Ai nastri di partenza il 13° Peperoncino Jazz Festival. Apertura ad Amantea con il trio di Eric Reed l’evento pronto ad invadere il Cosentino e la Calabria

Ai nastri di partenza il 13° Peperoncino Jazz Festival. Apertura ad Amantea con il trio di Eric Reed l’evento pronto ad invadere il Cosentino e la Calabria

Confermatosi anche quest’anno tra i primi festival jazz d’Italia nella classifica dei “JAZZIT AWARD” all’esito del prestigioso referendum – Readers Pool – indetto dalla rivista specializzata nazionale Jazzit, il PEPERONCINO JAZZ FESTIVAL è ormai ai nastri di partenza, pronto, ancora una volta, ad “invadere” di note e sapori le più belle località calabresi (oltre 50 gli eventi in programma, con il coinvolgimento di ben 28 comuni), con una  strepitosa 13° edizione, che senza dubbio lo consacrerà come uno dei più importanti eventi culturali e turistici della Calabria.

 

In programma fino alla metà di settembre, la rassegna itinerante organizzata dall’Associazione culturale Pìcanto – con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria (progetto presentato a valere sull’avviso pubblico relativo agli eventi culturali storicizzati nell’ambito del POR Calabria FESR 2007/2013 – Asse V – Linea di intervento 5.2.3.1.), degli enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di numerose amministrazioni comunali, di Confindustria Cosenza, AGIS e ANEC Calabria e con l’Alto Patrocinio dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America, dell’Ambasciata del Brasile e della Reale Ambasciata di Norvegia – partirà DOMANI (martedì 15 luglio) da Amantea nel segno del miglior jazz newyorkese, con un concerto patrocinato dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America e fortemente voluto dall’Assessore Giovanni Battista Morelli e dal Sindaco della cittadina tirrenica.

 

Per l’occasione, sul palco, che avrà come cornice il suggestivo scenario del Sagrato del Convento di San Bernardino, alle ore 22.00 salirà il trio capitanato dal portentoso pianista Eric Reed.

 

Quando si pensa allo swing, all’espressività più ardita, sofisticata ed elegante, ad una tecnica formidabile e ad un suono “da paura”, ci sono solo pochi pianisti al mondo che vengono in mente, ed uno di questi è sicuramente Eric Reed.

Bambino prodigio dalle profonde radici gospel (nato a Philadelphia, a soli cinque anni suonava nella chiesa battista del padre) e precoce talento pianistico (ascoltando Ahmad Jamal, Oscar Peterson, McCoy Tyner a tredici conosceva già tutti gli standard jazz), fu portato alla ribalta internazionale appena ventenne da Wynton Marsalis e ha collaborato, poi, con altri colossi del jazz quali Charlie Haden, Freddie Hubbard e Joe Henderson.

Proveniente direttamente da Umbria Jazz (laddove si è esibito nei giorni scorsi al fianco di un colosso come Buster Williams), in occasione del concerto inaugurale del XIII Peperoncino Jazz Festival Reed salirà sul palco con il versatile contrabbassista lucano Giuseppe Venezia (musicista capace di interpretare al meglio stili jazzistici diversi, dal dixieland all’hard bop, passando per lo swing, il manouche, il be bop ed il cool jazz) e con il formidabile Adam Pache, batterista australiano che negli ultimi anni si è conquistato un ruolo di rilievo nella scena internazionale suonando e incidendo con musicisti quali Steve Grossman, Lee Konitz, Seamus Blake, Jeremy Pelt, Carla Bley, Christian McBride ecc.

Al termine della serata (ingresso libero), nel corso della quale il super trio, che si esibirà in esclusiva assoluta per il PJF, eseguirà i più famosi standard della storia del jazz e alcuni brani tratti da The Adventurous Monk (ultimo atto della ricchissima discografia del pianista americano), come nella migliore tradizione del festival musicale più importante d’Italia, verrà dato spazio alla degustazione dei migliori vini calabresi a cura dei Sommelier professionisti dell’A.I.S. Calabria.

 

Dopo il concerto di apertura nel cuore del Tirreno calabrese, il festival ideato e diretto da Sergio Gimigliano approderà, dal 17 al 21 luglio p.v., nel territorio comunale di Cosenza per una “cinque giorni” americana di incredibile livello (che avrà come protagonisti, tra gli altri, artisti del calibro di John Patitucci, Danilo Perez, Brian Blade, David Binney e Logan Richardson), per poi proseguire il suo lungo tour turistico – culturale in giro per tutta la Calabria, e, nella sua fase finale, nei giorni 4, 5 e 6 settembre, tornare ad Amantea con una “tre giorni” dedicata al I Meeting del Jazz Calabrese realizzata in stretta sinergia con l’attivissimo jazz club Pecora Nera diretto da Davide Marano.

 

 

Informazioni per il pubblico:

ASSOCIAZIONE CULTURALE PICANTO

Mobile: 340/5966160

E-mail: info@peperoncinojazzfestival.com

Web: www.peperoncinojazzfestival.com

 

 

PREVENDITA BIGLIETTI:

www.inprimafila.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi