Asiatica, incontri con il cinema asiatico, il calendario prosegue

Asiatica, incontri con il cinema asiatico, il calendario prosegue

Asiatica, incontri con il cinema asiatico, il calendario prosegue – Continuano con successo di pubblico le proiezioni e gli incontri della tredicesima edizione di Asiatica, Incontri con il cinema asiatico, che si tiene fino al 13 ottobre 2012 negli spazi de La Pelanda di Roma nel quartiere Testaccio. Il Festival diretto da Italo Spinelli, è ad ingresso gratuito e come ogni anno, rinnova l’impegno a promuovere la diffusione del cinema asiatico e a fornire spazi e momenti di scambio tra l’Asia e l’Europa.

 

 

 

Il programma di domani – martedì 9 ottobre – prevede alle ore 16:00, in Sala 1, per la sezione Sguardo sul Cinema Arabo, la proiezione del marocchino Andalusie mon amour, di Mohamed Nadif. Alle ore 17:30, il cinese Here, Then, scritto e diretto dal giovane Mao Mao, che sarà presente alla proiezione e che racconta la storia di alcuni ragazzi cinesi, sbandati e disillusi, le cui vite si incrociano per caso tra una piccola città rurale e la capitale, complice il ritrovamento di un cellulare e la rete dei loro desideri sessuali. Alle ore 20:00, il giapponese Our Homeland, della regista Yang Yonghi, che sarà presente alla proiezione. Il lungometraggio racconta di una giovane coreana nata e cresciuta in Giappone e del suo incontro dopo 25 anni con il fratello, trasferito in Corea del Nord negli anni ’70 sotto il “programma di rimpatrio”. Alle ore 22:00 proiezione di Guerrilla, di Nasiruddin Youssuff, uno sguardo su una delle donne bengalesi impegnate nella guerra di liberazione.

 

In Sala 2, alle ore 16:00, proiezione di Jai Bhim Comrade, del regista Anand Patwardhan, girato nel corso di più di 14 anni, un documento eccezionale sulle caste nell’India del secolo scorso. Alle ore 19:30, per la sezione Asia di Carta, la presentazione del libro moderato dalla giornalista del Manifesto Marina Forti, La città color zafferano. Bombay tra metropoli e mito (Bruno Mondadori, 2012), alla presenza dell’autore, lo storico indiano Gyan Prakash, professore di Storia dell’India a Princeton. Il libro  racconta la storia della città di Bombay, ora Mumbai, che ha rappresentato per più di un secolo un modello di “città globale” ante-litteram. Oggi, con i suoi 13 milioni di abitanti, è certamente un esempio degli effetti socio-culturali determinati dalla crescita veloce dei centri urbani in India. A seguire, alle 20:30, il documentario iraniano Reluctant Bachelor, di Mahdi Bagheri, che sarà presente alla proiezione, sorta di autobiografia di un trentenne attraverso un film di analisi dei rapporti con i membri della propria famiglia. Per concludere, alle ore 22:00, altro documentario in concorso, Hometown Boy, diretto da Yao Hung-I, per capire Taiwan, l’altra Cina, attraverso gli occhi e il pennello di uno dei più noti pittori del paese, Liu Xiaodong.

 

Realizzato in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti
Proiezioni in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese.
XIII edizione 
ROMA, 5/13 ottobre 2012 
c/o La Pelanda – Centro di Produzione Culturale
(Piazza Orazio Giustiniani, 4) Roma


Info

tel. 0639388386

asiaticafilmmediale@hotmail.com

www.asiaticafilmmediale.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi