Casa Dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea, le nuove stagioni di sei Teatri romani

Casa Dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea, le nuove stagioni di sei Teatri romani

Casa Dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea, le nuove stagioni di sei Teatri romani. Dopo un anno di lavoro, 123.000 presenze e 1.204 giornate complessive di attività tra laboratori, mostre, spettacoli e incontri la Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Dipartimento Cultura e gestita da Zètema Progetto Cultura con la direzione di Emanuela Giordano, presenta le nuove stagioni dei teatri che ne fanno parte – Teatro Tor Bella Monaca, Teatro Villa Torlonia, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Teatro Scuderie Villino Corsini e Teatro del Lido di Ostia – e le rassegne e i progetti itineranti tra i diversi spazi.

 

Nel corso della stagione 2013-2014 il sistema CTDC ha dimostrato di rivestire un importante ruolo di valorizzazione della scena contemporanea, basando la sua attività sul rapporto con il territorio, sul coinvolgimento di giovani talenti e sulla formazione del pubblico (con il campo scuola e l’osservatorio critico) e degli artisti (con le residenze e le gestazioni). La rete creata tra la direzione artistica della CTDC e le direzioni artistiche dei teatri che ne fanno parte, ha dato vita ad una vera sinergia garantendo, allo stesso tempo, l’autonomia dei progetti, l’interdisciplinarietà e lo sviluppo di un’idea aggregante e comunitaria degli spazi.

 

E’ un esperimento complesso di gestione condivisa e partecipata a cui l’Amministrazione Capitolina ha garantito un altro anno di sperimentazione (fino al 30 giugno 2015).

 

Per la stagione 2014-2015 la direzione della CTDC propone diversi progetti, tra cui segnaliamo:

 

  • · Campo scuola a Teatro in collaborazione con AMREF Italia. Dopo il successo dei campi scuola organizzati lo scorso anno che hanno portato i ragazzi delle scuole alla scoperta di tutto ciò che compone la scena teatrale, quest’anno, in collaborazione con AMREF Italia e grazie al finanziamento del Bando “Officine di teatro Sociale” promosso dalla Regione Lazio, saranno scelte 16 classi che seguiranno un percorso di formazione prima in classe e poi a Teatro. Una giornata ricca di stimoli, grazie al contributo di musicisti, attori, tecnici, storici dell’arte e scenografi che condurranno gli alunni in un percorso che si sviluppa dalla mattina alla sera. Gli studenti verranno coinvolti nella realtà dei loro coetanei di Nairobi che hanno scoperto espressività, disciplina e senso di comunità grazie al Pinocchio nero realizzato da Baliani per AMREF Italia.

  • · Musica e Parole una nuova rassegna sul rapporto tra musica e linguaggio scenico. Si darà spazio ad incontri, documentari e film di approfondimento, a esperienze contemporanee di autori, musicisti e interpreti italiani. In programma diversi spettacoli tra cuiCinque Allegri Ragazzi Morti. IL MUSICAL LO-FI” di Eleonora Pippo, “I was born in T.B.M.” di Edoardo Pesce.

 

 

 

  • · Migranti una rassegna sviluppata in tutti gli spazi, che già nella scorsa stagione ha suscitato particolare interesse, facilitando una relazione tra attori, associazioni, scuole e centri culturali. In programma incontri di culture, concerti, spettacoli, film, documentari, letture, autobiografie e favole, nati dalla collaborazione con giornalisti ed esperti del settore, con La Contemporanea  e il progetto INCA, con Il Festa d’Africa Festival ecc. Inoltre verrà attivato un laboratorio gratuito sull’Eneide di Olivier Kemeid, autore canadese di origine egiziana, ispirato all’Eneide di Virgilio e alla storia di migrazione della sua famiglia. Il laboratorio sarà  gratuito e  rivolto agli studenti delle scuole superiori del Quarticciolo, mentre gli altri teatri ospiteranno spettacoli musicali e teatrali, presentazioni di libri e proiezioni di film.

  • · Formazione Dal primo giorno di attività, la CTDC ha scelto come obiettivo prioritario la formazione, intesa come avvicinamento ai linguaggi teatrali ma anche come strumento di educazione all’ascolto, di aggregazione e di socializzazione. Oltre al progetto “Campo scuola a Teatro”, proseguirà la valorizzazione e promozione del documentario italiano “Cinema di periferie” realizzato in collaborazione con la Direzione Generale per il Cinema del MiBACT che presenterà una selezione dei migliori documentari premiati nei festival di tutto il mondo. In particolare quest’anno sarà dato spazio anche ai documentari scientifici e alla filmografia sull’ambiente, grazie alla collaborazione con ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e il Docscient Festival di Roma. Il rapporto tra teatro e scienza si svilupperà inoltre attraverso una proposta di confronto e approfondimento divulgativo di temi scientifici per avvicinare studenti ed adulti all’affascinante mondo della scienza. Prosegue la collaborazione con l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico con la realizzazione di una residenza finalizzata alla messa in scena di spettacoli degli allievi attori e registi e con una proposta di approfondimento sui temi etici, attraverso letture musicate di opere italiane. Proseguono, inoltre, i percorsi di formazione dedicati agli insegnanti “Il teatro a scuola chi lo insegna?” e i progetti laboratoriali come “Accordi Imperfetti” al Teatro Tor Bella Monaca, Il Teatro del respiro comune al Teatro Villa Torlonia (in collaborazione con il Corso di laurea per terapisti della riabilitazione psichiatrica dell’Università la Sapienza di Roma). Inoltre in occasione dei 100 anni dall’ingresso dell’Italia nella I Guerra Mondiale, partecipiamo al progetto Rancio di guerra – la fame della grande guerra di cui sono partner la Casa delle Arti di Bergamo -Teatro Sociale di Bergamo e il Teatro delle Muse e Inteatro di Ancona e Polverigi.

  • · Play Festival, progetto ideato dal Teatro Ringhiera ATIR di Milano che quest’anno viene realizzato anche dalla CTDC con la collaborazione del Teatro Stabile di Roma. Un comitato formato da artisti, tecnici e organizzatori, selezionerà 10 spettacoli di compagnie under 40. La giuria (composta da spettatori, critici teatrali del web, direttori dei teatri coinvolti) decreterà lo spettacolo vincitore che verrà presentato al Teatro Villa Torlonia e al Teatro India e poi fatto circuitare tra i teatri partner a Milano, Bergamo e Genova. Il Play Festival si fonda sulla volontà di creare una “rete” tra teatri sociali con la partecipazione attiva del pubblico, per sostenere la drammaturgia contemporanea e dare la giusta visibilità alle giovani compagnie.

 

 

TEATRO VILLA TORLONIA

Il Teatro di Villa Torlonia è il luogo in cui le principali esperienze, condivise con i teatri della CTDC, si incontrano e si confrontano. Il luogo in cui far conoscere al centro cosa fa la periferia e viceversa e dove la città può relazionarsi con ambasciate, accademie, istituti di cultura, fondazioni, progetti europei anche in collaborazione con altri teatri italiani.

Gli uffici della CTDC, nel Teatro, sono lo spazio vivo di questa intensa attività. Oltre ai progetti già indicati, che coinvolgono tutti gli spazi della CTDC, il Teatro Villa Torlonia propone alla città progetti nati dalla collaborazione con AMREF Italia, Conservatorio di Santa Cecilia, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, MiBACT Cinema, Roma Jazz Festival, Concorso Lirico Internazionale Ottavo Ziino, Musica Integrata, Gender Interuniversity Observatory, Sapienza Università degli Studi di Roma (Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo e Corso di Laurea per terapisti della Riabilitazione Psichiatrica), Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo – Corso di Laurea DAMS dell’Università di Roma Tre. Concerti, incontri, film, spettacoli e laboratori diretti a valorizzare l’eccellenza dello spazio in cui il valore museale e l’uso scenico si integrano.

 

Il Teatro di Villa Torlonia sarà anche una delle sedi ospitanti del ciclo di incontri con le nuove realtà teatrali Per fare il teatro che ho sognato in collaborazione con Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo Università di Roma “La Sapienza” a cura di Annarita Colucci, Guido Di Palma e Irene Scaturro e del progetto Osservatorio del presente. Attori e scene nato in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo – Corso di Laurea DAMS dell’Università di Roma Tre per raccontare il lavoro e l’esperienza della creazione nel mondo del teatro e della danza contemporanei.

 

Fino al 31 dicembre è anche possibile partecipare alle visite guidate negli spazi del Teatro Villa Torlonia organizzate dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina e ammirare le preziose decorazioni, le magnifiche sale e le sculture, la suggestiva serra in ghisa e il particolarissimo palcoscenico con fondale “apribile” sul parco. Le visite sono previste il mercoledì (ore 10.30), il sabato (ore 11 e 16) e la domenica (ore 10 e 16). Per info e prenotazioni 060608.

 

TEATRO DEL LIDO DI OSTIA

L’Associazione di Associazioni TDL presenta una nuova stagione che integra le aree artistiche – Teatro, Musica, Danza, Arti Visive, Formazione – e ripropone alcune rassegne tematiche che hanno avuto un ottimo riscontro nella scorsa stagione (“No more – Storie di Donne”; “Pasolini – una vita futura”; “ArteOltre”; “Arti urbane”; “Teatro Ragazzi”; “Emergenze”) e la manifestazione “Così fan tutti”. Inoltre, attraverso i tavoli di progettazione partecipata, sono emersi nuovi stimoli e progetti per potenziare le offerte formative in un’ottica multidisciplinare. Si tratterà il tema delle infiltrazioni mafiose sul territorio con la rassegna “TdLControLeMafie” e quello del recupero delle tradizioni popolari italiane e non, si darà ancora maggiore attenzione alla drammaturgia contemporanea e si presenteranno spettacoli in lingua originale. In programma anche una nuova rassegna gratuita, “Il Territorio Narrante”, che propone incontri letterari di qualità.

L’organizzazione, la gestione del teatro e l’attività di comunicazione e promozione delle attività è affidata a Zètema Progetto Cultura.

 

TEATRO SCUDERIE VILLINO CORSINI

La nuova stagione, a cura del Teatro Verde e della Scuola popolare di Musica Donna Olimpia, con la direzione artistica di Veronica Olmi, seguirà le stesse scelte artistiche dei primi nove mesi di attività che hanno reso questo spazio un’officina/laboratorio della creatività, con oltre 20.000 presenze (numero eccezionale considerando che si è trattato di un primo anno di programmazione!). Mantenendo il doppio binario di luogo sia di intrattenimento sia di formazione, la direzione artistica punta a consolidarne  il ruolo di “Centro di orientamento ai mestieri delle arti”  per sviluppare “progetti in corso” permanenti, rivolti in particolare alle nuove generazioni, al teatro ragazzi, al teatro per famiglie.  Nel cartellone torneranno le rassegne “Domenica a colazione” (per bambini e ragazzi, con spettacoli di  prosa, burattini, concerti danza), “Spettacoli al tramonto” (con prosa, figure, concerti, danza), “Documentari e corti” e le “Conversazioni Teatrali” e le  Mostre e installazioni che si succederanno durante l’anno.

 

TEATRO BIBLIOTECA QUARTICCIOLO

Il lavoro della direttrice artistica Veronica Cruciani con le compagnie Neraonda, Tramartis e Trousse prosegue con una grande attenzione al territorio e alla drammaturgia contemporanea italiana e internazionale. Accanto a nomi già noti, come Ascanio Celestini, Michele Santeramo e Giacomo Ciarrapico, il teatro darà spazio ad autori della nuova generazione, come le compagnie Maniaci D’amore, Civilleri-Lo Sicco e Francesco Colella e ad alcune compagnie, come Daniele Timpano, Psicopompo Teatro e Le Mitipretese  che da anni lavorano nella capitale.

Tornano inoltre gli appuntamenti musicali e gli artisti che sono particolarmente amati dal territorio – come Nicola Pistoia e Paolo Triestino, Claudio Morici  e Francesco Montanari – e le compagnie che nel territorio hanno casa come Emiliano Valente che debutterà con “Namolletta” e Groucio Teatro con il lavoro svolto al Centro Anziani del quartiere.

 

TEATRO TOR BELLA MONACA

Con il felice sodalizio della direzione artistica di Alessandro Benvenuti e della direzione di Filippo d’Alessio, il Teatro Tor Bella Monaca ha al suo attivo un bagaglio di grandi successi di pubblico con i suoi 40.000 biglietti staccati, confermandosi come un palcoscenico aperto alla nuova drammaturgia, alla ricerca, così come alla musica e alla grande danza contemporanea.

Molte le novità della stagione 2014-2015, come i giovedì musicali “TorBellaMusica” a cura di Piji con la collaborazione del Club Tenco e dell’Università di Tor Vergata.  Numerose anche le conferme, come le seguitissime “Domeniche in musica”, con il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, la “Notte delle cantautrici” a cura di Ernesto Bassignano e la Danza a cura di Patrizia Cavola di Atacama. Ricca e di qualità la stagione teatrale, con artisti come Paola Gassman, Duccio Camerini,  Blas Roca Rey e Maddalena Rizzi, Alessandro Benvenuti, Valeria Valeri e Milena Vukotic, Massimo Wertmuller, Ulderico Pesce e Simone Cristicchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi