Attrezzi per lo scasso nascosti nel vano nel telaio dell’auto

Attrezzi per lo scasso nascosti nel vano nel telaio dell’auto

Attrezzi per lo scasso nascosti nel vano nel telaio dell’auto. Quattro persone sono state arrestate dai Carabinieri della Compagnia Roma Cassia, mentre tentavano di forzare una porta finestra di una villa all’Olgiata, nella zona a Nord di Roma.

Alla vista dei militari i ladri hanno tentato la fuga ma sono stati fermati da due pattuglie dell’Arma che avevano bloccato le vie di fuga.

I 4 soggetti arrestati, tutti già conosciuti alle forze dell’ordine, sono italiani di età compresa tra i 25 ed i 40 anni, residenti nella vicina Cerveteri e si erano organizzati per depredare ville nel quartiere vip di Roma. Erano a bordo di una Bmw, risultata intestata ad una prestanome e sottoposta a sequestro, nel cui telaio avevano ricavato un vano, in cui inserivano refurtiva e arnesi da scasso. Così facendo si rendevano immuni da eventuali controlli delle forze dell’ordine.

Il loro piano è stato mandato a monte dall’intervento dei Carabinieri che li hanno fermati mentre scappavano da un’abitazione in cui era scattato l’allarme. In casa c’era una signora anziana che non si è accorta di niente.

Dopo il controllo approfondito e la perquisizione al veicolo, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Roma Cassia e della Stazione La Storta hanno scoperto il vano in cui c’erano gli attrezzi da scasso: cacciaviti di diverse dimensioni, smerigliatrici, picconi, dischi da taglio per metalli e pietre, torce tascabili, guanti in lattice.

I componenti della banda, accompagnati in caserma, hanno passato la notte nelle celle di sicurezza e sono stati processati stamane con rito direttissimo a termine del quale sono stati tradotti in carcere.

Nelle settimane passate altre abitazioni all’interno dell’Olgiata sono state prese d’assalto dai ladri. Proprio per questo i Carabinieri avevano aumentato i controlli in zona con dei servizi straordinari disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Ostia, che hanno presto dato i loro frutti.  Gli investigatori stanno effettuando tutti i riscontri per verificare i collegamenti tra i furti passati ed il colpo sventato la notte scorsa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi