Frammenti di attualità, ultimo appuntamento

Frammenti di attualità, ultimo appuntamento

Si conclude giovedì 4 settembre la sesta edizione di ‘Frammenti di attualità’, rassegna che ha l’obiettivo di affrontare temi del momento attraverso spettacoli teatrali seguiti da un dibattito. La manifestazione ( a ingresso libero) – che anche quest’anno ha ottenuto il conferimento di una Medaglia di Rappresentanza dal Presidente della Repubblica e di un Premio di Rappresentanza dalla Presidenza della Camera dei Deputati – è organizzata dall’Associazione Culturale ‘Il Buonumore’, con il patrocinio e il contributo della Regione Lazio, del Consiglio Regionale del Lazio, della provincia di Latina, della XIII Comunità Montana ‘Monti Lepini’ e del comune di Cori.

Alle 20.45 presso la suggestiva piazza rinascimentale di Sant’Oliva a Cori (Latina) andrà in scena ‘Sani da legare’, commedia in un atto scritta e diretta da Paolo Gatti che ne è anche interprete insieme a Pierre Bresolin, Alessandra Cosimato, Sara Adami e Davide Grillo. Lo spettacolo sarà seguito dalla tavola rotonda ‘Nuovi modi di comunicare: progresso o regresso?’ alla quale parteciperanno, oltre all’autore della commedia: Vittorio Di Trapani, segretario nazionale dell’Usigrai (Unione Sindacale Giornalisti Rai); Alessandro Q. Ferrari, autore del libro ‘Facebook: domani smetto’; Claudio Paolucci, professore associato di Semiotica, Filosofia e Teoria dei Linguaggio presso l’Università di Bologna; Federico Tarquini, docente di Culture Digitali e Social Media presso il dipartimento di Scienze Umanistiche della Comunicazione e del Turismo dell’Università della Tuscia. Modera l’incontro Pablo Rojas, giornalista e autore Rai.

La manifestazione è iniziata domenica 31 agosto con ‘Cecè’, commedia in un atto scritta da Luigi Pirandello e diretta da Paolo Gatti che ne è stato anche interprete insieme a Pierre Bresolin e Sara Adami. Lo spettacolo è stato seguito dalla tavola rotonda ‘Corruzione: il male dell’Italia?’ alla quale hanno partecipato: Giancarlo Capaldo, procuratore aggiunto della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma; Luciano Hinna, professore ordinario di Economia e Gestione delle Aziende Pubbliche e Non Profit presso l’Università Tor Vergata di Roma; Alberto Vannucci, professore di Scienza Politica presso l’università di Pisa dove dal 2010 coordina il master universitario in ‘Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione’; Rossella Bonito Oliva, docente di Filosofia Morale presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale. L’incontro è stato moderato da Alberto Matano, giornalista e conduttore del Tg1.

Martedì 2 settembre è invece andato in scena ‘C’era una volta il varietà’, sketch e canzoni interpretati da Paolo Gatti, Davide Grillo e Sara Adami con l’accompagnamento musicale del pianista Simone Martino. Lo spettacolo è stato seguito dal dibattito ‘Televisione: specchio della società?’ al quale hanno partecipato: Carlo Freccero, autore televisivo, saggista ed esperto di comunicazione; Paolo Ruffini, direttore di rete di Tv2000 e Inblu; Veronica Innocenti, docente di Storia della Radio e della Televisione presso l’Università di Bologna; Alberto Mattiacci, professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso Sapienza – Università di Roma e direttore scientifico Eurispes. Ha moderato l’incontro Barbara Carfagna, giornalista e conduttrice del Tg1.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi