Dieci talenti da tutta Italia: annunciate le finaliste del premio bianca D’Aponte 2015

Dieci talenti da tutta Italia: annunciate le finaliste del premio bianca D’Aponte 2015

Arrivano da ogni parte d’Italia le dieci finaliste della 11a edizione del “Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa”, il concorso riservato a sole cantautrici che approderà alle serate finali appunto ad Aversa il 16 e 17 ottobre 2015, come sempre con la direzione artistica di Fausto Mesolella. Si contenderanno la vittoria, nel clima amichevole e magico del d’Aponte:

Rossella Aliano di Catania con “Sangue”;

Amelie (Paola Memeo) di Milano con “Che cosa c’è”;

Priscilla Bei di Roma con “Ulisse”;

C.F.F. ( Anna Maria Stasi e Anna Surico) di Bari con “La frana”;

Grazia Cinquetti di Parma con “L’alta marea”;

Irene Ghiotto di Vicenza con “La filastrocca della sera”;

Helena Hellwig di Milano con “Come Marylin morrò”;

Francesca Incudine di Enna con “Di notti nasciunu i canzuni”;

Giulia Olivari di Bologna con “Riso e sangria”;

Francesca Pignatelli di Taranto con “Sbaglio”.

 

Come già annunciato, il ruolo di madrina di questa edizione sarà affidato a Ginevra di Marco, che oltre ad esibirsi sarà la presidente della giuria del Premio.

Nei due giorni delle finali le esibizioni delle finaliste si alterneranno a quelle di alcuni dei nomi più importanti del panorama musicale italiano. Negli anni scorsi hanno calcato il palco del Teatro Cimarosa di Aversa, fra gli altri, Mario Venuti, Tricarico, Enzo Avitabile, Mauro Giovanardi, Raiz, Avion Travel, Musica Nuda, Erica Mou.

Le selezioni sono frutto di un mese e mezzo di lavoro del Comitato di Garanzia del Premio, che ha ascoltato i brani in anonimato, cioè senza conoscere i nomi delle concorrenti. Il Comitato (che in gran parte formerà anche la giuria nelle serate finali) è formato da importanti personaggi del mondo musicale italiano.

Si va dalle cantautrici, nonché madrine del Premio (Rossana Casale, Ginevra Di Marco, Cristina Donà, Elena Ledda, Petra Magoni, Andrea Mirò, Mariella Nava, Brunella Selo, Fausta Vetere) ad autori e cantautori (Giuseppe Anastasi, Tony Bungaro, Kaballà, Alberto Menenti, Alfredo Rapetti Mogol, Alberto Salerno) e compositori e arrangiatori (Lino Cannavacciuolo, Bruno Marro, Corrado Sfogli, Ferruccio Spinetti). Non mancano i giornalisti: Roberta Balzotti (Rai), Mauro De Cillis (Rai Isoradio), Enrico Deregibus (giornalista free-lance), Elisabetta Malantrucco (RadioRai), Nino Marchesano (La Repubblica – Napoli), Martina Neri (Musicalnews), Francesco Paracchini (L’isola che non c’era), Paolo Pasi (Rai), Duccio Pasqua (Radio 1 Rai/Auditorium TV), Fausto Pellegrini (Rainews 24), Sandro Petrone (Tg2), Timisoara Pinto (RadioRai), Alessia Pistolini (L’isola che non c’era), Carmen Sullo (RadioRai), Paolo Talanca (Fatto quotidiano), Silvia Tessitore (Ed. Zona), Maria Cristina Zoppa (Rai/WR8). Ed ancora, operatori del settore: Antonella Bubba (Cose di musica), Valentina Casalena Parodi (Premio Andrea Parodi), Enrica Corsi (Premio Bindi), Paolo Corsi (operatore culturale), Enrico de Angelis (Club Tenco), Tonino delle Donne (LaMelaCotogna), Angelo Franchi (Universal), Anna Bischi Graziani (Premio “Pigro”), Marco Ragusa (Warner), Ivan Rufo (Festival “Botteghe d’Autore”), Antonio Silva (Club Tenco), Roberto Trinci (Sony publishing), Dario Zigiotto (Operatore culturale).

Alla vincitrice sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della Critica la borsa di studio sarà di € 800. Riconoscimenti speciali andranno alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore composizione musicale. Tutti i brani finalisti saranno come sempre inseriti in un cd compilation, i cui proventi andranno in beneficenza.
Le passate edizioni sono state vinte da Veronica Marchi e Germana Grano (ex aequo, 2005), Chiara Morucci (2006), Mama’s Gan (2007), Erica Boschiero (2008), Momo (2009), Laura Campisi (2010), Claudia Angelucci (2011), Charlotte Ferradini (2012), Federica Abbate (2013), Elisa Rossi (2014).

Il Premio è dedicato a Bianca d’Aponte, cantautrice campana scomparsa nel 2003 a soli 23 anni, che è stata recentemente omaggiata a Barcellona con una serata organizzata da Cose di Amilcare, la costola spagnola del Club Tenco. In quell’occasione numerose artiste di molte nazioni hanno cantato i suoi brani in varie lingue.

Il Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa è promosso dall’ Associazione Musicale Onlus Bianca d’Aponte con il sostegno del Comune di Aversa, il patrocinio della giunta regionale della Campania e la prestigiosa adesione del Presidente della Repubblica attraverso una medaglia di rappresentanza che gli organizzatori consegnano ogni anno ad una personalità legata al Premio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi