Al Castello del Buonconsiglio la mostra di Dosso Dossi Diventa viva

Al Castello del Buonconsiglio la mostra di Dosso Dossi Diventa viva

Un modo originale e decisamente coinvolgente per visitare una mostra. Lo propone la  rassegna «dicastelincastello» che accompagna l’evento espositivo «Dosso Dossi – Rinascimenti eccentrici al Castello del Buonconsiglio» con una serie di iniziative di intrattenimento e spettacolo promosse dal Servizio Attività Culturali della Provincia autonoma di Trento e curate dal Centro Servizi Culturali S. Chiara in collaborazione con Museo Castello del Buonconsiglio e Coordinamento Teatrale Trentino.

 

Basta il titolo dell’evento, che torna in calendario nella giornata di martedì 12 agosto, ad anticipare il programma della serata. «LA MAGIA DEL QUADRO: QUANDO LA MOSTRA DIVENTA VIVA» è un’originale visita guidata che partirà dall’entrata di Castelvecchio e avrà, come prima tappa, “un quadro che non c’è”. Si tratta di Melissa, un dipinto di Dosso Dossi conservato alla Galleria Borghese di Roma. All’apparire dei visitatori la videoproiezione del quadro si animerà e, come per magia, i protagonisti dell’opera pittorica prenderanno vita. E così sarà proprio Melissa, la buona maga cantata dall’Ariosto nell’Orlando furioso, a guidare la visita attraverso le sale del castello.
Sono previste soste, animate da letture che faranno riferimento a quella fioritura artistica e culturale senza precedenti che il Rinascimento seppe generare nell’Europa del Cinquecento e, in particolare, alle scoperte compiute nel campo scientifico e in quello della sperimentazione chimico-alchemica.
Sarà proposta in questo modo una lettura particolare del dipinto Giove pittore di farfalle, che vede la divinità suprema della mitologia romana, affiancata da Mercurio, intenta a dipingere “l’iridescente bellezza, fragile e gratuita ma capace di riempirci di meraviglia, di una farfalla”. La visita-spettacolo proseguirà quindi davanti al Giovane con canestra di fiori, quadro dal tono complessivamente spensierato, caratterizzato da uno straordinario inserto di natura morta floreale.
Dopo aver scoperto, nelle lunette affrescate, le figure mitologiche di basilischi e serpenti, la visita si concluderà nella Biblioteca di Bernardo Clesio dove gli attori della Compagnia delle Arti proporranno la lettura di racconti con protagonisti personaggi della storia e della leggenda che praticarono l’alchimia.
Per partecipare alla visita-spettacolo, che avrà inizio alle 18.30 è necessaria la prenotazione telefonica ai numeri 0461/213834 o 800.013952 (costo del biglietto 5 euro, ridotto 3 euro).
L’appuntamento con «LA MAGIA DEL QUADRO: QUANDO LA MOSTRA DIVENTA VIVA» si ripeterà anche martedì 26 agosto, sempre con inizio alle 18,30. (f.l.)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi