Doppio appuntamento col cinema al “Cuminetti” di Trento

Doppio appuntamento col cinema al “Cuminetti” di Trento

Il Giorno della Memoria rappresenta un momento di grande valenza educativa nel percorso formativo degli studenti e più in generale nella sensibilizzazione dell’intera comunità. L’associazione Bianconero, organizzatrice di Religion Today Filmfestival, conferma in questa occasione la propria particolare attenzione agli adulti di oggi e di domani attraverso una doppia iniziativa organizzata in collaborazione con gli Assessorati alla Cultura e all’Istruzione della Provincia autonoma di Trento, Mandacarù – Festival “Tutti nello stesso piatto” e Centro Bernardo Clesio. Si tratta di due momenti di riflessione, il primo dei quali rivolto specificamente agli studenti e il secondo aperto invece alla cittadinanza.
Venerdì 27 gennaio, alle ore 10, è in programma a Trento una mattinata di approfondimento riservata ai ragazzi delle scuole superiori. L’appuntamento, presso il Teatro Cuminetti, prevede tra l’altro la proiezione del documentario americano-tedesco The Labyrinth di J.A. Schmidt, già in concorso nella XIV edizione di Religion Today Filmfestival.

 

In serata, alle 20.30, sempre al Cuminetti, è in programma per l’intera comunità la proiezione del film israeliano Pizza in Auschwitz di Moshe Zimerman, a cura del Festival “Tutti nello stesso piatto”. Alla giornata interverrà fra gli altri Luca de Angelis, cofondatore dell’Istituto Culturale Ebraico del Trentino (ICET) “Zygmunt Bauman” e saggista sui temi della condizione ebraica e delle sue modalità di espressione letteraria negli scrittori italiani ed europei; è previsto inoltre un video-contributo di Daniel Vogelmann, figlio di un sopravvissuto ad Auschwitz e fondatore della casa editrice specializzata in cultura ebraica “La Giuntina”. La serata vedrà anche la partecipazione di Elisabetta Ruffini, direttrice dell’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea.

 

I DUE FILM

 

In The Labyrinth, film-documentario di Jason A.Schmidt (USA-Germania, 2010) arte, memoria, compassione e inferno entrano in collisione quando Marian Kolodziej, cristiano polacco sopravvissuto ad Auschwitz, affronta finalmente gli orrori del suo passato, dopo cinquant’anni di silenzio, attraverso una sconvolgente produzione di oltre 300 disegni a penna e inchiostro, che Marian ha chiamato Il Labirinto e che riempiono il grande seminterrato della chiesa dedicata a Massimiliano Kolbe, nei pressi di Auschwitz.
 

 

Pizza in Auschwitz è un film di Moshe Zimermann (Israele, 2008). Dani Hanoch, sopravvissuto all’Olocausto, è finalmente riuscito a convincere i propri figli ormai adulti, Miri e Sagi, a fare un viaggio con lui fino a ciò che resta dei campi nazisti in Lituania e in Polonia. Vuole infatti esaudire assieme a loro il sogno di una vita: trascorrere la notte nella sua vecchia baracca ad Auschwitz. Attorno a una fetta di pizza, padre e figli fanno un’inevitabile abbuffata riempita di humor nero ed enorme dolore.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi