Dopo Venuti, il Peperoncino Jazz si colora di Brasile

Dopo Venuti, il Peperoncino Jazz si colora di Brasile

Dopo Venuti, il Peperoncino Jazz si colora di Brasile – Il 19 al Castello di Morano Irio e Robertinho De Paula il concerto “Recital Brasil” patrocinato dall’Ambasciata Brasiliana

Anche quest’anno il Peperoncino Jazz Festival (evento giunto alla sua 12° edizione organizzato dall’Associazione culturale Picanto e diretto da Sergio Gimigliano) è partito in grande stile, questa volta grazie alla caratterizzazione nel segno del “Morano Blues & Jazz” – “tre giorni” fortemente voluta dall’amministrazione comunale del piccolo ma splendido borgo del Pollino nelle persone del Sindaco Franco Di Leone e dell’Assessore alla Cultura Rosanna Voto e realizzato con il sostegno dell’Albergo Villa San Domenico e dell’Azienda Agrituristica Pegaso – che, come già accaduto lo scorso anno, è iniziato con una intensa serata a doppio set che, dopo i coinvolgenti Little S’Wing capitanati dalla cantante Antonella Zampetta, ha visto esibirsi, attorniato da migliaia di fan, un vero e proprio “big” del panorama musicale italiano: MARIO VENUTI.

Il cantautore siciliano ha letteralmente incantato le migliaia di persone provenienti da ogni parte della regione e assiepate in ogni angolo della caratteristica Piazza Giovanni XXIII, interpretando in
chiave acustica, dapprima in solo e poi avendo al suo fianco il contrabbassista Sasà Calabrese e il batterista Enzo De Vita, i brani contenuti nel suo ultimo cd, “L’ultimo romantico”, nonché tutti i suoi più grandi successi (da “Veramente” a “Fortuna”, da “” a “” passando per “Amore di Plastica”, scritto per Carmen Consoli).

Dopo questo sturt up all’insegna del cantautorato di classe e la serata blues in compagnia di Fil Mama & The Blueside, domani (giovedì 18 luglio) alle ore 22 il festival musicale più piccante d’Italia proporrà i ritmi brasiliani del formidabile duo composto da Irio e Robertinho De Paula.

Nato a Rio de Janeiro, Irio De Paula è un chitarrista dotato di una tale tecnica e di un feeling così trascendente da essere definito dai critici come “il più affascinante dei chitarristi brasiliani”. La sua musica proviene dalle più pure e autentiche origini brasiliane e si colloca, a pieno titolo, nell’eredità culturale carioca, allo stesso modo in cui il jazz si colloca nell’eredità culturale afro-americana. Nella sua lunga carriera ha suonato con i migliori musicisti del suo paese (tra cui Elza Soares, Baden Powell, Rauzinho, Dijalma Ferriera), ha inciso una sessantina tra CD ed LP – come leader e al fianco di artisti del calibro di Sal Nistico, Steve Grossman, Archie Shepp, Ray Mantilla ecc. – ed ha partecipato a numerosi festival jazz in tutto il mondo, suonando al fianco di Gato Barbieri, Toots Thielemans, Jimmy Cobb, Fabrizio Bosso, Phil Woods, Lee Konitz ecc.

In occasione terza tappa moranese del 12° PJF, questa volta ospitata nel suggestivo scenario del Castello Normanno che sovrasta il centro abitato, Irio De Paula si esibirà avendo al suo fianco un altro virtuoso della sei corde: suo figlio Robertinho (collaboratore di artisti quali Ivan Lins, Robertinho Silva, Giovanni Hidalgo e Minino Garay), con il quale nel 2004 ha registrato “Bate Papo – Dois violoes”, salutato dalla critica come uno dei migliori dischi dell’anno. Nel corso della serata (che gode del patrocinio dell’Ambasciata del Brasile), i due proporranno il progetto “Recital Brasil”, passando in rassegna tutti i più grandi classici della tradizione carioca.

Dopo questa terza ed ultima serata del “Morano Blues & Jazz” quello che è ormai da anni considerato uno dei più importanti eventi turistico/culturali della Calabria (progetto presentato a valere sull’avviso pubblico regionale relativo agli eventi culturali storicizzati nell’ambito del POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Linea di intervento 5.2.3.1., realizzato anche con il contributo della Provincia di Cosenza, degli enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di ben 26 amministrazioni comunali, di C.C.I.A.A. e Confindustria Cosenza, AGIS e ANEC Calabria e con l’Alto Patrocinio dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America, dell’Ambasciata del Brasile e della Reale Ambasciata di Norvegia), dal 19 al 24 luglio si sposterà a Castrovillari con una intensa “sei giorni” all’insegna del miglior jazz americano in programma nel cortile del Castello Aragonese (che prevede l’esibizione star internazionali del calibro Andy Farber, Michael Blake, Eric Daniel,
Kurt Rosenwinkel e della super band degli Spyro Gyra), per proseguire fino al 18 settembre, con ben 55 concerti organizzati in 26 diverse località calabresi, avendo in cartellone, tra gli altri, Gino Paoli & Danilo Rea, Mariella Nava, Vinicio Capossela (NB: concerto a cura della Fondazione Lilli Funaro) Scott Henderson, Arild Andersen, Biréli Lagrène, Rosalia De Souza, Jerry Bergonzi, Daniele Scannapieco e tanti altri.

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO:
ASSOCIAZIONE CULTURALE PICANTO

E-mail: info@peperoncinojazzfestival.com
Web: www.peperoncinojazzfestival.com

PREVENDITA BIGLIETTI:
www.inprimafila.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi