Azionano il pulsante di emergenza della scala mobile della metro fingendo un guasto per rubare portafogli ai turisti

Azionano il pulsante di emergenza della scala mobile della metro fingendo un guasto per rubare portafogli ai turisti

Azionano il pulsante di emergenza della scala mobile della metro fingendo un guasto per rubare portafogli ai turisti – I Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo, con la collaborazione delle guardie giurate in servizio nella stazione “Spagna” della linea “A” della metropolitana, hanno arrestato quattro ragazzini romeni, di età compresa tra i 20 e i 23 anni, tutti nella Capitale senza fissa dimora, che avevano escogitato un particolare metodo per derubare i passeggeri in transito. I ladruncoli, infatti, dopo essersi disposti lungo le scale mobili della stazione metropolitana, adocchiate le vittime di turno, azionavano, senza farsi notare, il pulsante di emergenza della scala, provocandone il blocco improvviso. Il segnale partiva da uno di loro che, mediante un telefono cellulare, avvisava un complice che, materialmente, azionava  il pulsante di blocco. Approfittando del provocato malfunzionamento e della confusione che negli istanti immediatamente successivi si generava, andavano a mettere la mani nelle tasche e nelle borse dei passeggeri. Il loro escamotage, però, è stato subito scoperto dagli addetti alla vigilanza della metropolitana che hanno immediatamente avvisato una pattuglia di Carabinieri della Stazione Madonna del Riposo, in zona poiché impegnata in un servizio antiborseggio. I 4 borseggiatori sono stati acciuffati con le mani nel sacco e in possesso di tre portafogli, rubati qualche minuto prima. Sono stati arrestati e portati in caserma, in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo. La refurtiva è stata sequestrata in attesa di reperire i legittimi proprietari, perlopiù turisti stranieri, che non accorgendosi del furto subito, si sono allontanati a bordo dei convogli della metropolitana.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi