Traffico di droga sul litorale romano. Scoperta organizzazione operante sull’asse Piemonte – Lazio – Calabria

Traffico di droga sul litorale romano. Scoperta organizzazione operante sull’asse Piemonte – Lazio – Calabria

Traffico di droga sul litorale romano. Scoperta organizzazione operante sull’asse Piemonte – Lazio – Calabria. ROMA – Dopo i 21 arresti di due giorni fa, continua l’offensiva dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Ostia al traffico di stupefacenti ad opera di bande criminali sul litorale romano.  Questa mattina, in Roma, Aprilia, Pomezia e in Provincia di Reggio Calabria, a conclusione di due distinte operazioni antidroga, convenzionalmente denominate “Tauro 2010” e “Fly”, coordinate entrambe dalla DDA di Roma, i Carabinieri hanno dato esecuzione a due ordinanze di applicazione di misure cautelari personali  emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma nei confronti di 13 soggetti ritenuti a vario titolo responsabili dei reati di “Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti (art. 74 D.P.R. 309/90)” e “Detenzione e spaccio continuato e in concorso di stupefacenti (art. 73, 110 81 C.P.)”. Nello specifico, il lavoro svolto dai Carabinieri nel corso dell’indagine “Tauro 2010”, in poco più di un anno, ha permesso di acquisire una serie di elementi probatori che hanno consentito di individuare responsabilità penali a carico di 8 soggetti, tutti italiani, che, pur avendo rivestito ruoli diversi, sono risultati responsabili, in concorso e a vario titolo, di aver organizzato e condotto un’organizzazione dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, marijuana e hashish,  operante sull’asse Piemonte – Lazio – Calabria. A riscontro delle attività di indagine sono stati tratti in arresto in flagranza di reato 7 soggetti e sequestrati 450 gr. di cocaina, 4 kg. di marijuana e 2,4 kg. di hashish, oltre a denaro contante per oltre 16.000 euro. L’indagine “FLY”, invece, ha avuto origine nel gennaio 2012 e ha consentito di trarre in arresto 5 soggetti, di cui 2 italiani e 3 stranieri, responsabili del reato di detenzione e spaccio in concorso di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e hashish, operante soprattutto tra Ostia e Pomezia, all’altezza dei “Cancelli” litoranei.

A riscontro delle operazioni tecniche e dei servizi di osservazione e pedinamento, sono stati effettuati 5 arresti in flagranza ed il sequestro di gr. 250 di marijuana, nr. 10 piante di “cannabis sativa”, 300 semi di cannabis in germinazione e vari prodotti ed attrezzature per l’incremento della coltivazione. Per le operazioni di cattura degli odierni arrestati sono stati impiegati circa 150 Carabinieri del Gruppo di Ostia ed unità cinofile specializzate nella ricerca di stupefacenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi