Centenario della Grande Guerra e gli altri appuntamenti a la Casa della Memoria e della Storia di Roma

Centenario della Grande Guerra e gli altri appuntamenti a la Casa della Memoria e della Storia di Roma

A cento anni dall’entrata dell’Italia nel Primo Conflitto Mondiale prosegue fino al 13 giugno 2015 il programma de La Grande Guerra. Storie, suoni e visioni per raccontare con diversi accenti e linguaggi espressivi storie e memorie del  primo grande conflitto mondiale. Per il programma completo www.comune.roma.it/cultura

 Dal 18 Maggio al 30 Giugno 2015

MOSTRA: GINESTRA SABINA RICORDA LA PRIMA GUERRA MONDIALE E I SUOI CADUTI                         

Mostra e ricordi di famiglia nella cornice delle tradizioni storico-musicali custodite dai cittadini e dalla loro centenaria Banda. Attraverso la storia di un piccolo paese, la mostra e l’appuntamento  musicale del 6 giugno alle ore 17.30 sulla terrazza con la Banda di Ginestra Sabina,  vogliono raccontare le sofferenze di una guerra da loro percepita come patriottica ma non di conquista. Il lavoro di ricerca è stato condotto dagli abitanti del paese per testimoniare l’importanza della memoria storica. Ginestra Sabina è una frazione del Comune di Monteleone Sabino in provincia di Rieti, risalente all’anno 1000, che ha partecipato alla grande guerra con un’ampia porzione della sua popolazione ed ha pagato il suo tributo di vittime alla nazione. La mostra inquadra prima di tutto il territorio ed il suo contesto lavorativo per raccontare poi una sintesi degli avvenimenti della Grande Guerra ed offrire una  documentazione degli eventi vissuti, il ricordo dei caduti, le onorificenze, gli oggetti rinvenuti e la celebrazione della fine della guerra. In evidenza l’importante ruolo aggregante della Banda del Paese che ha celebrato 4 anni fa il proprio centenario e che da sempre ha sostenuto tutta la popolazione nelle avversità della storia restando salda  anche nel corso delle due guerre mondiali.                                                                                                                                             La mostra è a cura di Dario Cecca, Carmela Marcotulli e Natalia Cecca con la collaborazione di Pierluigi Roberto De Santis e Remo Ferri.                                                                                                                  Il concerto è a cura di Giancarlo Cecca, Maria Cristina Angelici, Laura Cappelli e Pier Luigi Cecca.

Inaugurazione il 18 maggio 2015 alle ore 18.00A cura del Circolo Gianni Bosio e di Ginestra Sabina

 

Mercoledì 20 Maggio 2015 alle ore 18.00

 

LA GRANDE GUERRA NEI CANTI, NELLA PROPAGANDA E NELLA TRAGEDIA

MORIRE PER CHI…?

Oratorio a più voci tratto da memoriali, diari, giornali dell’epoca e documenti provenienti dagli archivi parlamentari e militari. Si tratta della riduzione del testo teatrale Morire per Roma di Roberto Franceschetti e Ezio Unfer (Ed. Kappa, 1984).

Introduce Enrico Pugliese – professore ordinario di Sociologia del lavoro all’Università di Roma La Sapienza.                                                                                                                                                                                         A cura di Roberto Franceschetti

 

Martedì 26 Maggio 2015 alle ore 17.00

 

LA GRANDE GUERRA DALL’ARCHIVIO DELLA CINETECA NAZIONALE

Presentazione di Emiliano Morreale, conservatore della Cineteca Nazionale.

Proiezione di Mariute di Eduardo Bencivenga (1918, muto, 28’) e Umanità di Elvira Giallanella (1919, muto, 39’).                                                                                                                                                                              Il primo, un film di propaganda che esalta il contrasto tra la vita di una diva dell’epoca e la storia di Mariute, contadina costretta a restare sola con i figli, senza suo marito perché impegnato al fronte. Il secondo film, spiccatamente pacifista, girato appena dopo il termine della Prima Guerra Mondiale, narra la storia di due bambini costretti a sopravvivere su un pianeta devastato da una catastrofe di proporzioni planetarie e propone soluzioni di ricostruzione basati a metà tra valori cristiani e socialisti.

A cura di Maurizio Carrassi, Biblioteche di Roma in collaborazione con la Cineteca Nazionale

 

Mercoledì 27 Maggio 2015 alle ore 17.00

 

LA GRANDE GUERRA DALL’ARCHIVIO DELLA CINETECA NAZIONALE                                                       

Presentazione del giornalista e critico cinematografico Enrico Magrelli. Proiezioni dei documentari Omaggio alle truppe reduci della Francia di Luca Comerio (1919, muto, 13’), coevo alla fine delle ostilità, e Il caimano del Piave di Giorgio Bianchi (1951, sonoro, 94’) che, pur narrando una vicenda romanzata che si snoda sullo sfondo del conflitto, si serve di riprese tratte da filmati autentici dell’epoca.                                                                                                                                                       A cura di Maurizio Carrassi, Biblioteche di Roma in collaborazione con la Cineteca Nazionale

 

Giovedì 28 Maggio 2015 alle ore 17.30

 

MILLE DONNE MILLE EROINE. LE PORTATRICI CARNICHE DURANTE LA GRANDE GUERRA                               

Un vivido ritratto delle “Portatrici” carniche, donne che lungo il fronte della Carnia – estremo settore nord-occidentale dell’area della regione storico-geografica del Friuli – si impegnavano a trasportare, sulle loro spalle e lungo tortuosi e impervi sentieri, munizioni e derrate alimentari agli alpini impegnati nei combattimenti contro il nemico. Maria Plozner Mentil è una di loro, medaglia d’oro al valor militare. La sua opera quotidiana e il suo infinito coraggio vengono ricordati in un incontro a lei dedicato, alla presenza di Massimo Mentil – Sindaco di Paluzza, Luca Scrignaro – Assessore al Turismo di Paluzza, Manuela Di Centa -campionessa olimpica e nipote di una portatrice carnica, Annabella Gioia – direttore scientifico dell’IRSIFAR, Giancarlo Cauteruccio – regista teatrale, Giuliano Compagno – saggista e scrittore, Patrizia Schiavo – interprete dello spettacolo Hanno sparato a Maria! Memoria di scena per una donna italiana.

A cura di Giuliano Compagno



ALTRI APPUNTAMENTI

 

Giovedì 21 Maggio 2015 alle ore 17.30

 

Presentazione del libro PAESAGGI DELLA MEMORIA. Il trauma, lo spazio, la storia di Patrizia Violi (2015, Bompiani).

In ogni parte del mondo si incontrano luoghi di memoria molto particolari che derivano dalla trasformazione in forma museale di prigioni, campi di concentramento e sterminio, spazi dove si sono consumati orrori e violenze di massa. Cosa fare di questi luoghi che ci ricordano il male che lì si è consumato? Il testo affronta interrogativi complessi che investono il rapporto fra trauma, memoria e testimonianza. Non solo luoghi che conservano la memoria del passato, i siti del trauma si rivelano centrali nel costruire le forme del futuro a venire.

Alla presenza dell’autrice, presentano il libro Isabella Pezzini, Gabriella Turnaturi e Adachiara Zevi.

A cura di Bompiani Editore

 

Venerdì 22 Maggio 2015 alle ore 17.00

 

Presentazione del libro LA PERSECUZIONE DEI PENTECOSTALI DURANTE IL FASCISMO. IL CASO DEI “TREMOLANTI” SARDI

di Lorenzo Di  Biase (edizione ANPPIA Sardegna).

Il libro, ricostruisce la persecuzione fascista dei pentecostali (o conosciuti anche come tremolanti). Il movimento cristiano protestante fu oggetto di legislazione discriminatoria da parte del regime di Mussolini. La Circolare ministeriale n. 600/158 del 9 aprile 1935, conosciuta come Circolare Buffarini Guidi, stabiliva infatti che i riti religiosi dei pentecostali fossero “nocivi fisicamente e psichicamente alla integrità della razza”. Il libro tratta cinque casi di cittadini originari della Sardegna che avevano aderito alla chiesa pentecostale, e che furono ammoniti o mandati al confino dal fascismo.

Intervengono l’autore, Salvatore Cusumano – Pastore delle Assemblee di Dio in Italia  – Martino Contu, storico.  Coordina Claudio Fano, Presidente ANPPIA Roma.

Iniziativa a cura di ANPPIA

 

Lunedì 25 Maggio 2015 alle ore 17.30

Presentazione del Dvd ROMA, 8 SETTEMBRE 1943 – 4 GIUGNO 1944 NOVE MESI DI OCCUPAZIONE (Orizzonte Comunicazione) realizzato dall’IRSIFAR con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il 70° anniversario della Liberazione che illustra i nove mesi dell’occupazione nazifascista attraverso documenti (testi, foto e video) conservati nell’archivio dell’IRSIFAR. Interventi di Agostino Bistarelli, Paolo La Farina, Andrea Sangiovanni. Letture di Andrea Alesio.   Iniziativa a cura di IRSIFAR

 

29 Maggio 2015 dalle ore 9.00  alle ore 20.00

 

Convegno interdisciplinare TECNICA, MULTIMEDIALITÀ E NUOVE FORME DI NARRAZIONE                          

 Il convegno è incentrato sulle questioni della memoria e della storia, in particolare sul lavoro registico di Giuseppe Bertolucci, Eugenio Melloni, Costanza Quatriglio e Giusi Tatatiani, nel solco di un percorso collaborativo con l’Istituzione Biblioteche dove al centro resta l’indagine sulle nuove forme di narrazione intermediali.

 

Programma

ore 9.00

Elaborazione/rielaborazione

Presiede: M. Giuseppina De Luca

Relatori: Roberto Maragliano (Roma “Sapienza”), Pompeo Martelli (Museo Laboratorio della Mente), Lucio Tondi

Casi studio: Andrea Patassini (Roma “Sapienza”), Vincenza Del Marco (Roma “Sapienza”), Elisa Binda (Roma “Sapienza”), Martino Feyles (Roma “Sapienza”)

ore 15.00

Presiede: Isabella Pezzini (Roma “Sapienza”)

Casi studio: Fiorenza Lupi (Roma “Sapienza”), Angela Maiello, Tommaso Matano (Roma “Sapienza”), Francesco Restuccia (Roma “Sapienza”)

Colloqui con gli artisti

Relatori: Andrea Caccia, Giusy Catapiani, Eugenio Melloni, Costanza Quatriglio.

ore 17.00

Tavola rotonda

Relatori: Alberto Abruzzese (IULM), Ruggero Eugeni (Cattolica, Milano), Herman Parret, Paolo Costa, Gino Roncaglia (Tuscia), Massimiliano Coviello (Il Lavoro Culturale), Marco Senaldi (Milano Bicocca). Coordina: Pietro Montani (Roma “Sapienza”)

Conclusioni: Pietro Montani (Roma “Sapienza”)

Iniziativa a cura delle Biblioteche di Roma

 

CASA DELLA MEMORIA E DELLA STORIA

Via San Francesco di Sales, 5 (Trastevere) – 00165 Roma

dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 20.00 – Sabato e Domenica chiuso

Chiusa il 2 e 29 giugno 2015

06/6876543 – 060608

www.casadellamemoria.culturaroma.it

INGRESSO LIBERO

 

Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia

Orario di apertura per la consultazione: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 17.00

sabato e domenica chiuso.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi