Festa Europea della Musica – XVII Edizione

Festa Europea della Musica – XVII Edizione

Da venerdì 17 a martedi 21 giugno 2011, Roma ospiterà la Festa Europea della Musica, organizzata dall’Associazione Culturale Festa della Musica con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali e di Roma Capitale, con il patrocinio della Regione Lazio, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero degli Affari Esteri.

La festa, quest’anno, in occasione delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, si prepara ad invadere la città con un programma vasto e articolato che coinvolgerà oltre millecinquecento musicisti con “150 CONCERTI PER L’UNITA’ D’ITALIA”, tutti ad ingresso gratuito fino a esaurimento posti, in 70 spazi tra piazze, musei, cortili, istituti di cultura, chiese, locali, e aree archeologiche – di musica classica, popolare, contemporanea, rock, lirica, jazz. Un cartellone eterogeneo, che ben rappresenta uno degli elementi essenziali della manifestazione, quello di essere la “festa di tutte le musiche”.

Partecipano alla Festa orchestre, cori, associazioni musicali, scuole di musica, il Conservatorio di S Cecilia,locali. Oltre a moltissimi artisti, ensemble e formazioni di vario genere musicale.

Anche quest’anno molti eventi si svolgeranno in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi di Roma:Piazza del Campidoglio, Piazza di Spagna, Piazza Farnese, Piazza Navona, Piazza del Pantheon, Mercati di Traiano, Teatro di Marcello, Villa Torlonia, Macro, Palazzo Barberini, Auditorium di Mecenate, Terme di Diocleziano,  solo per citarne alcuni. ma la festa è da sempre attenta alle periferie.Fedele al principio della musica per tutti e dovunque. Anche quest\’anno la manifestazione torna a Corviale, con una giornata che vedrà diversi gruppi musicali esibirsi nel Parco della zona. Musica anche nei quartieri Prenestino, Colli Albani, Pietralata, Grottarossa e presso l’Auditorium Ennio Morricone dell’Università di Tor Vergata.

Tra gli oltre 150 eventi della Festa,va segnalato in  particolare il concerto-evento di martedì 21 giugno in Piazza Farnese, in collaborazione con l’Ambasciata di Francia e il festival Suona francese, La Caravane Passe e R.wan.Una finestra sulle nuove tendenze della creazione musicale francese La Caravane passe in un viaggio musicale nel folklore: canzone francese, musica tzigana, hip-hop, balkan ska, electro rock. R.wan, cantautore nato nella banlieue parigina. Cantante dei Java, gruppo cult della scena francese.

Da non perdere, sabato 18 giugno, la presentazione, in anteprima, dell’Arca di Giada, il primo grande musical italiano tridimensionale nell’esclusiva cornice di Trinità Dei Monti in Piazza di Spagna. Saranno 12 i brani proposti, dalla lirica al rock, per cominciare ad assaggiare quella che si preannuncia essere una delle più originali novità della prossima stagione teatrale. L’Arca di Giada, spettacolare musical fantasy 3D live che affascinerà il pubblico di tutta Italia. Alle ore 19.00, da Piazza di Spagna, il cast, impreziosito dal tenore Piero Mazzocchetti e dal ballerino Leon, si sposterà poi in corteo, accompagnati da 10 carrozze con cavalli, a Castel Sant\’Angelo, dove gli artisti si esibiranno in un concerto acustico. Il musical si propone come un grande spettacolo multimediale che, unico nel suo genere, abbina realtà e fantasia, personaggi reali e personaggi virtuali. La novità assoluta è nell’impiego di proiezioni tridimensionali di ultima generazione che rendono interattiva la messa in scena e permettono agli attori veri di interagire con le animazioni ed i personaggi virtuali. Fondamentale la musica – composta dal maestro Toni Verde, che cura anche la regia – che incanta con la sua melodia tra opera lirica e opera rock, con il suo lirismo, la sua grinta. Sulla scena un nutrito cast di oltre trenta talentuosi elementi tra attori, cantanti, ballerini e acrobati, diretti nei movimenti dal famoso coreografo Kristian Cellini. La grafica è stata realizzata da Daniela Fusco.

Ma sono tantissimi gli appuntamenti della Festa Europea della Musica di Roma,dopo l’anteprima di venerdì 17 giugno con concerti al Forum Austriaco di Cultura,al Centro Culturale San Luigi di Francia e ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori imperiali, sabato 18 giugno la Festa Europea della Musica di Roma entra nel vivo in primo luogo in Piazza del Campidoglio con il Concerto per i 150 anni dell’Unità d’Italia, un percorso musicale dal melodramma italiano ottocentesco alle canzoni d’autore con la Banda della Marina Militare il Coro Santa Rosa e la OGMM Orchestra che eseguiranno musiche di Vivaldi, Verdi, Morricone, Piovani, Gaber, De Andrè. In Piazza Navona, per le bande in piazza per l’Unità d’Italia, a Banda della Finanza suona brani risorgimentali e musiche di Verdi, Puccini, Rota, Modugno.Concerto per i 150 anni dell’Unità d’Italia al Museo Napoleonico,

Domenica 19 giugno, tra i tantissimi eventi, le bande in piazza per l’Unità d’Italia, La Banda dei Vigili del fuoco suona sulla Scalinata di Piazza di Spagna, la banda della Polizia muicipale a Piazza della rotonda (Pantheon). All’Auditorium di Mecenatela Nabla Orchestra che esguirà i brani più conosciuti del repertorio barocco per orchestra d’archi e strumenti solisti con musiche di Bach, Vivaldi, Purcell, Marcello, Haendel. La Basilica Maria Sopra Minerva presenterà:California State University Fresno, Lemoore High School Chamber Singer, North Harford High School, Santa Cecilia Schola Cantorum, San Joaquin Memorial High School, Wharton Choir.

Tra gli appuntamenti di lunedì 20 giugno ai  Mercati di Traiano – Museo dei Fori imperiali Corinfesta 2011 in collaborazione con Associazione Regionale Cori del Lazio. All’Accademia di Spagna: Piazzollissimo: omaggio al genio di Astor Piazzola.

Grande chiusura, martedì 21 giugno con tantissimi appuntamenti:per le bande in piazza per l’Unità d’Italia, la Banda della Marina Militare suona a Piazza Navona,mentre  la Banda dell\’Arma dei Carabinieri suona in Piazza del Pantheon, la Banda dell’Esercito a Piazza di Spagna. Nella cornice liberty del complesso monumentale di Villa Torlonia – Casina delle Civette avrà luogo sempre martedi 21 giugno dalle ore 16.00, uno dei più interessanti appuntamenti concertistici dell’ intera programmazione di Festa Europea della Musica di quest’anno, presentato dalla GiKa Productions. Il giovane tenore romano Marcello Nardis, già noto al pubblico della Capitale per le sue presenze al Parco della Musica e riconosciuto dalla critica internazionale tra i più significativi interpreti vocali della sua generazione, regalerà al pubblico della sua città un concerto “tutto Schubert”, in cui sarà protagonista dell’ esecuzione  i n i n t e r r o t t a  dei tre massimi cicli di lieder del Compositore: rispettivamente Die Schone Mullerin, Winterreise, Schwanengesang.Si succederanno al pianoforte, in una performance che non ha precedenti nella consueta prassi esecutiva, i pianisti Antonio Tessoni, Enrico Maria Polimanti e Dario Bonuccelli.

Numerosi locali hanno aderito alla Festa: Ke Nako, con una vera e propria kermesse musicale, Altroquando, Antù, Fonclea Banchina del Tevere, 28 DiVino Jazz, Crossover, Beba Do Samba,Arciliuto, Contestaccio, Felt Music Club.

 

Come lo scorso anno, anche questa diciassettesima edizione della Festa europea della musica si concentra sui musei: sedici spazi museali e aree archeologiche comunali e statali faranno da cornice ai concerti della festa. La scelta delle sedi è stata guidata dalla volontà di offrire al pubblico della Festa, fatto di romani ma anche di molti turisti, la possibilità di conoscere anche quei “musei invisibili” di cui Roma è ricca.

 

Così anche quest’anno i concerti della festa saranno ospitati non solo in luoghi noti – come la Sala Paolina di Castel S Angelo, Palazzo Venezia (che ospiterà la musica barocca della Nabla Orchestra), la Sala Marmi del restaurato Palazzo Barberini (Ottomania, una banda di ottoni, e  un concerto del pianista slovacco Ladislav Fancovic in collaborazione con l’Istituto Slovacco di Cultura), la suggestiva Aula X delle Terme di Diocleziano (che ospiterà la rassegna pianistica dall’Italia all’Ungheria: Forty fingers Musiche da vedere, con la partecipazione di quattro pianisti ungheresi), i Mercati di Traiano (che ospiteranno cinque giorni dedicati alla musica corale, in collaborazione con l’Associaizone Cori del Lazio e con la partecipazione di 80 cori) la rinnovata sede del Macro a Via Reggio Emilia (che ospiterà sulle terrazze le “musiche contemporanee”  dei  giovani dell’Ass. Arte2o, provenientei dal Conservatorio di S Cecilia) – ma anche in spazi meno conosciuti, come l’Auditorium di Mecenate aperto appositamente per la Festa  (recital del chitarrista Marco del Greco), il Teatro Goldoni all’interno di Palazzo Altemps (The Anniversary’s concert, Omaggio a Gustav Mahler e Nino Rota nel 100° anniversario della nascita, Stefano Giardino, pianoforte Keiko Morikawa, voce, Mauro Businelli, violoncello), la Galleria Spada (musica sacra fra il 600 e il 700, con il gruppo voale ronde e Baroccarte)  e la Galleria Corsini  (concerto per arpa e voci con musiche di Monteverdi, Frescobaldi, Vivaldi), il Museo Napoleonico, il cortile del Museo Canonica all’interno di Villa Borghese (concerto dell’Orchestra Malancia, con musiche popolari dal mondo), la sala multimediale della Biblioteca nazionale centrale (E la chiamavano operetta…. La “Belle Epoque” narrata attraverso un viaggio tra le più belle arie del genere lirico teatrale che più la rappresenta), gli spazi della Sala S Rita (una serata dedicata al jazz, una serata dedicata alla classica). E ancora, il cortile dell’Archivio centrale per i beni sonori e audiovisivi (concerto dei vincitori del concorso pianistico internazionale in collaborazione con il Conservatorio di Terni) e il cortile dell’Archivio di Stato – S Ivo alla Sapienza (“Concerto per l’Italia unita…aspettando Rugantino” concerto delle due orchestre dell’Università La Sapienza Musa Jazz e Musa Classica).

 

Nelle sedici edizioni, la Festa ha offerto migliaia di concerti gratuiti, di tutti i generi musicali. La tradizione dell\’estate romana di offrire musica e cultura gratuitamente ai romani e ai turisti, viene rispettata. La gratuità dei concerti è un valore importante della Festa, legato al carattere democratico e popolare della musica.

Nata in Francia nel 1982 da un’idea del Ministro della Cultura francese Jack Lang, la Festa della Musica si

 

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito http://www.festaeuropeadellamusica.it

e la pagina su MySpace http://www.myspace.com/festaeuropeadellamusica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi