3000 Nights, il film di Mai Masri

3000 Nights, il film di Mai Masri

3000 Nights, il film di Mai Masri -Anche quest’anno la sezione Cinem@ del Teatro Palladium-Università Roma Tre continua a prestare attenzione al cinema palestinese, anche nell’accezione del documentario. In collaborazione con l’Ambasciata della Palestina, la Fondazione Roma Tre Teatro Palladium offre spazio al dibattito e conferma la sua curiosità verso un cinema “altro” presentando il 6 aprile p.v. alle ore 18,  la proiezione del film 3000 nights, scritto e diretto da Mai Masri, che lo presenterà al pubblico in apertura dell’evento.
Frutto di una produzione internazionale (Palestina, Francia, Giordania, Libano), la pellicola è stata presentata in numerosi Festival cinematografici ed ha ricevuto riconoscimenti importanti per la sua straordinaria e drammatica forza narrativa, ispirata ad una vicenda realmente accaduta.
3000 Nights racconta la storia di un’insegnante palestinese, appena sposata, che viene ingiustamente arrestata e rinchiusa in una prigione israeliana dove darà alla luce un figlio e lotterà per crescerlo dietro le sbarre. Girato in un vero e proprio carcere, il film ripercorre il viaggio di speranza di una giovane madre in cui resilienza e volontà di sopravvivenza lottano contro ogni avversità.
Al film farà seguito una Tavola Rotonda, a cura del prof. Vito Zagarrio, con l’intervento di esperti e critici cinematografici.

Mai Masri è un’acclamata documentarista i cui film hanno ricevuto oltre 60 premi internazionali, ed è considerata una pioniera nel mutevole panorama cinematografico Medio Orientale. Di padre palestinese e madre americana, Masri è attiva da più di trent’anni – realizzando in primo luogo documentari che si concentrano su donne e bambini in Libano e nei territori palestinesi occupati. La sua più nota trilogia – I bambini di fuoco, I bambini di Shatila e Frontiere di sogni e paure – ha gettato nuova luce sulla vita dei bambini palestinesi nei campi profughi negli anni ’80 e ’90.
Masri ha iniziato la sua carriera quando quasi nessuna donna palestinese lavorava nel cinema, spronando il coinvolgimento femminile in questa attività tal punto che oggi il 50 % dei film girati in Palestina sono stati realizzati da donne, un traguardo anche rispetto al 5% dell’industria hollywoodiana.

 

Teatro Palladium – Università Roma Tre
Piazza Bartolomeo Romano 8, 00154 Roma

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi