Ancora arresti da parte dei carabinieri

Ancora arresti da parte dei carabinieri

Sicurezza durante il week end. Arrestati dai carabinieri due topi d’auto

OSTIA:  con l’inizio della stagione estiva, i carabinieri di Ostia hanno intensificato il controllo del territorio, in particolare durante i week end, quando il lungomare lidense viene preso d’assalto da centinaia di giovani frequentatori di locali notturni.

Dopo aver acquisito alcune segnalazioni di furto su auto, consumati nelle ore notturne e in prossimità delle discoteche,  questa notte è stato predisposto un massiccio controllo con militari in borghese e con auto “civetta”.

Alle 2:30 circa, nel parcheggio antistante il piazzale Cristoforo Colombo, i militari hanno individuato due persone, apparentemente straniere, che girovagavano tra le auto in sosta, guardandosi intorno con atteggiamento sospetto.

I carabinieri li hanno pedinati per qualche minuto fino a quando, uno di loro si è avvicinato ad un’auto Seat Altea, ha estratto un cacciavite dalle tasche dei pantaloni ed ha infranto con violenza inaudita il lunotto posteriore. A questo punto i militari sono intervenuti ed hanno bloccato i due malfattori i quali, pur di sottrarsi alla cattura, hanno opposto una forte resistenza ma, sono stati comunque bloccati e arrestati.

Nel corso della perquisizione, i due sono stati trovati in possesso di documenti ed effetti personali che avevano asportato poco prima da altre 4 auto parcheggiate nelle vie limitrofe.

Successivamente identificati in L.A., marocchino 37enne e H.S., palestinese di  31 anni, entrambi pregiudicati, sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato in concorso.

La refurtiva consistente in denaro, documenti ed effetti personali, è stata recuperata è restituita ai proprietari, rintracciati telefonicamente dai carabinieri.

Roma – Sparano ai carabinieri nel corso di un blitz per catturare dei malviventi che avevano rapinato delle prostitute sulla via Aurelia
Tre arresti per rapina, sfruttamento della prostituzione, resistenza a Pubblico Ufficiale e tentato omicidio

Roma – I Carabinieri della Stazione di Roma Ponte Galeria e quelli della Stazione di Campo di Mare, nel corso di una mirata attività investigativa, hanno fermato, nella notte, 3 cittadini romeni di 36, 29 e 21 anni, ritenuti autori di una rapina perpetrata a 3 prostitute il 17 giugno scorso, sulla via Aurelia, a Roma all’altezza di Casal Lumbroso. I Carabinieri hanno fermato, verso l’1,30 il primo dei tre rapinatori in un bar di Ladispoli per poi arrivare agli altri due complici della rapina, dimoranti in una casa a Ceri, nelle campagne di Cerveteri. E’ così scattato il blitz, nel corso del quale, uno degli occupanti dell’immobile, nel vano tentativo d’impedire l’ingresso dei Carabinieri, con un fucile a canne mozze, ha esploso un colpo al loro indirizzo, senza riuscire a colpirli, per essere poi bloccato, insieme al connazionale all’esito di una breve colluttazione. I tre arrestati, tutti con precedenti, sono indiziati, a vario titolo, di rapina, sfruttamento della prostituzione, resistenza a pubblico ufficiale e tentato omicidio, detenzione di arma clandestina e di documenti d’identità falsi. All’origine della rapina ci sarebbero motivi legati alla spartizione/occupazione dei luoghi della prostituzione sulle strade della Capitale. Nell’appartamento, i Carabinieri hanno identificato anche 3 donne di nazionalità romena che hanno dichiarato di prostituirsi abitualmente in strada. I tre fermati sono stati associati alla casa circondariale “nuovo complesso” di Civitavecchia.

Shopping gratis con borse schermate. Carabinieri arrestano tre minorenni Rom

Roma – I Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, ieri pomeriggio, hanno arrestato tre ragazze nomadi, tutte minorenni e cittadine romene, sorprese a rubare all’interno di vari negozi del centro. Le prime due, una 16enne ed una 14enne, sono state fermate, dopo aver saccheggiato profumi, cosmetici ed accessori da tre negozi, grazie all’utilizzo di borse schermate, dove avevano stipato tutta la merce per eludere i controlli con i sistemi elettronici antitaccheggio. L’altra nomade, sempre armata di borsa schermata, è stata arrestata, dopo aver trafugato, con le stesse modalità, varie confezioni di cosmetici da una  farmacia del centro. L’intera refurtiva recuperata dai carabinieri è stata riconsegnata ai legittimi proprietari. Le minorenni tutte già note ai militari, sono state arrestate e accompagnate presso il centro di prima accoglienza di  via Regina Agnelli, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni.

Roma – Week end di controlli antidroga dei Carabinieri nella capitale. Altri 13 spacciatori arrestati nelle ultime 24 ore. Sequestrate dosi di Cocaina, Eroina, Marijuana, Hashish e 200 pasticche di Ecstasy.

ROMA – Anche in questo week end nel mirino dei Carabinieri del Gruppo di Roma sono finiti 13 spacciatori, che si vanno ad aggiungere agli altri 13 arrestati solo 2 giorni fa. Questo è il bilancio dell’ennesima operazione antidroga condotta, nelle ultime 24 ore, dai militari che ancora una volta hanno setacciato i quartieri e le strade della Capitale dove il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti è maggiormente diffuso. Monte Testaccio, Pigneto, e San Lorenzo le zone battute dalle pattuglie messe in campo alla ricerca di spacciatori. Sei spacciatori romani finiti in manette mentre gli altri sono stranieri per lo più tunisini, marocchini e senegalesi di età compresa tra i 23 ed i 50 anni, molti di loro vecchie conoscenze delle forze dell’ordine, in cerca di guadagni veloci e facili. Ingenti le dosi di cocaina, eroina, marijuana, hashish ed ecstasy sequestrate mentre sono una decina i “clienti” identificati che sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntori di sostanze stupefacenti. Nel corso di una delle perquisizioni personali ad uno degli arrestati, un romano di 23 anni, i militari gli hanno rinvenuto addosso una pistola Beretta, modello 950, cal. 6.35, risultata da ricercare che è stata sequestrata. Dovrà rispondere anche della detenzione e del porto abusivo.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi