Debora Petrina presenta il suo nuovo lavoro Petrina al Botanique di Bologna

Debora Petrina presenta il suo nuovo lavoro Petrina al Botanique di Bologna

Debora Petrina presenta il suo nuovo lavoro Petrina al Botanique di Bologna – Giovedì 18 luglio torna al BOtanique 4.0, Debora Petrina, una delle artiste più talentuose nella scena indipendente musicale italiana.

Ai giardini di via Filippo Re a Bologna presenterà il suo nuovo lavoro “Petrina” (Ala Bianca/Warner), album che richiama da mesi l’attenzione di stampa e radio per la straripante vena creativa e la capacità di creare sorprendenti immagini sonore.

L’album, oltre ad ospitare numerosi musicisti di estrazioni diverse (rock, jazz, classica ed elettronica), si avvale delle presenze di John Parish, David Byrne e Jherek Bischoff.

Nel presentarlo in forma ‘live’, Debora, alla voce e tastiere, sarà accompagnata da Mirko Di Cataldo, chitarrista dotato di una spiccata propensione all’elettronica, Manuel Fabbro, già bassista del gruppo avant-garde rock francese Ulan Bator, e Niccolò Romanin, batterista di matrice rock e altresì profondo conoscitore del jazz contemporaneo.

 

Definita da Blow Up come una fra le artiste più originali e deliziosamente visionarie di questi ultimi tempi, Debora Petrina è l’unica cantautrice italiana che David Byrne abbia scelto per le sue radio playlist, assieme a Marisa Sannia e Carmen Consoli.

Artista a tutto tondo, spazia da una solida preparazione di pianista classica e contemporanea, con diverse prime assolute e registrazioni negli Stati Uniti (fra cui un disco Stradivarius appena uscito), all’uso dell’elettronica e delle tastiere, alla composizione per diversi tipi di ensemble, all’uso particolare della voce (oltreché della danza), anche nell’improvvisazione.

Vincitrice di numerosi premi nazionali in qualità di cantautrice, tra cui il Premio Ciampi, Petrina ha suonato a Tokio, New York, San Francisco, Londra, L’Avana, Strasburgo, Madrid, Berlino e Colonia, invitata da musicisti del calibro di Elliott Sharp (ospite del suo disco “In Doma”), se non dall’Instituto della Musica Cubana, o dal Mills College in California.

Ha suonato inoltre al Teatro La Fenice di Venezia e ha aperto i concerti di Gino Paoli e Cristina Donà.

Nel novembre 2012 è stata ospite del prestigioso Madrid Jazz Festival, e nel 2013 del Veneto Jazz Festival.

Stimata da Paolo Fresu, è stata da lui invitata per un doppio concerto al festival Time in Jazz 2013.

Produttrice artistica in toto della sua musica, ha composto e arrangiato il suo primo album, “In Doma” (2009) e il suo secondo, ancora fresco di stampa, “Petrina” (AlaBianca/Warner), che ha come ospiti David Byrne e John Parish, e che sta suscitando l’entusiasmo della critica.

http://petrina.bandcamp.com

 

Il concerto di Debora Petrina al BOtanique avrà inizio alle ore 21,30.

I cancelli del giardino, gli stand e i punti ristoro apriranno alle ore 19.

L’ingresso è gratuito.

Per informazioni: www.botanique.it e www.estragon.it

 

BOtanique 4.0 fa parte del cartellone di bè-bolognaestate, la rassegna estiva del Comune di Bologna.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi