un giorno si sente proporre dal fratello Davide, di 14, di aiutare la Resistenza contro nazisti e fascisti, all’insaputa degli stessi partigiani, che non li accetterebbero alla loro età. Davide ha un piano geniale, ma Marta si sente piccola, ha paura ed è contraria alla guerra. Il fratello però coinvolge anche Marco, un compagno di cui lei è innamorata, e quando conosce i partigiani da vicino Marta ne rimane affascinata. Così si ritroverà dentro un’avventura più grande di lei, che la esporrà a pericoli spaventosi, ma le permetterà di tirare fuori grinta, fantasia e coraggio, riuscendo infine a sconvolgere la guarigione nazista della zona, permettendo una vittoria dei partigiani anticipata…

 

AUTORE

Andrea Bouchard è nato a Milano nel 1963 da genitori originari delle valli Pellice e Germanasca (Torino) teatro, nel 1943-45 di una Resistenza particolarmente tenace. Attualmente vive a Roma. E’ maestro elementare e autore di canzoni e spettacoli teatrali per bambini. Dal 2008 scrive narrativa per ragazzi, incontrando l’entusiasmo dei piccoli lettori. “Acqua Dolce” (Salani 2008) vince il Premio biblioteche di Roma 2010 ed è alla sesta edizione; “Magica amicizia” (Salani 2011) è finalista del Premio Bancarellino 2012 ed è alla quarta edizione e “Il pianeta senza baci (Salani, 2013) alla terza edizione. “Fuochi d’artificio” è il suo quarto romanzo, pensato per ragazzi delle medie e non solo.

 

www.acquadolcedolce.info

 

Fuochi d’artificio (Salani, 2015)

di Andrea Bouchard

ISBN 978-88-6918-005-7

€ 14.90

pp. 320

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi