Cultura e sviluppo locale. Un workshop per valorizzare il patrimonio territoriale dopo il terremoto

Cultura e sviluppo locale. Un workshop per valorizzare il patrimonio territoriale dopo il terremoto

Comune di Pegognaga (MN), Assessorato alla Cultura
Distretto culturale Oltrepò Mantovano per l’Innovazione, l’Unicità e lo Sviluppo DOMInUS 
Associazione Culture per lo Sviluppo locale

presentano il workshop

CULTURA e SVILUPPO LOCALE
Valorizzare insieme il patrimonio territoriale locale dopo il terremoto

Centro culturale Livia Bottardi Milani di Pegognaga
Piazza Vittorio Veneto 14, Pegognaga MN
13-14-15-21-22 marzo 2015

A marzo 2015 il Comune di Pegognaga (Mantova), il Distretto DOMInUS Oltrepò Mantovano e l’Associazione Culture per lo sviluppo locale organizzano il workshop CULTURA E SVILUPPO LOCALE. Valorizzare insieme il patrimonio territoriale locale dopo il terremoto: un percorso di qualificazione, esperienza, cultura del progetto e autoformazione, per operatori della valorizzazione e dell’azionismo culturale dell’Oltrepò Mantovano basato sul patrimonio di Pegognaga.

Un evento dirompente come il terremoto rinforza la coscienza del valore del proprio territorio, del patrimonio culturale, storico, paesaggistico e di quello umano e professionale dei suoi abitanti. Fa accrescere la volontà, ma anche il bisogno di formare una “Comunità” attraverso azioni, eventi, feste, pubblicazioni, luoghi di ritrovo, percorsi di formazione e condivisione, momenti di coesione e scambio; di apprendere e scambiare saperi ed esperienze che siano in grado di permettere di pensare e costruire, in questo caso anche RICOSTRUIRSI come soggetti, in gruppi, in progetti, verso una sempre maggior consapevolezza di comunità coesa.

Il workshop nasce come momento di riflessione, promozione e rilancio comunitario delle azioni di costituzione e promozione del Fondo Fratelli Sissa e del Fondo Architettura Razionalista del Distretto culturale DOMInUS per l’Innovazione, l’Unicità e lo Sviluppo, promosso e realizzato da Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto “Distretti Culturali” in sinergia con il Comune di Pegognaga e il Consorzio Oltrepò Mantovano e grazie alla disponibilità accordata dagli eredi dei fratelli Giuseppe, Ugo e Giulio Sissa e di Luigi Carnesalini.

In particolare il workshop prende spunto dall’imminente edizione di due pubblicazioni, che testimoniano due importanti patrimoni locali: la tradizione delle avanguardie moderne nell’architettura di provincia del primo novecento e il fondo delle memorie della famiglia Sissa. Il primo volume è una sorta di guida esperienziale delle architetture razionaliste presenti nel territorio, illustrate dalle fotografie d’autore realizzate da Marco Lachi e dalle inedite indagini d’archivio condotte dall’architetto Francesco Muto; il secondo dal titolo Piccole Storie di Ieri e per Domani, a cura del Professor Giorgio Bernardi Perini e dell’archivista Silvia Spadonicon il patrocinio dell’Accademia Nazionale Virgiliana, è una raccolta di racconti immaginifici che rappresenta la summa filosofica di Giuseppe Sissa sui grandi temi che hanno caratterizzato il Novecento alle diverse scale, dall’Oltrepò mantovano al contesto internazionale, dalle barbarie della guerra verso la ricerca di un’oasi di pace .

A partire dalla divulgazione di questi patrimoni localmente importanti si procederà, insieme ad esperti e autorevoli guide, a praticare insieme un’esperienza di autovalorizzazione del patrimonio culturale locale di Pegognaga per progettare forme innovative di fruizione del sapere locale in sinergia con il contesto sovralocale.

Ai partecipanti che termineranno il percorso con impegno sarà conferito l’attestato di “Operatore culturale Qualificato” del Comune di Pegognaga, la cui amministrazione darà risalto  ai progetti di valorizzazione emersi che incontrano le necessità ed il ritrovato spirito di valorizzazione del territorio in chiave contemporanea, valutandone la realizzazione.

DOMInUS promuove inoltre sul territorio l’immagine di “Riserva del 900”, chiave interpretativa che ha orientato gli obiettivi di un modello sperimentale di valorizzazione e governance integrata del patrimonio culturale locale per influire sullo sviluppo culturale, sociale ed economico dell’Oltrepò Mantovano.

L’indagine sulle opere analizzate si contestualizza, infine, all’interno di Novecento e oltre, progetto che mira al recupero e al riconoscimento della riserva archivistica e documentale del secolo scorso in possesso del Comune di Pegognaga, da sempre attento alla valorizzazione della memoria, al fine di creare coscienza del territorio e una revisione di buone pratiche che – alla luce di quanto sia stato – possa gettare le basi per l’innovazione futura.

Il workshop è aperto al pubblico interessato mentre i gruppi di lavoro sono a numero chiuso. Per questi ultimi è possibile iscriversi gratuitamente previo esaurimento posti disponibili inviando una breve lettera di presentazione e motivazione.

Per informazioni: dominus@oltrepomantovano.it
Piazza Italia 24  –  46020 Quingentole MN

 

IL WORKSHOP

Durante il percorso saranno ospitate le testimonianze privilegiate di attori protagonisti di processi di valorizzazione che potranno raccontarci il loro vissuto di cittadini attivi, di osservatori attenti, di progettisti coinvolti, di esperti nella rigenerazione del territorio.

Tra questi ospiti abbiamo invitato:

Marzia Corraini, cofondatrice della casa editrice Corraini di Mantova premiata con il Compasso d’Oro, è esperta di arte contemporanea, design e illustrazione. Collabora con enti e aziende italiane ed estere per la progettazione e realizzazione di progetti editoriali innovativi legati all’arte, al territorio e alla didattica. Marzia è una degli otto fondatori del Festivaletteratura di Mantova e ha prodotto per il Consorzio Oltrepò Mantovano la guida esperienziale alternativa Il Gusto di Esplorare l’Oltrepò Mantovano distribuita a livello nazionale e internazionale.

Francesco Rolleri, presidente della Provincia di Piacenza, che testimonierà la sua esperienza di progettazione partecipata e farà da osservatore degli esiti di questo progetto per travasarne lo spirito e la metodologia nel suo territorio.

Alessandra Nuvolone, insegnante e esperta di scienze ambientali, cittadina di L’Aquila che ci racconterà alcuni progetti nati nel post terremoto che hanno avuto come matrice comune la voglia di rinascere e di costruire un futuro in modo attivo e partecipato.

Andrea Rossi, in rappresentanza dell’Associazione Culture per lo sviluppo locale, che mostrerà alcuni progetti attivati da questa organizzazione no profit che è nata proprio per fungere da attivatore di sviluppo in situazioni marginali come gli oltre 6500 Comuni italiani con meno di 5000 abitanti. 

Il workshop integra e declina tre livelli di approfondimento:

Il primo livello strategico-culturale orientato al futuro sarà coordinato dal professore Flaviano Celaschi e parte dalla necessità di riconquista di un futuro per questo territorio inteso come costruzione collettiva e condivisa, dopo il terremoto. Il libro di Sissa “Piccole Storie di Ieri e per Domani” suggerisce la strada della contemplazione di ciò che abbiamo intorno, ma stimola anche all’azione, alla capacità di condivisione e comunicazione di questo valore oltre i confini del nostro paese per attrarre risorse e persone nel nostro territorio.  Nel patrimonio del ‘900 esiste anche il concetto di “avanguardia” che è testimoniato dall’architettura moderna presente, da figure come quella di Sissa medesimo. Il concetto di avanguardia sarà esplorato allo scopo di creare una piccola comunità capace di esplorare nuove strade, animare le energie e le risorse locali per costruire esempi di rottura rispetto alla passiva accettazione del declino.

Il secondo livello sarà gestito dalla professoressa Raffaella Trocchianesi, avrà come argomento i processi e le pratiche attraverso i quali si affronta oggi nel mondo la valorizzazione del territorio e dei beni culturali intesi in modo contemporaneo come risorsa per sviluppare cultura. Si illustrerà come si è evoluto il concetto di patrimonio culturale, e saranno mostrati casi studio di progetti realizzati a scopo di valorizzazione, anche in contesti piccoli e marginali, apparentemente inadeguati a “pensarsi in grande”.

Il terzo livello sarà gestito dal professore e architetto Marco Borsotti ed avrà come filo rosso il patrimonio locale di questo territorio, l’architettura, la cultura materiale e quella immateriale che caratterizzano il nostro vissuto, con particolare riferimento al ‘900 come periodo e come cultura. In parte saranno descritti luoghi e situazioni locali, in parte saranno raccontati e mostrati beni e progetti realizzati in contesti simili a Pegognaga per stimolare la nostra capacità di pensare futuro possibile.

I risultati attesi: 

Nella prima fase i coordinatori e i testimoni ospiti forniranno contenuti, idee, esperienze, metodologie, percorsi già tracciati, per comprendere come sia possibile sviluppare e valorizzare il territorio “bottom up”, a partire da una partecipazione attiva e ingegnosa alla costruzione della comunità.

Nella seconda parte si inizierà a lavorare insieme attraverso divisioni in gruppi ed ogni gruppo di partecipanti coadiuvato dai coordinatori e dai tutor, inizierà a ipotizzare e creare strumenti ed eventi per valorizzare il proprio territorio in funzione della visione complessiva di “Riserva del ‘900” elaborata nel piano strategico del Distretto culturale.

Nella terza parte verranno confezionati elaborati grafici e ragionamenti necessari a raccontare questi progetti in modo da poter essere condivisi e giudicati, scelti o sostenuti sia dai cittadini di Pegognaga che dagli amministratori e da tutti gli stakeholders da cui dipende lo sviluppo del nostro territorio, sarà come un portafoglio di progetti costruiti insieme e proposti per farci crescere insieme al nostro Paese.

Un road show permanente porterà questa presentazione finale dei progetti di tavolo in tavolo, di evento in evento, di fiera in fiera, per promuovere e testimoniare la volontà attiva di rinascita del territorio.

Programma: 

Venerdì 13 marzo
ore 18-20 > Presentazione evento e avvio delle attività
Amministratori, coordinatori, tutor, daranno il benvenuto, si presenteranno e spiegheranno il funzionamento del percorso. I partecipanti si auto-presenteranno motivando la loro partecipazione.
ore 20 > Buffet conviviale tra tutti i partecipanti
ore 21-22 > Lettura drammatizzata di “Non solo il 25 novembre” a cura di Teatro Magro

Sabato 14 marzo
Ore 9.00-13 > Secondo turno di lavoro e ospiti esperti
I coordinatori espliciteranno i loro argomenti intervallati dagli ospiti.
Ore 14.30-16.30 > 4 passi e una sosta dentro al patrimonio locale
Una visita commentata ai luoghi del territorio per prendere atto e conoscere meglio il patrimonio locale e lo stato attuale dei siti e dei progetti attivati.
Ore 16.30-18.30 > Avvio lavoro dei gruppi

Domenica 15 marzo
Ore 9.00-11.00 > Continua il lavoro di gruppo intervallato dalla testimonianza degli ospiti
Ore 11.00-13.00 > Selezione delle idee emerse dal lavoro nei gruppi e preparazione dei compiti a casa

Sabato 21 marzo
Ore 9.00-13.00 > Ripresa dei lavori dei gruppi
Ore 14.30-18.30 > Sintesi dei risultati e lavoro sulle presentazioni esiti

Domenica 22 marzo
Ore 10-13 > Presentazione locale degli esiti

Sabato 28 marzo i risultati del workshop saranno presentati a scala territoriale avviando un road show che nei mesi successivi divulgherà a varie scale regionali e nazionali gli esiti del lavoro svolto che diventeranno linee per la valorizzazione locale del Comune di Pegognaga per il suo mandato di governo a venire.

Gruppo di coordinamento
Flaviano Celaschi
Isabella Bergamini
Raffaella Trocchianesi
Marco Borsotti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi