Cut-Up, la performance-studio al Teatro di Arsoli

Cut-Up, la performance-studio al Teatro di Arsoli

Cut-Up, la performance-studio al Teatro di Arsoli – Ultimo appuntamento del 2016 con le Residenze artistiche al Teatro di Arsoli sabato 17 dicembre alle ore 21:00: Cut-Up, performance-studio come restituzione del lavoro svolto dalla compagnia Turco Liveri / Condrò, all’interno delle attività programmate da Settimo Cielo per il bando, promosso dalla Regione Lazio – Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili – e dal MiBACT, per la realizzazione di progetti di Residenza individuale di spettacolo dal vivo nella Regione Lazio, ai sensi della L.R. 15/2014 D.M. 45.

Cut-up si occupa di fanatismo, di ostinazione cieca verso la ricerca vana o vanagloriosa della vita eterna. A partire da due icone apparentemente molto diverse come Angelina Jolie e Sant’Agata, Cut-up si confronta con i limiti della prevenzione: fino a che punto ci si può privare di sé stessi in nome di qualcosa che si ritiene più importante, sia essa infine la vita stessa? Cut-up lavora sulle mutilazioni dell’agire causate dall’eccesso di precauzioni, e al contempo indaga sul carnefice che agisce per divino sentito dire.

Ci si interroga, in una drammaturgia aperta, nata anche grazie a numerose interviste raccolte durante i periodi di ricerca, sull’ossessione di preservare il corpo fino al punto di “svuotarlo” per san(t)ificarlo. Un corpo sempre nuovo, sempre sano, rigenerato e lontano dalle malattie. Un corpo/involucro così forte da annientare ogni male, anche a costo di essere mutilato. Fino a che punto si possono prevenire i mali fisici nella speranza di un futuro sempre più lungo e sempre più lontano dalla paura della morte? Con Chiara Condrò e Elisa Turco Liveri, immagini e luci Salvatore Insana, musica Manuel Cascone, con il sostegno in residenza di TeatroStudioUno, Laboratori Permanenti, Ilinxarium, Residenza Settimo Cielo/Teatro di Arsoli, Residenza Dracma.

Come di consueto la visione della performance è preceduta alle 18,30 da un incontro con Giorgio Testa sui nuovi linguaggi del teatro contemporaneo. La partecipazione all’attività è gratuita mentre per la performance l’ingresso è a offerta libera.

Anche per la giornata del 17 sarà possibile, nel foyer del teatro, curiosare tra libri d’arte ed edizioni preziose, grazie alla nuova iniziativa del Teatro: una Bibliolibreria realizzata in collaborazione con Bibliomondo e l’Associazione il Mondo in una stanza di Carsoli.

La Residenza Settimo Cielo/Teatro di Arsoli è una Residenza Artistica Nazionale sostenuta da  MiBACT – Ministero Attività e Beni Culturali e Regione Lazio – Assessorato alla Cultura e Politiche Giovani.

info e contatti 333 20 14 272 – 331 82 54 599

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi