A Castel Beseno Un libro ogni trenta secondi

A Castel Beseno Un libro ogni trenta secondi

Quarto e ultimo appuntamento, venerdì 29 agosto alle ore 20.00 a Castel Beseno, con «UN LIBRO OGNI TRENTA SECONDI», un incontro con il mondo della letteratura curato dal Coordinamento Teatrale Trentino e inserito nel calendario della rassegna «dicastelincastello» promossa dal Servizio Attività Culturali della Provincia autonoma di Trento e realizzata dal Centro Servizi Culturali S. Chiara in collaborazione con il Museo Castello del Buonconsiglio. Si tratta di una conferenza (ma forse sarebbe meglio definirlo uno spettacolo o, ancor meglio, un dialogo) proposto da Carlo Martinelli, ex libraio, giornalista e scrittore.

«UN LIBRO OGNI TRENTA SECONDI» è un viaggio divertito e scanzonato alla scoperta dei mille volti della lettura. Librerie d’un tempo e castelli dove si regalano libri; romanzi proibiti, racconti brevissimi e poesie misteriose; collezionisti incalliti e bibliofili (per non dire biblio-folli); titoli assurdi e introvabili; autori clandestini e titoli bugiardi; libri che diventano oggetto di voluttà e mistero. Perché loro, i cari vecchi volumi – tascabili o rilegati, economici o super-lussuosi, rari o dimenticati – sono da sempre compagni fedeli di uno dei piaceri irrinunciabili della vita: leggere, appunto.
Un itinerario curioso e sorprendente, in compagnia di un “devoto alla carta” che non disdegna il confronto con l’ebook. E che tenta la sfida impossibile: si calcola che al mondo venga pubblicato un libro nuovo ogni trenta secondi. E dunque a chi ama i libri cosa resta, per possederli e conoscerli tutti, se non parlare di un libro ogni trenta secondi o giù di lì? E, ancora meglio: se non parlare di libri che … parlano di libri?
Ecco dunque un dialogo serrato, un’ora o poco più. «Nella mia conversazione – spiega Carlo Martinelli – fanno capolino: la sentenza di un tribunale riguardo alla sparizione di 2.292 volumi; il castello dove bazzicava Georges Simenon; il Furore dei Libri, che non è solo il titolo di un libro, non è solo uno stato d’animo, è anche una associazione di bibliofili trentini; Marcel Proust alla ricerca del tempo perduto con le letture; i “Cantieri” di carta dove navigare tra archeologia libraia, anniversari editoriali, spigolature editoriali, fanta-bibliografia, peregrinazioni grafiche, editoria clandestina; titoli bizzarri quale “Resoconto delle 250 volte che ho visto una commedia”; le citazioni a proposito di libri (una per tutte, di Charlie Brown, fulminante: “Sono sempre stato di quella razza di persone cui piace leggere. Quando non ho niente da fare, leggo”); un professore di letteratura francese all’Università di Parigi autore di “Come parlare di un libro senza averlo mai letto”; lo scrittore assassino e le biblioteche come rifugio … e molto altro. Curiosi?»
L’appuntamento con «Un libro ogni trenta secondi» è fissato per venerdì 29 agosto alle 20,00 a Castel Beseno, al quale il pubblico potrà accedere gratuitamente. (F. L.)

CARLO MARTINELLI è nato a Trento, dove vive, nel 1957. Giornalista, ex libraio, campione di telequiz, ha pubblicato “Storie di pallone e bicicletta” (finalista al premio letterario Peppino Prisco), “Un orso sbrana Baricco” (segnalazione speciale al premio Carver) e “Campo per destinazione. 70 storie dell’altro calcio”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi