Fabio Giachino in Germania per tre concerti con il suo trio, prepara il suo esordio in piano solo al Roma Jazz Festival

Fabio Giachino in Germania per tre concerti con il suo trio, prepara il suo esordio in piano solo al Roma Jazz Festival

Continuano i riconoscimenti e i concerti di Fabio Giachino in ambito internazionale: giovedì 29, venerdì 30 e sabato 31 ottobre il grande pianista piemontese sarà live con il suo trio in Germania, toccando le città di Francoforte, Karlsruhe e Stoccarda. 

In procinto di pubblicare il suo primo disco in piano solo “Balancing dreams” (Tosky Records), che presenterà ufficialmente al Roma Jazz Festival il 29 novembre, con queste tre date Giachino continua inarrestabile la sua intensa attività live insieme a due fedeli compagni di viaggio nonché fuoriclasse del jazz italiano: il contrabbassista Davide Liberti e il batterista Ruben Bellavia, che formano il suo pluripremiato Fabio Giachino trio.

Nel tempo la formazione ha collezionato importanti riconoscimenti, avviandosi verso il conseguimento dei 150 concerti. Nei loro live, in evidenza  i brani di “Blazar”, terzo disco del trio prodotto lo scorso gennaio da Abeat Records, oltre ad alcune composizioni fondamentali dei precedenti dischi “Jumble up” (2014) e “Introducing Myself” (feat. Rosario Giuliani, 2012). 

A Francoforte, il trio si esibirà nel club Jazzkeller, a Karlsruhe sarà all’Hemingway Lounge e a Stoccarda al Kiste Jazz Club, dove suoneranno anche con la cantante e compositrice Angelica Matveeva per il suo Vocalese project.

 

In collaborazione con il Torino Jazz Festival, “Blazar” è stato presentato in anteprima a Bruxelles presso l’Istituto Italiano di Cultura per rappresentare la città di Torino in occasione dell’EXPO-TO e dell’Expo 2015 di Milano. Il titolo dell’album richiama la passione di Giachino per l’astronomia: tecnicamente, il termine blazar siginifica “blazing quasi-stellar object”, indicando un fenomeno energetico molto potente che ben rappresenta il carisma dirompente del trio.

 

Il trombettista Fabrizio Bosso, nelle note di copertina:
“Ho conosciuto Fabio qualche anno fa suonando come ospite del quartetto JAZZ ACCIDENT e, fin da subito, ho capito che stava nascendo un grande talento. Credo che i progressi che ha fatto in questi ultimi anni siano veramente notevoli, lo dimostra questo riuscitissimo lavoro BLAZAR, un disco che strizza l’occhio al jazz newyorkese, ma senza tralasciare la vena melodico-mediterranea che contraddistingue i jazzisti italiani in tutto il mondo. In quanto alla tecnica questo musicista non ha nulla da invidiare ai migliori pianisti della scena jazz internazionale, coadiuvato da una ritmica sempre pronta ad assecondare i suoi input musicali.”

 

Nato ad Alba e trasferitosi successivamente a Torino, Fabio Giachino è un talento inarrestabile. Seppur giovanissimo ha collaborato con grandi artisti come Dave Liebman, Furio Di Castri, Fabrizio Bosso, Rosario Giuliani, Emanuele Cisi, Maurizio Giammarco, Dino Piana,  Aldo Zunino, Dusco Goycovitch, Javier Girotto, Miroslav Vitous esibendosi anche in Francia, Svizzera, Inghilterra, Repubblica Ceca, Polonia, Turchia, Romania, Canada, U.S.A. 

Negli anni è stato insignito di importanti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale: il “Premio Internazionale Massimo Urbani 2011”, il “Premio Nazionale Chicco Bettinardi 2011” e il Red Award “Revelation of the year 2011” JazzUp channel; inoltre, nel 2011, 2012, 2013 e 2014 è stato votato tra i primi 10 pianisti italiani secondo il referendum “JAZZIT Awards” indetto dalla redazione della rivista JAZZIT.

Con il Fabio Giachino Trio ha ottenuto il Premio Speciale come “BEST BAND” al “Bucharest International Competition 2014”, il premio “Fara Music Jazz Live 2012” (sia come miglior solista che come miglior gruppo), il premio “Barga Jazz Contest 2012” ed il “Premio Carrarese Padova Porsche Festival 2011”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi