Armonied’arte Festival. La XIV edizione ai nastri di partenza nella cornice del Parco Archeologico Scolacium di Borgia

Armonied’arte Festival. La XIV edizione ai nastri di partenza nella cornice del Parco Archeologico Scolacium di Borgia

Armonied’arte Festival. La XIV edizione ai nastri di partenza nella cornice del Parco Archeologico Scolacium di Borgia. Venerdì 8 agosto, nella straordinaria cornice del parco archeologico SCOLACIUM a Borgia (Cz), RICCARDO MUTI regalerà un concerto alla 14° edizione di ARMONIED’ARTE FESTIVAL. Il Maestro Muti dirigerà, a titolo gratuito, i giovani strumentisti calabresi di banda – Orchestra giovanile di fiati di Melicucco e di Laureana di Borrello curati dal Maestro Maurizio Managò –  in un concerto siglato appunto “La Musica non solo Forma ma Salva”.  

Il Maestro Riccardo Muti – comunica il sovrintendente e direttore artistico Chiara Giordano – rappresenta un simbolo e un ambasciatore della grande arte italiana nel mondo e ha espresso la disponibilità per una partecipazione all’Armonie d’Arte Festival, dando seguito alla vicinanza già manifestata in molte occasioni ai giovani calabresi per la loro crescita attraverso l’esperienza della pratica musicale d’insieme.

 

 

 

Quest’anno ARMONIED’ARTE FESTIVAL ha scelto di puntare tutto sulla qualità produttiva, concentrando le proprie energie e sforzi in questa opera prima, convinti che un festival non debba essere solo un contenitore di spettacoli, seppure di alto profilo, ma soprattutto un “propulsore “ di idee e creatività.

 

ARMONIED’ARTE FESTIVAL quest’anno è dedicato al tema “ex antiquitate novum”, esprimendo così la volontà di coniugare classicità e contemporaneità, storia, mito, leggenda, e tutto quanto affidato alla memoria e consolidato nelle coscienze culturali con nuova creatività artistica e nuove tecnologie.

 

Dopo lo straordinario successo del concerto di apertura della nuova star del jazz internazionale HIROMI, questi i prossimi appuntamenti del Festival: Venerdì 1 agosto lo SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET si esibirà in una straordinaria versione dei CARMINA BURANA con testi originali tradotti in italiano (traduzione italiana di Maria Gulli). Sabato 9 e domenica 10 agosto saranno le due serate centrali che vedranno in scena l’opera nuova “L’ULTIMA NOTTE DI SCOLACIUM”. Mentre la serata conclusiva del festival il 12 agosto è affidata alla voce calda e suadente di MARIO BIONDI che si esibirà in “Notte da…Jazz!” in esclusiva per il sud.

 

Tutti gli spettacoli si svolgeranno all’interno del parco archeologico Scolacium a Borgia (Cz) alle ore 22.00; per info e prenotazioni 366 4362321 o 333 2275985 o sul sito www.armoniedarte.com .

 

Per la prima volta questa edizione del Festival prevede anche una sezione denominata ARMONIE YOUNG, che svilupperà una proposta per il pubblico più giovane a cui verrà offerta la possibilità di avvicinarsi al mondo dello spettacolo, molto spesso appannaggio di un’utenza più adulta.

Oltre a questi l’ARMONIED’ARTE FESTIVAL ha in programma anche molti altri eventi “collaterali” che si svolgeranno in località limitrofe al parco Scolacium. L’interno calendario può essere consultato sul sito www.armoniedarte.com

 

ARMONIED’ARTEFESTIVAL, ideato e diretto dalla prima edizione ad oggi da Chiara Giordano, è stata la prima attività culturale performativa strutturata all’interno di un’area archeologica calabrese, il Parco Scolacium – Borgia (Cz), luogo d’eccellenza dell’intera area meridionale per valenza archeologico – monumentale e bellezza paesaggistica (a soli 20 minuti dal principale snodo aeroportuale e ferroviario della Calabria  oltre che a 200 m.t dal mare sulla costa ionica ad alta vocazione turistica) ed in tredici anni è diventata una delle più significativa attività culturali del meridione per qualità, artistica e organizzativa. Il festival ha ospitato, negli anni, grandi nomi dello spettacolo internazionale da Zubin Mehta a Lorin Maazel, da Pat Metheny a Wynton Marsalis, o ancora Wayne Shorter, Gilberto Gil, David Parson, Chick Corea, Joaquin Cortes, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Noa, Giancarlo Giannini, Gigi Proietti, Paolo Fresu, Stefano Bollani, Giorgio Albertazzi e Lucio Dalla. Il festival ha partecipato all’organizzazione del concerto straordinario RAI 1 “ La musica non solo forma ma salva “ del Maestro Riccardo Muti per sostenere il valore della musica nella formazione culturale e sociale delle nuove generazioni calabresi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi