Diciannovenne tunisino approfitta di un momento di relax dei bagnanti per rubare le borse sotto gli ombrelloni

Diciannovenne tunisino approfitta di un momento di relax dei bagnanti per rubare le borse sotto gli ombrelloni

Diciannovenne tunisino approfitta di un momento di relax dei bagnanti per rubare le borse sotto gli ombrelloni – Con l’arrivo dei turisti che affollano le spiagge aumentano i controlli della Compagnia di Anzio sul litorale di propria competenza, soprattutto durante il fine settimana. Ieri pomeriggio a finire in manette è stato un 19enne di origine tunisina che è stata acciuffato dai Carabinieri con le mani nel sacco. Da qualche giorno i militari della Compagnia di Anzio, nel tratto di litorale ricompreso fra Nettuno, Anzio ed Ardea, con uomini sia in divisa che in abiti civili, hanno predisposto diversi servizi lungo le spiagge dove si sono registrati alcuni furti perpetrati in danno dei bagnanti che, per godersi un meritato momento di relax, hanno spesso l’abitudine di lasciare i propri effetti personali incustoditi sotto l’ombrellone. Già la settimana scorsa a Nettuno sulla spiaggia attigua al Poligono Militare era stato arrestato un giovane algerino che, approfittando sia della distrazione dei bagnanti che della grande affluenza di persone, aveva asportato un iPhone trafugando fra le borse lasciate sotto gli ombrelloni; per sua sfortuna alcuni bagnanti si sono accorti della situazione dando subito l’allarme. I Carabinieri della Stazione di Nettuno, unitamente a quelli di vigilanza presso la struttura militare, hanno sorpreso l’uomo mentre cercava di guadagnarsi la fuga lungo la costa. Situazione identica si è verificata ieri presso uno stabilimento balneare di Lavinio dove i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anzio, con la collaborazione di un bagnino e di alcuni bagnanti, hanno acciuffato un tunisino che, come nel caso precedente, aveva rubato un iPhone. Il responsabile è stato quindi arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo, mentre la refurtiva è stata restituita al proprietario.

Nel corso dei numerosi controlli eseguiti lungo la costa i Carabinieri della Compagnia di Anzio hanno anche denunciato alcuni parcheggiatori abusivi e passato al setaccio diverse  attività commerciali (per lo più bar e sale giochi). In particolare, nel corso di un servizio straordinario a largo raggio effettuato nella serata di ieri nella zona di Ardea, i militari hanno identificato circa 120 persone, controllato 70 mezzi, alcuni dei quali perquisiti, eseguito numerosi controlli ai soggetti sottoposti a misure restrittive, nonché elevato diverse contravvenzioni e sequestrato tre autovetture perché prive di copertura assicurativa. L’attività in oggetto  si inquadra in un più ampio programma di controllo del territorio che sarà ripetuto anche prossimamente, finalizzato prevalentemente alla prevenzione dei reati in genere ed in particolare di quelli contro il patrimonio, soprattutto in previsione delle imminenti vacanze estive.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi