Caccia di frodo nel parco dei castelli romani

Caccia di frodo nel parco dei castelli romani

Nemi – Caccia di frodo nel parco dei castelli romani. I carabinieri arrestano due veliterni

 

Due veliterni sono stati arrestati la notte scorsa dai Carabinieri della Stazione di Nemi con l’accusa di detenzioni di armi, uccisione di animali e violazioni varie alle norme sulla caccia. I Carabinieri, che da alcuni giorni ricevevano segnalazione di spari durante la notte lungo le sponde del lago di Nemi, in piena notte hanno sorpreso due uomini, un 63enne ed un 23enne, subito dopo aver ucciso un cinghiale. Nella loro vettura i militari hanno rinvenuto, oltre all’animale appena ucciso, alcune armi detenute irregolarmente, cartucce a pallettoni ad elica, adatte per abbattere l’animale nonché oggetti vari necessari per la caccia di frodo quali coltelli, ricetrasmittenti, torce ed in particolare richiami per il Cinghiale. I due arrestati, che dovranno rispondere di numerosi reati, dalla detenzione di Armi alterate alla caccia di frodo nel Parco dei Castelli Romani, sono stati tradotti in Carcere.

 

6 pusher arrestati dai carabinieri. Sequestrato 1 chilo di droga tra marijuana, hashish, cocaina ed eroina ed oltre mille euro in contanti.

 

Roma – Sei spacciatori, nelle ultime 24 ore, sono finiti nella rete dei Carabinieri, che li hanno sorpresi a spacciare in diversi quartieri della Capitale.  I militari dell’Arma hanno passato al setaccio i quartieri di Trastevere, San Lorenzo, Trionfale, Eur, arrestando i 6 pusher sorpresi nel pieno del loro business. A finire in manette sono stati 4 romani, un cittadino del Gambia ed uno polacco. Gli spacciatori, di età compresa tra i 21 ed i 50 anni, tutti già conosciuti alle Forze dell’ordine, sono stati trovati in possesso di quasi un chilo di droga tra marijuana, hashish, cocaina ed eroina pronte per essere immerse nel mercato della droga. Centinaia di euro il quantitativo di denaro contante rinvenuto nella disponibilità degli spacciatori, sequestrato dai militari, poiché ritenuto provento della loro attività illecita. In particolare un militare della Stazione Roma Trastevere, libero dal servizio, mentre si trovava in un supermercato nei pressi di Viale Trastevere ha notato un 25enne assumere atteggiamenti sospetti. Il militare, pensando che il giovane avesse rubato della merce dagli scaffali, lo ha perquisito senza trovare refurtiva ma rinvenendo oltre 100 grammi di marijuana nascosta nello zaino e nei pantaloni. Il 25enne è stato così arrestato ed accompagnato in caserma. L’altro episodio particolare è accaduto in Via Innocenzo Vela, zona Casetta Mattei, dove i Carabinieri della Stazione Roma Eur hanno arrestato due pusher romani di 21 e 22 anni. I militari hanno seguito i due che erano a bordo della loro auto fin quando sono arrivati davanti ad un garage. A quel punto i Carabinieri sono entrati in azione. Dalla perquisizione al veicolo e nel garage sono stati rinvenuti: mezzo chilo di marijuana, 200 grammi di cocaina, 50 grammi di hashish, 2 bilancini di precisione ed altro materiale per suddividere la droga in dosi oltre a 660 euro in contanti che sono stati sequestrati poiché presunto provento dell’attività illecita. Gli altri 3 pusher, invece, sono stati arrestati dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro e della Stazione Roma San Lorenzo, mentre cedevano dosi di droga a “clienti” che sono stati segnalati alla Prefettura in qualità di assuntori. Per tutti gli arrestati l’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e saranno condotti presso le aule del Tribunale di piazzale Clodio per essere giudicati con il rito direttissimo.

 

Trastevere – Borseggiatore rincorso e bloccato dalla vittima. 34 romeno arrestato dai carabinieri.

 

Roma – A Piazza Sidney Sonnino, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un borseggiatore 34enne di origini romeni, già conosciuto alle forze dell’ordine. L’episodio è accaduto sull’ ”8”, il tram che percorre viale Trastevere. La vittima, un italiano 21enne, si trovava a bordo del mezzo pubblico, che era  affollatissimo, e durante la discesa alla fermata nei pressi di Piazza Sidney Sonnino, nel cuore di Trastevere, è stato spinto da un uomo che dopo avergli rubato il portafogli è fuggito. Il 21enne però si è subito accorto del furto ed ha inseguito il ladro riuscendolo a bloccare dopo qualche centinaia di metri per poi chiamare il 112, il numero di pronto intervento dei Carabinieri. La pattuglia del Nucleo Radiomobile è immediatamente arrivata ed il borseggiatore è stato ammanettato ed accompagnato in caserma. Accusato di furto aggravato, sarà giudicato  con il rito per direttissima. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

 

Frascati – Tagliava hashish in cucina con l’amico del cuore. Arrestato il cuoco della droga.

 

Utilizzava la cucina come laboratorio per tagliare hashish, ma l’attività di pusher si è bruscamente interrotta nella tarda serata di ieri, quando i Carabinieri della Stazione di Frascati hanno fatto irruzione in un appartamento della cittadina dei castelli romani. A finire in manette, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati un 43enne frascatano già noto alle forze dell’ordine ed un 45enne di Guidonia Montecelio. Il blitz dei Carabinieri è scattato dopo aver registrato, nei giorni scorsi, un insolito via vai di piccoli pusher e di noti tossicodipendenti della zona dall’abitazione nella quale il 43enne viveva da solo. Durante la perquisizione i militari hanno sequestrato oltre 70 grammi di hashish, bustine di cellophane, materiale per il confezionamento delle dosi, un bilancino di precisione e, ben nascosti tra i barattoli della cucina 1.170 Euro. Per il cuoco-spacciatore ed il suo amico del cuore si sono aperte le porte delle celle di sicurezza della locale caserma in attesa della direttissima. Sono in corso ulteriori indagini finalizzate all’identificazione dei canali di spaccio che i due rifornivano con la loro attività.

 

 

Eur – 4 “topi” d’appartamento arrestati dai carabinieri

 

 

Roma – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato 4 nomadi, di età compresa tra i 23 e i 36 anni, con l’accusa di tentato furto aggravato. I ladri, tutti già conosciuti alle forze dell’ordine, poco prima della mezzanotte sono entrati in un cortile condominiale di Via Francesco De Vico, all’Eur, ed hanno forzato la grata della finestra di un appartamento di proprietà di una signora 82enne. La loro impresa, però, è stata interrotta dall’arrivo dei Carabinieri allertati da un condomino che aveva i 4 sconosciuti introdursi nel giardino conodminiale. I ladri, vistisi braccati, sono fuggiti ma l’intero condominio era circondato da altre pattuglie dei Carabinieri che nel frattempo erano arrivate sul posto. Per i 4 “topi” d’appartamento il tentativo di fuga è stato inutile perchè sono stati tutti bloccati, ammanettati e trovati in possesso di attrezzi utili allo scasso che sono stati sequestrati. Gli arrestati, colpevoli di tentato furto aggravato, sono stati accompagnati in caserma e saranno giudicati con il rito per direttissima

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi